Ansia da separazione (da 12 a 24 mesi)

Cedere alle sue richieste può solo peggiorare la situazione.

La devozione del tuo bambino per te sopra ogni altra cosa era uno dei migliori sentimenti al mondo. Tuttavia, il suo attaccamento potrebbe non sembrare così affascinante ora che è più grande e continua a crollare ogni volta che vai in bagno senza di lui.

Tieni duro: il tuo bambino sta vivendo l’ansia da separazione, una fase di sviluppo che quasi tutti i bambini attraversano (a volte più di una volta) durante i primi anni. Per fortuna, non è permanente.

Le cause dell’ansia da separazione

Intorno ai 6 mesi circa, il tuo bambino comincia a capire che tu e lui siete persone separate, il che significa che potresti lasciarlo. Ora è anche capace di pensare in modo rappresentativo, quindi può immaginare gli oggetti (come te) nella sua mente dopo che non sono più visibili.

In altre parole, fuori dalla vista non significa più fuori dalla mente. Questo è uno dei motivi per cui improvvisamente si diverte così tanto a giocare a bubu-settete.

Man mano che il bambino cresce verso l’infanzia, sta sviluppando una forte spinta verso l’indipendenza, ma ha ancora bisogno del tuo devoto sostegno. Tutto questo può portare alla paura che l’abbia abbandonato quando non ci sei. Non è chiaro perché alcuni bambini passano attraverso questa fase con appena un lamento, mentre altri ne sono logorati.

Qualunque sia la ragione o l’intensità, sarai felice di sapere che il tuo bambino supererà questa fase. Quando? Beh, questo è difficile.

L’ansia da separazione tende ad aumentare e diminuire durante gli anni del bambino. Il periodo di bisogno estremo di solito raggiunge il suo apice tra i 10 e i 18 mesi e si attenua entro i 2 anni. Dovrebbe uscirne completamente entro i 3 anni.

Cosa fare

Salutare quando esci. I genitori che temono l’ira del loro bambino possono cercare di sgattaiolare fuori di casa mentre lui è distratto. Grosso errore. Questo approccio può risparmiarti il dolore di vedere il tuo bambino piangere, ma può effettivamente rendere la sua ansia da separazione più grave. Se pensa che tu possa sparire da un momento all’altro senza preavviso, non ti perderà di vista.

Ansia da separazione bambino

Questo vale anche per le uscite notturne. Alcuni genitori cercano di evitare il dramma mettendo a letto il loro bambino prima dell’arrivo della babysitter. Questo va bene se rimane addormentato. Tuttavia se si sveglia, sarà sorpreso – e forse terrorizzato – di non trovarvi più.

Aiuta tuo figlio a guardare avanti. Preparalo alla tua uscita dicendogli dove vai e quando tornerai. Digli chi lo guarderà e che tipo di attività può aspettarsi di fare mentre sei via. È anche importante parlare della baby-sitter con entusiasmo. Il tuo bambino ti guarda per essere rassicurato, e sarà incline ad essere d’accordo se dici cose come: “Penso che la baby-sitter sia davvero divertente, non è vero?”

Altri suggerimenti

Cerca di rimanere calma e positiva – anche se è isterico. Parlagli in modo uniforme e rassicuralo che tornerai presto. Prova anche un oggetto di transizione. Avere un ricordo di te potrebbe confortare il tuo bambino mentre sei via. Quando esci, lasciagli un ricordo personale – una fotografia, un tuo vecchio maglione, o un adesivo speciale da fargli indossare.

Anche un oggetto di sicurezza – una coperta, un peluche o anche il suo stesso pollice – può essere confortante. “A volte tutto ciò di cui un bambino ha bisogno è un modo per esprimere le sue paure”, dice lo psicologo infantile Donald Freedheim. “Insegnargli un nome per quello che sta provando aiuta a disinnescare l’ansia”.

Ansia da separazione cosa fare

Lascia che impari a cavarsela. A nessun genitore piace vedere il proprio figlio triste, ma far fronte alla separazione è un’abilità importante che tuo figlio deve imparare. A volte non fare nulla – specialmente se hai già provato di tutto – è il miglior consiglio.

Se tuo figlio è così appiccicoso che non puoi nemmeno attraversare la stanza senza una protesta, per esempio, cedere alle sue richieste può solo peggiorare la situazione. Se è al sicuro, va bene lasciarlo piangere un po’. Con una voce ferma, rassicuralo che va tutto bene, e poi vai avanti e fai quello che devi fare – senza sentirti in colpa.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il bambino è timido: è normale?

Cosa fare se il bambino non ti lascia stare al parco giochi?

Leggi anche
  • ZainoZaino scuola per bambini: modelli e marche migliori

    Le vacanze estive stanno finendo ed è tempo di pensare al rietro a scuola; Zaino scuola per bambini: modelli e marche migliori.

  • zainoZaino per bambini delle elementari: il modello migliore del 2022

    Sono tanti i modelli di zaino delle elementari per i bambini, ma il migliore è in grado di trasformarsi in peluche per accompagnarli ovunque.

  • Loading...
  • zaini scuolaZaini scuola: quale scegliere per i propri figli

    La scelta degli zaini scuola per i figli è fondamentale per affrontare l’anno scolastico in arrivo. Sicuramente alla moda, ma comodi e di qualità.

  • zaini per bambiniZaini per bambini: il meglio per la scuola

    Gli zaini per bambini per il ritorno tra i banchi sono in vario tipo, con fantasie e stili diversi: dai personaggi Disney ai super eroi sino a Batman.

  • zaino elementare bambina 2Zaini elementari bimba: le tendenze del momento

    Con l’inizio delle scuole elementari è importante scegliere,per la propria bambina, uno zaino comodo e capiente ma al passo con le tendenze del momento.

Contentsads.com