Test di gravidanza a casa: tutto ciò che c’è da sapere

Quali scegliere, come usarli e quanto aspettare.

I test di gravidanza a casa funzionano rilevando la presenza di un ormone chiamato gonadotropina corionica umana (hCG) nelle urine. Alcuni kit potrebbero essere abbastanza sensibili da dare un risultato positivo già cinque giorni prima del prossimo periodo.

Tuttavia, è più probabile ottenere un risultato accurato (ed evitare un falso test di gravidanza negativo) se aspetti di fare il test fino a dopo il primo giorno del tuo ciclo mancato.

Quando puoi fare un test di gravidanza a casa?

È più probabile che tu ottenga un risultato accurato se aspetti da qualche giorno a una settimana dopo che ti aspetti le mestruazioni prima di fare un test di gravidanza. Alcuni test sostengono di essere abbastanza sensibili da darti un risultato positivo già cinque giorni prima che ti aspetti il tuo prossimo periodo. Alcune donne avranno prodotto abbastanza hCG per ottenere un risultato positivo a quel punto.

Quindi, se sei ansiosa di sapere, vai avanti e prova. Se ottieni un risultato negativo, puoi semplicemente aspettare e rifare il test più tardi se non hai ancora avuto le mestruazioni.

La maggior parte dei test di gravidanza a casa sostiene di essere accurata nel giorno in cui ti manca il ciclo, ma anche in questo caso, la quantità di hCG nelle urine in questo momento può variare molto da una donna all’altra.

Se fai il test troppo presto, potresti ottenere un falso test di gravidanza negativo (un risultato negativo anche se sei incinta), o un risultato poco chiaro come una linea debole.

Come funzionano i test di gravidanza a casa?

I test di gravidanza casalinghi dicono se sei incinta o no rilevando la presenza di hCG nelle tue urine. Quest’ormone è prodotto dalle cellule che si svilupperanno nella placenta. Entra per la prima volta nel flusso sanguigno quando l’ovulo fecondato inizia ad impiantarsi nel rivestimento dell’utero, già sei giorni dopo la fecondazione.

La quantità di hCG nel tuo corpo aumenta rapidamente nelle settimane successive, spesso raddoppiando ogni due giorni circa. Quando un test di gravidanza rileva l’ormone nelle tue urine, mostra un risultato positivo. I test di gravidanza casalinghi sono ora accurati al 99% circa, se fatti correttamente, e non c’è motivo di pagare di più per un test piuttosto che un altro.

Ciò che differisce tra i test è la loro sensibilità. Rilevare l’hCG nelle urine di qualcuno incinta di 6 mesi (quando c’è molta hCG) rispetto a 6 giorni dopo l’ovulazione (quando c’è una quantità molto piccola di hCG) sono due compiti molto diversi. La capacità di un test di rilevare piccole quantità di hCG nelle urine dipende dalla sensibilità del test. Non è sempre facile dire quali sono i più sensibili. Nuovi prodotti escono frequentemente e i produttori possono apportare miglioramenti in qualsiasi momento.

Alcuni foglietti illustrativi forniscono informazioni sulla sensibilità di un test. Riportano quindi la più bassa concentrazione di hCG in milli-unità internazionali per millilitro di urina che il test può rilevare. Per esempio, un test di gravidanza che dichiara di essere in grado di rilevare hCG a 20 mIU/ml dovrebbe essere più sensibile di uno che dichiara di rilevarla a 50 mIU/ml.

Come si usa un test di gravidanza a casa?

Per ottenere i migliori risultati quando si usa un test di gravidanza casalingo:

  • Assicurati che il test sia aggiornato. Controlla la data di scadenza sulla confezione, soprattutto se ce l’hai da un po’. Se hai conservato il test in un luogo umido o caldo, come il bagno, potrebbe essersi deteriorato. In questo caso, è meglio buttarlo via e prenderne uno nuovo
  • Fai il test come prima cosa al mattino. La tua urina è più concentrata quando ti alzi, quindi i livelli di hCG (se presenti) saranno più facili da rilevare in quel momento
  • Leggi attentamente le istruzioni. Le indicazioni variano a seconda delle marche. Alcune richiedono di urinare in una tazza e poi usare il contagocce fornito per mettere un piccolo campione nel pozzetto del test. Con altre, si può fare pipì direttamente sul dispositivo di analisi. Alcuni ti permettono di fare entrambe le cose.

I test variano anche nel modo in cui visualizzano i risultati. Per esempio, alcuni mostrano linee rosa o blu sulla striscia di test, mentre altri rivelano un segno rosso più o meno in una finestra. I test “digitali” ti dicono a parole se sei incinta. La maggior parte ha un indicatore di controllo (spesso una seconda linea o un simbolo) per indicare se il test è valido. Possono essere necessari fino a 10 minuti per vedere i risultati. Se l’indicatore di controllo non appare correttamente, il test potrebbe essere difettoso. Di solito puoi chiamare il produttore e fartene mandare uno nuovo (anche se probabilmente non arriverà abbastanza presto da poterlo usare quello stesso mese).

