Notizie.it logo

10 errori sull’educazione più comuni

sbagli dei genitori più comuni

Crescere dei figli è sicuramente uno dei compiti più difficili che una donna e un uomo si trovano a svolgere nel corso della loro vita, si può incorrere in alcune mancanze senza rendersene conto, ecco un elenco dei 10 errori più comuni nell’educazione di bambini di tutte le età, dai più piccoli agli adolescenti.

  1. Troppo controllo: la smania di controllare ogni minimo particolare nella vita dei propri bimbi per proteggerli al massimo e per farli stare sempre bene è comprensibile, fondamentalmente le intenzioni sono buone, ma questo atteggiamento potrebbe avere dei risvolti negativi, se fate vivere i ragazzini sotto una campana di vetro non impareranno mai a capire cosa è giusto e cosa è sbagliato, del resto si impara dai propri errori e qualche piccolo sbaglio aiuta a crescere.
  2. Focalizzarsi solo sugli aspetti negativi: esistono persone che sono molto pessimiste e quando si relazionano con i figli tendono a guardare solo gli aspetti negativi del loro carattere, a rimproverarli spesso, senza mai fare un complimento o esprimere apertamente un giudizio positivo; cercate di valorizzare i pregi dei vostri figli, è importante per loro sentirsi apprezzati per aumentare l’autostima ed essere più motivati ad affrontare la vita, se li rimproverate troppo rischiate di farli diventare pessimisti come voi e di renderli troppo ansiosi e paurosi di affrontare qualsiasi situazione per paura di sbagliare e di essere giudicati male.
  3. Mancanza di punizioni: al contrario ci sono mamme e papà che invece sono poco presenti nella vita dei bambini, perché sono più concentrati su loro stessi e sui propri impegni e seguire i ragazzi diventa un’occupazione troppo stressante; quando si diventa genitori si ha il dovere di essere un punto di riferimento per i figli, è bene correggere i loro sbagli e, se è necessario, imporre anche qualche punizione, in modo che essi diventino più responsabili e che si preoccupino di comportarsi bene per evitare conseguenze negative.
  4. Non discutere: quando un bambino commette un errore è fondamentale fargli capire perché ha sbagliato, anziché rimproverarlo e punirlo subito senza dare spiegazioni, questo è un metodo sbrigativo, ma non è assolutamente educativo, è bene che prima di metterlo in castigo, parliate con lui affinché si renda davvero conto del motivo per cui si è comportato male.
  5. Urlare: imporre il proprio pensiero con le maniere forti è del tutto controproducente e, anziché ascoltarvi, i ragazzi saranno infastiditi dal questo modo di fare e cercheranno di sfuggire dal vostro controllo.
  6. Non prestare attenzione ai voti: è importantissimo essere informati sul profitto scolastico per sapere se il bambino si applica, se compie il suo dovere e se ha senso di responsabilità, nel caso in cui prenda un brutto voto in qualche materia, fategli capire che si deve impegnare di più, parlatene con lui e con l’insegnante, anziché porre sotto accusa i docenti, come fanno molti genitori.
  7. Non fissare delle regole: è fondamentale far abituare i ragazzi al rispetto delle regole da quando sono piccoli, ad esempio fissare l’orario per fare i compiti o per andare a dormire la sera, se non imponete dei limiti essi crescono con l’idea di poter fare tutto quello che vogliono senza rispettare gli altri; le regole servono anche per imparare ad organizzare le proprie attività in maniera corretta ed intelligente.
  8. Fare tutto al posto loro: sono tante le mamme che non insegnano ai propri figli ad essere collaborativi in casa, ogni tanto fatevi aiutare in qualche faccenda domestica per farli diventare più indipendenti e responsabili, per far acquisire senso pratico ed evitare che siano viziati.
  9. Prendere ogni decisione al posto loro: un bambino deve imparare a scegliere, a decidere in modo autonomo, per esempio lasciate che sia lui a gestire alcune situazioni, come il selezionare e preparare gli abiti che vuole indossare ogni giorno, magari voi potete limitarvi a dare qualche consiglio, ma se siete sempre voi a decidere tutto per lui, vostro figlio sarà un eterno immaturo.
  10. Trattarli sempre come dei bambini: capita spesso che i genitori non si rendano conto che i propri figli crescono e anche quando sono adolescenti continuano a trattarli come bimbi piccoli, cercate di adeguarvi alla loro età e, man mano che diventano grandi, cambiate il vostro modo di relazionarvi con loro per aiutarli a diventare più saggi e maturi.

Il genitore perfetto non esiste, ognuno può sbagliare in qualcosa, è un mestiere che si impara giorno per non giorno ed è utile ripensare agli errori che i propri genitori hanno commesso quando si era ragazzi, per evitare di sbagliare ed essere migliori.

© Riproduzione riservata
Leggi anche