Cinque utili consigli per le neo-mamme

neomamma_650x447

L’arrivo di un figlio cambia totalmente la vita di uan donna. Non si ha più la libertà di fare quello si vuole, non si può andare a dormire alla stessa ora. Le responsabilità crescono enormememte.
Grazie a tutti questi importanti cambiamenti, una mamma spesso dimentica di prendersi cura di sè. L’attenzione è interamente dedicata al piccolo, che assorbe tutte le emozizoni, fisiche e spirituali della mamma.
Per rimediare a tutto questo e non venir sopraffatte del tutto da questa nuova situaizione ecco alcuni semplici consigli:

#1 Tenere un diario personale. Importante appuntare quotidianamente le proprie sensazioni e gli avvenimenti degni di nota della giornata. Il diario può rappresentare un’ottima valvola di sfogo per buttar giù sensazioni e sentimenti che, spesso, sono difficili da esprimere con qualcuno.
#1 Self care tip for the new mom.

#2 Dormire. Fare un pisolino è fondamentale per il benessere psico-fisico della mamma. Approfittare dei momenti di calma, magari quando il piccolo riposa, per concedersi un sonnellino ristoratore.

Tutto il resto può aspettare.

#3 Coccolarsi. Coccolarsi è il modo migliore per staccarsi dalla quotidianità e ritagliarsi uno spazio tutto per sè. Affidato il piccolo alle cure del padre, ci si può dedicare ad un bagno caldo, un massaggio, una manicure, una passeggiata in centro…insomma, qualsiasi cosa possa farvi sentire meglio.

#4 Cibo ed esercizio fisico. Molte mamme spesso trascurano l’aspetto alimentare e fisico, perchè completamente oberate di lavoro e responsabilità. Questo può, però, portare ad affaticamento, nervosismo e apatia.
Mangiare bene, sano e a regolari intervalli può veramente migliorare la giornata. Come esercizio fisico, ci si può concedere una lunga passeggiata, magari con il proprio piccolo, oppure dedicarsi ad una ginnastica casalinga.

#5 Dividere il lavoro. Le responsabilità ed il lavoro che comporta l’arrivo di un figlio vanno equamente divise tra i due genitori. Molte donne credono che spetti solo loro prendersi cura del bambino, ma questo non è ovviamente vero, nè giusto.

Il padre può e deve contribuire attivamente alle cure quotidiane, aiutando fisicamente e psicologicamente la mamma, che potrà avere più tempo per sè.

Leggi anche