Come diluire il latte intero per introdurlo nella dieta dei bambini

Bisogna introdurre il latte vaccino nella dieta dei bambini in maniera graduale, diluendolo nella maniera corretta.

Il latte ha un’importanza fondamentale nella dieta dei bambini. L’allattamento al seno rimane sempre la soluzione migliore. Tuttavia dopo un certo periodo di allattamento si passa al latte in polvere, anche per una questione di pratica. Finito il periodo del latte in polvere si può introdurre nella dieta del bambino il latte vaccino.

Per evitare disturbi digestivi e allergie, il latte vaccino va progressivamente diluito. Scopriamo in che modo diluire il latte intero per i bambini.

Quando introdurre il latte intero nella dieta del bambino

Innanzitutto il latte vaccino, secondo i vari esperti, non andrebbe introdotto prima del primo anno di vita. I bambini sotto l’anno hanno bisogno di tutte le sostanze nutritive presenti nel latte materno o artificiale; il latte di mucca non è un sostituto ideale.

Quindi, aspetta finché il bambino non abbia un anno per introdurlo. Bisognerebbe consultare a tal proposito il pediatra. Il latte vaccino è un latte meno digeribile rispetto al latte in polvere. Per questo motivo andrebbe diluito e introdotto nella dieta del bambino in maniera progressiva. In questo modo il bimbo avrà il tempo di assimilarlo evitando problemi di digestione di vario genere per non parlare di eventuali allergie che possono insorgere.

Advertisements

Il latte vaccino ha un contenuto molto elevato di proteine e di sali minerali, a cui il bambino non è ancora abituato. Per questo motivo, se consumato in quantità eccessiva, potrebbe sovraccaricare i reni, che non sono ancora sviluppati come nell’adulto. In ogni caso, se il bambino risulta intollerante al latte vaccino, si può optare per altre valide alternative. Può essere rimpiazzato anche con latte di capra, asina, pecora e via dicendo.

Come diluire il latte intero per i bambini

Se è arrivato il momento di introdurre il latte vaccino, scegli il latte intero. È ricco di vitamina D, calcio, proteine e grassi fondamentali per la crescita e lo sviluppo delle ossa del tuo bambino. Per ottenere il massimo dei benefici, scegli latte intero, e non quello parzialmente scremato o scremato, almeno fino al secondo anno di età. Per diluirlo sarà sufficiente stemperare il latte vaccino con acqua naturale, preferibilmente di quelle consigliate per l’alimentazione dei bambini.

Utilizzate il 30% di latte sulla quantità totale di liquido per i primi 10 giorni. Nei 10 giorni dovete stare attenti a come sta reagendo al latte e se è il caso di aumentare le percentuali. Se la reazione del bambino è positiva, è possibile aumentare le dosi. Mettete quindi 50% di acqua e 50% di latte vaccino. Anche in questo caso occorrerà verificare come reagisce il bambino nei giorni successivi e se tutto procede al meglio, si aumenterà progressivamente il dosaggio arrivando al 70% di latte fino a raggiungere il 100%.

Tra un dosaggio e l’altro attendete una decina di giorni, il tempo necessario per verificare se il bimbo reagisce bene o meno.

Per fare un esempio pratico, supponete che un bambino di un anno beva una porzione di circa 250 ml di latte. All’interno del biberon verserete 70 ml di latte e 180 ml di acqua, per ottenere 250 ml di prodotto finale. Mantenete queste proporzioni per almeno dieci giorni, controllando le reazioni del piccino.

Scritto da Redazione
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Incubi più comuni nei bambini: quali sono?

Come aiutare un figlio a scegliere la scuola superiore: i consigli

Leggi anche
  • vista neonatiVista neonati: quando si sviluppa

    Cosa vedono i bambini nella pancia e subito dopo la nascita? Scopriamolo

  • Viaggio neonato RyanairViaggio neonato Ryanair
  • Viaggio neonato AlitaliaViaggio neonato Alitalia
  • Viaggio neonato Air DolomitiViaggio neonato Air Dolomiti
  • Loading...
  • Vestiti neonata battesimo estateVestiti neonata battesimo estate
Contents.media