tiralatte: come usarlo

L’allattamento è un momento delicato e particolare per mamma e bambino. Può capitare, infatti, che vi siano situazioni in cui, per diverse ragioni, il bimbo non riesca a succhiare il latte materno direttamente dal seno (perché il seno è troppo duro, perché il capezzolo è troppo piatto e largo per la bocca del piccino, soprattutto se la bocca piccola, etc).

Per tutti questi casi è stato ideato il tiralatte che aiuta la mamma a “tirar fuori” il latte dal seno; esistono i tiralatte mini-elettrici, noleggiabile o acquistabile, di dimensioni contenute quindi molto pratico che funziona a batterie, consigliato per un uso intenso oppure il tiralatte elettrico, disponibile solo a noleggio e di dimensioni più consistenti, con doppio attacco per estrarre il latte da entrambi i seni, utile soprattutto per aumentare la produzione di latte o mantenerla in caso di distacco madre-bambino.

Il tiralatte, tuttavia, non potrà mai sostituire il bambino e la sua efficacia nell’estrazione del latte: spesso le mamme fanno fatica ad estrarre il latte con il tiralatte nonostante ne abbiano in abbondanza, allo stesso modo, non è efficace quanto il bambino, dal punto di vista del mantenimento del latte. Tendenzialmente il latte terminerà prima con l’utilizzo dello strumento rispetto all’allattamento naturale.

In ogni caso, per mantenere una produzione di latte costante e duratura il più possibile nel tempo, è necessario mantenere anche con l’uso del tiralatte il ritmo delle poppate che si farebbero naturalmente.

I tiralatte elettrici che funzionano a batterie sono praticissimi: è sufficiente assicurarsi di inserire le batterie e posizionare l’attacco al seno (in alcuni è inoltre regolabile la forza di estrazione). Il latte scenderà automaticamente nel piccolo biberon attaccato. Con il doppio attacco la comodità aumenta in quanto l’estrazione avviene contemporaneamente da entrambi i seni.

In merito all’utilizzo del tiralatte, le madri dovrebbero essere tranquillizzate e non considerarla come la soluzione estrema oltre la quale c’è solo il latte artificiale, come se la cosa fosse un reato. Già di per sé il non poter allattare direttamente il proprio bimbo rappresenta un motivo di stress, di abbattimento per molte madri che si sentono costantemente sotto esame.

Anche l’allattamento con estrazione del latte mediante tiralatte è allattamento e come tale necessita di relax da parte della madre, tranquillità e serenità nell’ambiente circostante (meglio se il bambino è vicino alla mamma durante l’estrazione), massaggio del seno prima dell’estrazione del latte e la presenza di meno persone intorno possibile, soprattutto se queste avanzano commenti, suggerimenti o proprie idee circa il metodo utilizzato.

Scritto da Arianna Spatafora
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Bambini con voci incredibili

latti di proseguimento: cosa sono?

Leggi anche
  • zuppa di polloZuppa di pollo con farro e funghi shiitake

    Una saziante e deliziosa zuppa ricca di nutrienti essenziali.

  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Loading...
  • ginger sickness 125104224 resizedZenzero contro la nausea
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • ZainoZaino scuola per bambini: modelli e marche migliori

    Le vacanze estive stanno finendo ed è tempo di pensare al rietro a scuola; Zaino scuola per bambini: modelli e marche migliori.

Contents.media