Notizie.it logo

Vista neonati: cosa e come vedono?

Vista neonati cosa e come vedono

Dalla nascita ai sei mesi, ecco come si sviluppa la vista nei neonati.

Vista neonati: Molti si chiedono se i neonati possono vedere da appena nati, ma soprattutto quando riescono a riconoscere il viso dei propri genitori. Inoltre tra i tanti quesiti la maggior parte delle persone si domanda quando questi ultimi sono in grado di distinguere i colori. Ma soprattutto come riescono a vedere fino al primo anno della loro vita.

COSA E COME VEDONO I NEONATI?

I primi 8 mesi di vita del neonato sono di assoluta importanza, e in questa fase di tempo che si sviluppa la vista. Durante il periodo della gravidanza gli occhi tendono a formarsi, ma soltanto dal secondo mese fino al settimo questi tendono a completare la vista completamente. Infatti questi rimangono al sicuro grazie alle palpebre, che svolgono una vera e propria barriera protettiva.

Durante la gravidanza quindi più precisamente dalla 28esima settimana, il feto apre gli occhi e da questo momento è in grado di riconoscere almeno la luce e il suo opposto.

Nel momento in cui la luce oltrepassa la parte addominale, quest’ ultima viene rilevata dal bambino con colori come il viola o il rosso.

Gli studiosi infatti secondo le proprie teorie, pensano che i bambini amano i giochi di colore rosso per questo motivo.

COME VEDONO I NEONATI

Il parto oltre che ad essere delicato comporta al piccolo un gonfiore degli occhi, questo accade per via della pressione, ma niente paura dopo solo poche ore questo fattore scompare tranquillamente.

La vista dei neonati quindi non è perfetta nelle prime settimane, in quanto non risulta essere ancora del tutto formata. Infatti tutti i più piccoli appena nati sono tutti leggermente miopi, soltanto da vicino ad una distanza di circa 20-25 cm riescono a riconoscere tutto ciò che sfiora il proprio viso.

Soltanto con il tempo si acquisterà una vista completa e chiara. Lo stesso procedimento avviene allo stesso modo quando ancora si trova all’interno della pancia della mamma, in quanto riesce a captare la luce di giorno o con una lampada accesa e il buio la notte o in luoghi bui.

Generalmente dopo la nascita i neonati si fissano in modo particolare sul viso dei propri genitori.

Più che altro anche se per pochi istanti si concentra sui loro occhi, dopodiché la sua attenzione passa verso le labbra, i capelli, il naso e tutte le altre parti del viso.

2° MESE DI VISTA

La mamma rappresenta il suo punto di riferimento nei primi due mesi di vita, infatti riesce a vedere in modo decente tutto ciò che è vicino al suo volto. I muscoli oculari riescono ad essere controllati dal piccolo poco dopo la sua nascita, quest’ ultimo desta la sua attenzione soltanto a quello a cui è realmente interessato e da ciò che è attratto. Per questo riesce a girare lo sguardo su qualunque oggetto vicino che si muove.

E’ necessario quindi mettere al di sopra del suo piccolo letto dei giocattoli in movimento, come ad esempio delle api, che con il loro colore riescono ad attrarre la sua attenzione.

La mamma riesce ad avere maggiore contatto con il neonato grazie anche al momento

, inoltre il contatto ravvicinato è in grado di stabilire un legame fiducioso sin dai primi istanti.

Gli elementi e le azioni principali che non devono mai mancare sono il latte, l’amore, l’affetto e la calma.

VISTA DAL 3° MESE

Raggiunto il terzo mese di vita si ottiene una visione più ampia, ovvero entrambi gli occhi riescono a formarsi del tutto. La distanza massima che riesce a vedere è circa di 8 metri, in quanto è capace di mettere a fuoco e di unire le informazioni ricevute da entrambi gli occhi.

VISTA AL 6° MESE

Arrivati ai 6 mesi di vita i neonati ottengono una vista completa sotto tutti i punti di vista, soprattutto sotto l’aspetto della profondità. Quest’ ultima infatti risulta essere più precisa e delineata.

© Riproduzione riservata
Leggi anche