Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Ucraina, mamma uccide la figlia di 3 settimane

omicidio

Una mamma ucraina ha ucciso la sua bambina di tre settimane tagliandole la gola in un raptus di violenza.

In un paesino dell’Ucraina una donna è stata arrestata con l’accusa di aver ucciso la sua bambina di tre settimane. La neo-mamma avrebbe infatti tagliato la gola alla figlia in un raptus omicida.

Uccide la figlia tagliandole la gola

Un caso agghiacciante quello che arriva dall’Ucraina dove una giovane mamma di ventuno anni è stata arrestata con l’accusa di omicidio. La ragazza avrebbe tagliato la gola alla figlia neonata durante un raptus di violenza. Questo è quanto riportato dal marito e papà della piccola che durante la tragedia si era allontanato da casa per buttare la spazzatura. La donna avrebbe infatti approfittato dell’assenza del marito per recarsi nella stanza della bambina e tagliarle la gola con un coltello da cucina. Al ritorno il padre ventiseienne ha trovato la donna sotto shock e completamente coperta di sangue. Subito allarmato è corso dalla figlia per la quale purtroppo non c’è stato nulla da fare. Quando la polizia è arrivata sul posto ha trovato l’arma del delitto ancora insanguinata nel lavandino della cucina e una famiglia disperata.

Secondo la suocera della donna sarebbe stata la gelosia la causa scatenante di questo efferato omicidio. La stessa ha dichiarato alla stampa locale: ‘‘È successo tutto in pochi minuti. Mentre mio figlio si era allontanato per portare fuori la spazzatura, lei ha afferrato un coltello da cucina e ha tagliato la gola di mia nipote, che tutti amavamo immensamente. La mamma invece era solo gelosa delle attenzioni che tutti avevano nei suoi confronti. Soprattutto aveva paura che il marito potesse amare la bambina più di quanto amasse lei”.

coltellata

La donna soffriva di disturbi psichici

Pare che la mamma della bambina soffrisse da tempo di disturbi psichici e fosse stata ricoverata a lungo in un istituto psichiatrico, dal quale era uscita pochi giorni dopo il parto. La donna era stata anche colpita da una grave forma di meningoencefalite che avrebbe potuto aggravare le sue condizioni di salute già precarie. Probabilmente la donna era affetta da una forma di depressione post partum ed è stata portata subito in un istituto penitenziario psichiatrico dove riceverà le cure adeguate. Una tragedia che si è consumata davvero in pochi secondi ed ha causato la morte istantanea della bambina. Il portavoce degli agenti che hanno seguito il caso, Anton Kruk, ha confermato che la bambina è morta a causa di una profonda ferita all’altezza della gola mentre la madre non è ancora in grado di dire perché abbia agito in questo modo. Ora la polizia sta indagando sull’accaduto mentre la donna è in attesa del processo.

© Riproduzione riservata
Leggi anche