Se hai domande su come usare un test, chiama il numero verde del produttore sulle istruzioni della confezione. Se il test mostra un risultato negativo o debolmente positivo, aspetta ancora qualche giorno o una settimana e prova di nuovo se non hai ancora avuto il ciclo. Una possibilità è che tu abbia ovulato più tardi nel tuo ciclo rispetto a quanto pensavi e che tu abbia fatto il test troppo presto per ottenere un risultato positivo.

Non pensare che un risultato negativo significhi che non sei incinta. La quantità di hCG prodotta è diversa per ogni donna e varia con ogni gravidanza. Se sospetti di essere incinta (per esempio, se hai i primi sintomi della gravidanza) e hai ancora un test negativo, ripeti un test di gravidanza tra una settimana se non hai ancora avuto il ciclo.

Se non hai ancora avuto le mestruazioni o un risultato positivo due settimane dopo che te lo saresti aspettato, contatta il tuo medico.

Test di gravidanza a casa quando farlo

Falsi test di gravidanza positivi

Un falso test di gravidanza positivo significa che ottieni un risultato positivo, ma non sei incinta. Questi sono rari, ma possono accadere in determinate circostanze:

  • Hai avuto un aborto spontaneo o un’interruzione di gravidanza nelle otto settimane precedenti o hai una gravidanza molare
  • Assumevi un farmaco per la fertilità contenente hCG (usato per indurre l’ovulazione nei trattamenti di fertilità)
  • Hai una rara condizione medica, come un tumore che secerne hCG
  • Stai usando un test scaduto o difettoso
  • Sei in menopausa o perimenopausa

Se hai un risultato positivo precoce e poi hai le mestruazioni subito dopo, potresti aver avuto quella che a volte viene chiamata una gravidanza chimica. Questo significa che un ovulo fecondato si è impiantato nel tuo utero e si è sviluppato abbastanza per iniziare a produrre hCG, ma poi ha smesso di svilupparsi per qualche motivo. Questa forma di perdita di gravidanza precoce di solito accade quando l’ovulo fecondato ha difetti che gli impediscono di crescere normalmente.

Dopo una gravidanza chimica, le mestruazioni possono essere un po’ più pesanti e qualche giorno più tardi del solito.

Nota: una gravidanza ectopica di solito risulta in un test di gravidanza positivo, anche se queste gravidanze mostrano aumenti di hCG più lenti. Non importa quale risultato ottieni da un test di gravidanza, chiama subito il tuo medico se:

  • Ti senti stordita o sei svenuta
  • Hai dolori addominali (specialmente un dolore acuto o lancinante nell’addome o su un lato del bacino)
  • Hai un’emorragia anormale
  • Esami del sangue per la gravidanza

La maggior parte dei fornitori di assistenza sanitaria usa un test di gravidanza sulle urine, proprio come faresti a casa, ma il tuo medico potrebbe invece eseguire un esame del sangue. Ci vuole da un’ora a un giorno o più per ottenere i risultati.

Tipi di test

  1. Un esame del sangue hCG qualitativo rileva semplicemente se c’è hCG nel tuo sangue. Dà risultati di gravidanza più o meno nello stesso tempo di un test delle urine. I risultati ritornano come “positivo” o “negativo”.
  2. Un esame del sangue quantitativo (test beta hCG o test del siero) misura l’esatta quantità di hCG nel sangue. I risultati si presentano come un numero. Questo test è molto accurato. Può rilevare l’hCG già da sei a otto giorni dopo l’ovulazione, circa una settimana prima delle mestruazioni. Ci vuole più tempo per ottenere risultati da un esame del sangue quantitativo, però.

Alcune società di analisi ti permetteranno di pagare online e poi andare in un laboratorio e farti prelevare un campione di sangue. La società ti fornirà il risultato il giorno dopo per telefono o online. Questi test partono da circa 40 dollari. Se decidi di usare una di queste compagnie invece di andare dal tuo medico, assicurati di scoprire quale tipo di test del sangue stanno usando.

Cosa fare dopo un test di gravidanza positivo

Alcune donne fanno più di un test di gravidanza (o diversi) solo per essere sicure, ma non è necessario. Una volta che hai ottenuto un test di gravidanza positivo, chiama il tuo medico per fissare una visita prenatale o per discutere le tue opzioni se non sei sicura di continuare la gravidanza.

Per le cure prenatali, i medici di solito programmano la visita per quando sei almeno 8 settimane di gravidanza, ma varia. Alcuni ti vedranno prima, soprattutto se hai una condizione medica o hai avuto problemi con una gravidanza in passato. È particolarmente importante vedere un dottore presto se hai nausea e vomito, sanguinamento vaginale o dolore addominale.

Se non hai già un medico di famiglia, un ginecologo o un’ostetrica, fai qualche ricerca e chiedi consigli. Non ritardare le tue cure mentre cerchi una buona soluzione, perché puoi sempre cambiare più tardi. Alla tua prima visita prenatale, il tuo medico verificherà la tua storia di salute, ti spiegherà le tue opzioni e altro.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tweaking del test di gravidanza: cos’è e a cosa serve

Quando fare il test di gravidanza?

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media