Vulvovaginite nelle bambine: cause, sintomi e trattamento

Ecco alcune cose che puoi fare per ridurre le probabilità che tua figlia abbia un attacco ripetuto.

Se tua figlia si lamenta del sedere dolorante o si gratta la zona genitale, potrebbe avere la vulvovaginite, un’infiammazione della vulva e della vagina. È il problema ginecologico più comune nelle ragazze giovani (soprattutto in età scolare), anche se può verificarsi a qualsiasi età.

Mentre si possono associare le infezioni vaginali all’attività sessuale, le ragazze giovani che non hanno ancora raggiunto la pubertà sono particolarmente suscettibili alla vulvovaginite per ragioni che non hanno nulla a che fare con il sesso.

Poiché tua figlia non ha ancora peli pubici o labbra grasse per la protezione, vestiti, prodotti chimici, saponi e farmaci possono facilmente irritare la pelle delicata della vulva. Anche un oggetto estraneo posto accidentalmente lì – qualcosa di semplice come un pezzo di carta igienica – può causare infiammazione.

A differenza di una donna adulta (o anche di un neonato o di un adolescente), tua figlia in crescita non ha estrogeni per difendere il suo tratto vaginale. Il pH della sua vagina è alto, creando un ambiente fertile per la crescita dei batteri. Oppure potrebbe non aver ancora perfezionato la tecnica di pulirsi da davanti a dietro.

In ogni caso, mentre essere dolorante e possibilmente puzzolente nelle sue parti private può essere sconvolgente, la condizione non è grave.

Anche una vulvovaginite frequente non influenzerà la futura vita riproduttiva di tua figlia. Anche se ci sono alcuni casi ostinati, liberarsene può essere semplice come bandire le bolle dal suo bagno.

Quali sono i sintomi della vulvovaginite?

Prima che si lamenti del dolore, potresti notare tua figlia che si gratta o si strofina l’inguine. Inoltre, potresti vedere che si siede o cammina in un modo anomalo. Presto, però, probabilmente ti farà sapere che le fa male, perché nella maggior parte dei casi la vulva diventa estremamente irritata, tanto da impedirle di dormire. Quando la controlli, la sua area genitale sarà rossa e forse gonfia. Spesso, anche se non sempre, noterai uno scarico vaginale sulle mutandine. Può essere leggero o pesante e di solito è giallo, verde o marroncino. Indipendentemente dal colore, probabilmente avrà un odore sgradevole. In casi molto rari, le perdite possono essere sanguinolente.

Tua figlia può dirti che sente bruciore quando fa pipì. Questo è il risultato dell’urina che tocca la sua pelle irritata – anche se spesso viene scambiato per un segno di infezione del tratto urinario. Se la bambina ha uno di questi sintomi, prendi un appuntamento con il suo medico.

Cosa causa la vulvovaginite?

Ci sono molti tipi di vulvovaginite e molte spiegazioni, che vanno dallo stare in giro con un costume da bagno bagnato a un’infezione parassitaria. Le cause gravi, come i tumori, sono estremamente rare; è molto più probabile che i collant di tua figlia siano troppo stretti. Ecco alcune possibilità.

Squilibrio batterico

Una vagina sana è piena di batteri. La vulvovaginite può presentarsi quando il normale equilibrio dei vari batteri è sconvolto. Una coltura di laboratorio delle perdite può mostrare una quantità eccessiva di un particolare batterio che, in quantità minori, non sarebbe fastidioso. La ragione esatta della crescita eccessiva non è sempre nota, anche se a volte l’equilibrio è alterato dagli antibiotici, o dall’introduzione di un nuovo batterio. Ciò può dipendere dal toccarsi i genitali con le mani sporche, per esempio. Anche la masturbazione frequente è considerata responsabile di questa problematica.

