Riportare il bambino a casa dall’ospedale: cose che avrei voluto sapere

Il vortice di emozioni è così intenso da travolgervi immediatamente! Ecco le esperienze di una neomamma e alcuni consigli fondamentali.

Riportare il bambino a casa dall’ospedale è un’esperienza indescrivibile. Il vortice di emozioni è così intenso da travolgervi immediatamente! Ecco le esperienze di una neomamma che ha preferito restare anonima, e alcuni consigli fondamentali.

Riportare il bambino a casa dall’ospedale

Non c’è bisogno di allestire la cameretta con mesi di anticipo

“Ah, la cameretta. È il primo riconoscimento reale, fisico e tangibile del fatto che state per aggiungere una piccola persona alla vostra famiglia. Forse avete iniziato a lavorare alla cameretta prima ancora che i vostri vestiti crescessero. Forse avete iniziato ad allestirla prima che la pancia si ammorbidisse e prima di sentire il primo emozionante calcio. Io ero costantemente alla ricerca di ispirazione e aggiungevo piccoli tocchi.

Montavo i mobili e insistevo sulla necessità di montare la carta da parati in vinile ordinata su misura con mesi di anticipo. Ma la realtà è che, pur essendo uno spazio incantevole da creare, non ne avrete bisogno per un po’, quindi non stressatevi”.

Accettate l’aiuto che le persone vi offrono

“Non sono sicura che abbiamo abbastanza tempo per analizzare le complessità del senso di colpa della mamma, ma è vivo e vegeto.

Quasi immediatamente mi sono sentita obbligata a fare tutto da sola, come se chiedere aiuto fosse un’ammissione che non ero in grado o competente per farlo. Attenzione: nessuno può fare tutto da solo. Né dovrebbe farlo. Se la suocera si offre di pulire i biberon che si accumulano o il vicino di casa si offre di portare a spasso il cane, all’inizio potreste essere portati a rifiutare gentilmente, ma è un errore! Se prima di portare a casa il vostro bambino dall’ospedale vi sentivate tirati, una volta a casa vi stupirete di come il tempo voli”.

Spegnete il telefono e dormite quando potete

“Potreste borbottare tra voi mentre leggete questa frase. Ma, seriamente, provate a prendere questa abitudine e a rispettarla una volta portato a casa il vostro bambino dall’ospedale. Siamo tutti così connessi in continuazione. L’aspettativa prima del parto è di essere disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per il lavoro, gli amici e la famiglia. È ovvio che questa tappa importante della vita richiederà molto tempo e attenzione. Ma potrebbe essere meno ovvio che dovreste modificare di conseguenza alcune abitudini per preservare la vostra salute fisica e mentale”.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cose indimenticabili da fare con il bambino prima che compia 1 anno

I bambini non possono mangiare il miele: ecco perché

Leggi anche
  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • vista neonatiVista neonati: quando si sviluppa

    Cosa vedono i bambini nella pancia e subito dopo la nascita? Scopriamolo

  • Loading...
  • 183Viaggio neonato Ryanair
  • 173Viaggio neonato Alitalia
  • 183Viaggio neonato Air Dolomiti
Contentsads.com