Tutto ciò che c’è da sapere sulle perdite da impianto

Ecco alcune domande e risposte comuni per aiutarvi a essere più consapevoli e informate sul sanguinamento da impianto.

All’inizio della gravidanza è molto comune sperimentare perdite da impianto. Ma cosa sono e perché si verificano? Ecco alcune domande e risposte comuni per aiutarvi a essere più consapevoli e informate sul sanguinamento da impianto.

Cosa c’è da sapere sulle perdite da impianto

Quali sono le cause?

Risposta breve: l’embrione si impianta nell’utero, il che stabilisce la gravidanza, ma può anche causare un piccolo sanguinamento.

Come si verifica?

Se state cercando attivamente di concepire, probabilmente state monitorando e contando i giorni del vostro ciclo. La maggior parte delle gravidanze raggiunge la fecondazione o il concepimento (quando l’ovulo e lo spermatozoo si uniscono per formare l’embrione) nei due giorni precedenti o nel giorno dell’ovulazione, che avviene in media intorno al 14° giorno.

Dopo l’ovulazione, il corpo inizia a preparare il rivestimento dell’utero affinché sia abbastanza forte da sostenere una gravidanza.

Se si verifica la fecondazione, una piccola cisti sull’ovaio, chiamata corpo luteo, inizia a secernere progesterone ed estrogeni. Questo stimola l’ispessimento del rivestimento uterino, in particolare attraverso la formazione di ghiandole e vasi sanguigni. La fase successiva della gravidanza è l’impianto, che avviene tra i giorni 20-24 del ciclo.

Come faccio a sapere che non sono le mestruazioni?

La tempistica e il carattere del sanguinamento possono aiutare a distinguere le mestruazioni dal sanguinamento da impianto. L’impianto avviene in genere 10-14 giorni dopo l’ovulazione e il concepimento, cioè circa una settimana prima della mestruazione prevista. Il sanguinamento che si può verificare durante l’impianto è in genere solo una piccola quantità di sanguinamento leggero, forse anche solo perdite o spotting di colore rosato, rosso o marrone.

perdite da impianto cosa sapere

Cosa succede se non ho avuto perdite da impianto?

Non preoccupatevi, non tutte sperimentano un’emorragia da impianto anche se la gravidanza è andata a buon fine. A volte non si verifica affatto o, in altri casi, l’emorragia può essere così minima da non essere nemmeno notata. Se vi mancano le mestruazioni, fate un test di gravidanza sulle urine e contattate il vostro medico curante per stabilire un’assistenza prenatale tempestiva.

L’emorragia può provocare dolore?

È molto comune avere dei leggeri crampi all’inizio della gravidanza. Tuttavia, il dolore può anche essere un segnale d’allarme che indica che sta succedendo qualcos’altro. Se il dolore addominale e i crampi sono forti o se il dolore è acuto, lancinante o lateralizzato a un lato del corpo, consultate il vostro medico il prima possibile. Dolore + sanguinamento + test di gravidanza positivo possono essere un indicatore di una gravidanza ectopica (una gravidanza localizzata al di fuori dell’utero) e, in alcuni casi, possono costituire un’emergenza.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come affrontare i disagi della gravidanza: preziosi consigli

Come rafforzare il legame tra papà e bambino durante la gravidanza

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media