A volte la vulvovaginite può essere causata da un’infezione secondaria. Se la bambina ha avuto uno streptococco alla gola di recente, i batteri dello streptococco possono essersi fatti strada nella vagina e aver causato i sintomi lì. Nella vulvovaginite causata da streptococco, la vulva è particolarmente rossa e solitamente dolorosa.

Igiene

È anatomico: la distanza tra la vagina e l’ano non è così grande, e nemmeno le capacità di pulirsi di molte ragazze giovani. Se quest’area non è tenuta pulita, l’E. coli e altri batteri del tratto gastrointestinale possono facilmente farsi strada fino all’apertura vaginale.

Posizione della pipì

Come la maggior parte delle ragazze, tua figlia probabilmente fa pipì con le ginocchia unite. Questo aumenta la possibilità che l’urina salga nella vagina e causi un’infezione.

Vermi solitari

Conosciuti anche come vermi filiformi, questi parassiti sono comuni nei bambini. I vermi soliti depongono le loro uova intorno all’ano. Se tua figlia ha i vermi solitari, questi potrebbero essersi diffusi alla vulva e alla vagina.

Oggetti estranei

Pezzi di carta igienica o altri oggetti possono rimanere bloccati nella vagina di tua figlia, causando odore, perdite o sanguinanti.

vulvovaginite bambine

Irritanti esterni

A volte basta una giornata calda e vestiti che sono aderenti o non traspiranti per infiammare la pelle sensibile. Anche i bagni di schiuma e i saponi aggressivi possono causare rossore e prurito.

Candida

Mentre le infezioni da lievito sono un fastidio comune per le donne, di solito non disturbano le ragazze che non hanno iniziato la pubertà. A meno che non abbia da poco terminato un ciclo di antibiotici, non porti ancora i pannolini o abbia un sistema immunitario compromesso, è improbabile che tua figlia abbia questo fungo. Quest’ultimo causa perdite biancastro-gialle simili alla ricotta e una vulva molto rossa e infiammata.

Le infezioni croniche da lievito nei bambini possono essere un segno di diabete o di immunosoppressione. Se tua figlia ha una candida frequente, parla con il suo medico per identificare le possibili cause.

Abuso

I bambini che non hanno contatti sessuali con gli adulti sono generalmente al sicuro dai batteri trasmessi sessualmente. Quest’ultimi causano la vulvovaginite per via di malattie come la tricomoniasi, la clamidia e la gonorrea. Se la coltura di tua figlia risulta positiva a queste o ad altre malattie a trasmissione sessuale, sarà necessario valutare un abuso sessuale.

Adesione labiale

Le labbra interne della vagina (le piccole labbra) si incollano in circa il 2% delle bambine fino a 6 anni. L’adesione labiale non è una condizione grave, ma può contribuire alla vulvovaginite.

Una condizione della pelle

La sclerosi lichenica è una condizione della pelle non comune, in cui appaiono aree di pelle bianca e sottile a chiazze, spesso sui genitali. Può causare pelle molto sensibile e vulvovaginite.

Come viene valutata e trattata la vulvovaginite?

Per prima cosa, il medico probabilmente parlerà con te e con tua figlia dei suoi sintomi e di qualsiasi malattia o farmaco recente. Cercherà di capire anche come fa il bagno e cosa le piace indossare, e soprattutto come si pulisce. Esaminerà poi delicatamente l’area genitale esterna. Questo può essere imbarazzante per lei, ma non farà male o sarà fisicamente invadente. Se c’è uno scarico, il medico può prendere un campione con un tampone.

