Beta hcg: i valori che indicano la gravidanza

Beta HCG

Gli ormoni giocano un ruolo fondamentale durante la gravidanza, perché, come nel normale ciclo mestruale, accompagnano la donna sin dal giorno del concepimento. Il corpo della futura mamma, infatti, produce numerose tipologie di ormoni, rinvenibili nella composizione del suo sangue, tra i quali spicca il noto Beta HCG. Esso rivela con certezza, sia l’instaurarsi della gravidanza che il successivo e fisiologico proseguimento.

Cosa sono valori Beta

A partire dall’ottavo giorno successivo al concepimento, l’uovo fecondato comincia a trasformarsi in un primissimo abbozzo di placenta. Questa preziosa struttura cellulare, seppure di dimensione davvero minimale, produce sin da subito un particolare ormone chiamato gonadotropo, o Gonadotropina Corionica Umana, o più semplicemente Beta HCG. Esso ha la funzione principale di stimolare il corpo luteo e l’ovaio a produrre altri due ormoni strumentali alla gravidanza: gli estrogeni e il progesterone.

L’ormone Beta HCG viene secreto esclusivamente dalle donne che aspettano un bambino e si può rilevare sia con un test di gravidanza, quando la composizione dell’urina è sufficientemente satura di questo ormone, dopo circa 4 o 5 giorni dalla data delle mancate mestruazioni, sia con uno specifico esame del sangue.

Quando fare beta hcg

Quando si ha il sospetto di essere incinta, eseguire il test della presenza di Beta HCG è fondamentale per trasformare il dubbio in certezza.

Il solo test di gravidanza, infatti, è sufficiente a dare il segnale di una gestazione in atto, perché in grado di rilevare la presenza e la concentrazione delle Beta HCG in un millimetro di liquido, dando quindi il risultato positivo. Tuttavia non è in grado di comunicare alcunché sullo stato e sull’avanzamento della stessa.

Il dosaggio dell’ormone Beta HCG effettuato a partire da un prelievo di sangue, invece, è di tipo quantitativo. Esso fornisce un vero e proprio valore numerico della concentrazione della gonadotropina che può andare da zero a 300.000 mUI/mL circa. Il numero di ormoni beta è determinante per avere la conferma di avvenuto annidamento dell’embrione nell’utero.

Se la gravidanza è confermata, è sufficiente eseguire altri prelievi a distanza di pochi giorni per verificare la trasformazione dei valori delle beta e il buon andamento della gravidanza nelle sue fasi iniziali.

Valori della gravidanza

Il Beta HCG è fondamentale per lo sviluppo della gravidanza ma anche per il suo proseguimento.

La sua funzione è di stimolare il così detto corpo luteo, ossia il follicolo dell’ovulo trasformatosi dopo l’ovulazione, a produrre grandi quantità di progesterone. Anche questo ormone è essenziale allo sviluppo dell’embrione e alla sua vita nell’utero materno.

L’ormone Beta è rilevabile con il test delle urine e con l’esame del sangue, già 11 giorni dopo l’avvenuta fecondazione. E’ importante sapere che dal momento del concepimento i suoi valori continuano a raddoppiare ogni 48-72 ore. Raggiungendo il valore massimo tra le 8 e le 11 settimane, ossia nel primo trimestre.

Trascorso questo periodo, i valori delle Beta HCG si stabilizzano per poi regredire leggermente, assestandosi su un valore medio e rimanendo costanti per il resto della gestazione.

Non c’è quindi da preoccuparsi se, nel corso dei primi mesi, si nota una diminuzione di questo valore. Soprattutto se non accompagnato da altri segnali che possono indicare problemi in corso.

Questi possono essere sanguinamenti, dolori e altri sintomi anomali.

Valori normali Beta

I valori di riferimento di Beta HCG che indicano un normale corso della gravidanza, sono indicativamente riportati qui di seguito.

  • 3/4 settimane di gestazione: intervallo 9-130;
  • 4-5 settimane di gestazione: intervallo 75-2600;
  • 5-6 settimane di gestazione: intervallo 850-20800;
  • 6-7 settimane di gestazione: intervallo 4000-100200;
  • 7-12 settimane di gestazione: intervallo 11500-2890000;
  • 12-16 settimane di gestazione: intervallo 18300-1370000;
  • 16-29 settimane di gestazione: intervallo 1400-53000;
  • 29-41 settimane di gestazione: intervallo 940-60000;

Se le Beta sono più basse

Laddove, eseguito il test del sangue, il risultato rapportato alla settimana di gravidanza sembri più basso, potrebbe significare che c’è stato un errore di calcolo della gravidanza. Probabilmente la gestazione è meno avanzata del previsto.

Oppure, è anche possibile che ci sia stato un aborto spontaneo, o che si tratti di un caso di “uovo bianco”. Infine, nei casi più rari, può segnalare la presenza di una gravidanza extrauterina da accertare con ulteriori esami.

Se le Beta sono più alte

Qualora il valore dell’ormone HCG sia più alto del valore di riferimento per la settimana di gestazione, è abbastanza ipotizzabile un errore di calcolo del momento del concepimento.

Probabilmente la gravidanza è in uno stadio più avanzato.

Può anche trattarsi di gravidanza gemellare, che si rivela con un valore delle HCG superiore alla media di circa il 50%. Nei casi più gravi, infine, può essere indice di una gravidanza molare, nella quale il feto non si sta sviluppando correttamente. Per una maggiore sicurezza e per escludere problemi, è bene prenotare una visita dal ginecologo di fiducia.

Se l’esame delle Beta HCG è positivo, la gravidanza è certa. Da questo momento, la futura mamma seguirà periodicamente lo sviluppo del bambino.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
Foppapedretti Passeggino Hurra'
99 €
129 € -23 %
Compra ora
Avent Linea Igiene Accessori Neonato Sterilizzatore a Vapore ...
28.07 €
35.99 € -22 %
Compra ora
Foppapedretti Seggiolino Auto Go! Evolution
65 €
74 € -12 %
Compra ora
Innofit Linea Termica Puppy Tigrotto Scaldabile in Forno ...
22.41 €
24.9 € -10 %
Compra ora