Trentanovesima settimana di gravidanza: tutti i dettagli

Da un momento all'altro potrebbe verificarsi la rottura delle acque!

Sei alla trentanovesima settimana di gravidanza? Ormai manca poco al grande giorno, ed è necessario prepararti e informarti quanto più possibile.

Ecco tutti i sintomi e i dettagli fondamentali.

I punti salienti di questa settimana

Termine completo

Congratulazioni! Il tuo bambino è ora a termine.

Questo significa che è più probabile che nasca sano rispetto ai bambini nati prima.

Resta attiva

Camminare è un’attività sicura da continuare per tutti i nove mesi di gravidanza. Cerca di fare dai 20 ai 30 minuti al giorno.

Pronta ad allattare?

Più allatti, più latte produrrai: da 8 a 12 volte ogni 24 ore è più o meno l’obiettivo.

Quanti mesi sono 39 settimane?

Sei al nono mese!

Sviluppo del bambino alla trentanovesima settimana di gravidanza

Finalmente a termine!

Il tuo bambino è a termine questa settimana e aspetta di salutare il mondo! Il termine completo è da 39 a 40 settimane. I bambini nati prima di 37 settimane sono pretermine, da 37 a 38 settimane sono pretermine, 41 settimane sono tardivi, e quelli nati dopo 42 sono post-termine.

Si sta ancora rimpolpando

Continua a costruire uno strato di grasso per aiutare a controllare la sua temperatura corporea dopo la nascita.

trentanovesima settimana di gravidanza dettagli

Sintomi alla trentanovesima settimana di gravidanza

Scalciare, scalciare, scalciare

Continua a prestare attenzione ai movimenti del tuo bambino. Fai sapere subito al tuo medico o all’ostetrica se sembrano diminuire. Il tuo bambino dovrebbe rimanere attivo fino al parto, e un notevole rallentamento dell’attività potrebbe essere un segno di un problema.

Maturazione della cervice

A un controllo prenatale, il tuo medico potrebbe fare un esame interno per vedere se la tua cervice ha iniziato a maturare: ammorbidendosi, effondendosi (assottigliandosi) e dilatandosi (aprendosi). Tuttavia anche con queste informazioni, non c’è ancora modo di prevedere esattamente quando il tuo bambino sta arrivando.

Perdita di liquido

Chiama il tuo medico se pensi che le tue acque possano essersi rotte. A volte c’è un grande zampillo di liquido, ma a volte c’è solo un piccolo zampillo o una perdita lenta. Non cercare di fare la diagnosi da sola. Chiama anche se sospetti solo di avere una perdita. Se le acque si rompono ma le contrazioni non iniziano presto, sarai indotta.

Lista di controllo alla trentanovesima settimana di gravidanza

Impara a conoscere il tuo corpo dopo la nascita

È normale sembrare ancora incinta dopo il parto. Ci sono voluti nove mesi per arrivare qui, dopotutto.

Fai scorta di intrattenimento leggero

Fai una lista di spettacoli in streaming, compra o prendi in prestito riviste e libri, o abbonati a qualche nuovo podcast. Potresti aver bisogno di distrarti durante le lunghe ore del primo travaglio.

Acquista reggiseni per l’allattamento

Se hai intenzione di allattare e non hai ancora comprato reggiseni da allattamento, questo è il momento giusto. Portali in ospedale: li vorrai per il comfort e il sostegno.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Trentottesima settimana di gravidanza: tutti i dettagli

Quarantesima settimana di gravidanza: tutti i dettagli

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • Loading...
  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media