La vulvovaginite sarà trattata a seconda della sua causa. Se risulta essere un’infezione batterica, probabilmente riceverà una prescrizione di antibiotici. Il medico ti dirà come puoi aiutarla ad alleviare il dolore immediato. Possono essere utili frequenti bagni caldi (senza sapone), impacchi freschi, impacchi di sale di Epsom ed eventualmente l’uso di salviette umide (scegli quelle per la pelle sensibile). Il medico probabilmente raccomanderà anche di pulirsi da davanti a dietro e di indossare abiti di cotone larghi per far entrare l’aria e mantenere la vulva asciutta.

vulvovaginite bambine cause

A seconda della diagnosi, il medico può anche raccomandare un antibiotico topico, una crema antimicotica, una crema all’idrocortisone o una pomata per accelerare la guarigione e lenire il dolore. È importante mantenere il tessuto sensibile dall’irritazione continua, perché il tessuto irritato è più probabile che si infetti rispetto al tessuto normale, e l’area vaginale (buia, umida e calda) è l’ambiente perfetto per gli organismi che causano infezioni.

Si può prevenire?

Non ci sono garanzie, ma ecco alcune cose che puoi fare per ridurre le probabilità che tua figlia abbia un attacco ripetuto (alcune ragazze sono più inclini di altre) o che la prenda in primo luogo.

Mantieni la sua area genitale il più pulita possibile, assicurandoti che si pulisca da davanti a dietro dopo aver usato il bagno (è una buona abitudine sia per la cacca che per la pipì). Incoraggiala a fare la pipì con le ginocchia divaricate, il che aiuterà ad evitare che l’urina salga nella vagina (falla sedere sul water all’indietro – rivolta verso il coperchio del water – aiuterà a distendere le labbra mentre urina). Inoltre, insegnale a lavarsi bene le mani sia prima che dopo aver usato il bagno.

Scegli carta igienica non profumata e non usare prodotti profumati (come le ciprie). Evita i bagni di schiuma e i saponi aggressivi; non lasciare una saponetta nella vasca mentre lei è in acqua. Se le lavi i capelli nella vasca, fallo alla fine del bagno, così non rimarrà a lungo nello shampoo. Sciacquala bene col doccino dopo il bagno. Se tua figlia ha spesso la vulvovaginite, inoltre, passa alla doccia e limita l’uso del sapone nella zona genitale.

Assicurati che sia completamente asciutta dopo il bagno o la doccia prima che si vesta. Qualche secondo di asciugacapelli regolato al minimo può aiutare ad asciugarla tra le gambe. Infine, falle rispettare alcune regole di abbigliamento: niente jeans stretti, mutande di nylon, pigiami con i piedi cuciti o altri vestiti che limitano la circolazione dell’aria. Sceglie il cotone largo e cerca di limitare il suo tempo in body, collant e costumi da bagno di nylon bagnati. Lava la sua biancheria intima in un detergente delicato e non usare additivi per l’asciugatrice come i fogli di ammorbidente.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La leucemia nei bambini: sintomi e trattamento

Testicoli gonfi nei bambini: cosa fare

Leggi anche
  • ZainoZaino scuola per bambini: modelli e marche migliori

    Le vacanze estive stanno finendo ed è tempo di pensare al rietro a scuola; Zaino scuola per bambini: modelli e marche migliori.

  • zaini scuolaZaini scuola: quale scegliere per i propri figli

    La scelta degli zaini scuola per i figli è fondamentale per affrontare l’anno scolastico in arrivo. Sicuramente alla moda, ma comodi e di qualità.

  • Loading...
  • zaini per bambiniZaini per bambini: il meglio per la scuola

    Gli zaini per bambini per il ritorno tra i banchi sono in vario tipo, con fantasie e stili diversi: dai personaggi Disney ai super eroi sino a Batman.

  • zaino elementare bambina 2Zaini elementari bimba: le tendenze del momento

    Con l’inizio delle scuole elementari è importante scegliere,per la propria bambina, uno zaino comodo e capiente ma al passo con le tendenze del momento.

  • zaini elementari bambinoZaini elementari bambino: quale acquistare

    Lo zaino è l’accessorio fondamentale per la scuola elementare: in esso verranno riposti tutti gli oggetti necessari per affrontare la quotidianità scolastica. Quali caratteristiche deve avere uno zaino adatto ad un bambino? Di seguito i modelli migliori.

Contents.media