Quando fare la prima visita in gravidanza: ecco cosa dovreste sapere

Ecco i dettagli su quando recarsi alla prima visita di gravidanza, su come prepararsi e su cosa succede durante la visita.

Non sapete quando fare la prima visita in gravidanza? La prima visita prenatale può essere una delle più lunghe della gravidanza e sicuramente la più completa. Non ci saranno solo test e raccolta di informazioni, ma anche molto tempo dedicato a domande e risposte.

Vi saranno anche molti consigli, da cosa mangiare (o meno), a quali vitamine prenatali prendere, a quanto esercizio fisico fare.

Ecco i dettagli su quando recarsi alla prima visita di gravidanza, su come prepararsi e su cosa succede durante la visita.

Quando fare la prima visita in gravidanza?

Non appena il test di gravidanza domiciliare dà un risultato positivo, chiamate il vostro medico per fissare un appuntamento. Una buona assistenza prenatale è uno dei passi più importanti per avere una gravidanza e un bambino sani.

Quando si svolge la prima visita prenatale?

La prima visita prenatale si svolge solitamente nel secondo mese, tra la sesta e l’ottava settimana di gravidanza.

Assicuratevi di chiamare non appena sospettate di essere incinte e avete fatto un test di gravidanza. Alcuni medici sono in grado di fissarvi subito un appuntamento, ma altri possono avere attese di diverse settimane (o più). Alcuni studi di ginecologia offrono anche una visita per confermare la gravidanza non appena si pensa di essere in attesa.

Come mi devo preparare per la prima visita in gravidanza?

Una volta fissata la data sul calendario, è bene prepararsi per affrontare al meglio la visita. Questi consigli sono un ottimo punto di partenza:

Fate un elenco di informazioni chiave sulla salute. Il medico vorrà discutere tutti i dettagli della vostra storia clinica, quindi controllate la vostra documentazione a casa o chiamate il vostro medico di base per un aggiornamento. Preparatevi con almeno alcune nozioni di base su:

  • La vostra storia medica personale: Immunizzazioni effettuate, precedenti malattie o interventi chirurgici importanti, allergie note, comprese quelle ai farmaci.
  • La vostra storia di salute mentale: Qualsiasi storia di depressione, disturbi d’ansia o altri disturbi mentali.
  • Anamnesi ginecologica: Età della prima mestruazione, dettagli sul vostro ciclo, se avete problemi di sindrome premestruale o di sindrome premestruale, precedenti interventi chirurgici ginecologici, storia di Pap test anomali o di malattie sessualmente trasmissibili.
  • Anamnesi ostetrica: Gravidanze precedenti, comprese le complicazioni o le perdite di gravidanza e i dettagli sui parti precedenti.
  • Esposizione potenziale a malattie: Eventuali malattie contagiose a cui si può essere stati esposti (ad esempio, se si è viaggiato all’estero di recente o se si lavora nel settore sanitario).

LEGGI ANCHE:

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nomi ebraici maschili: splendide idee da non perdersi

Dove comprare uno smartwatch per bambini: guida all’acquisto

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contentsads.com