Come tenere i bambini al sicuro in luoghi affollati?

bambini al sicuro

Parchi divertimento, spiagge, parchi gioco, centri commerciali sono luoghi molto gettonati da parte di tantissime persone, sopratutto famiglie con bambini. Tuttavia, si tratta di luoghi che in alcuni particolari periodi possono diventare veramente molto affollati. In questi momenti, luoghi tranquilli possono diventare potenzialmente pericolosi per la sicurezza dei piccoli. Come tenere i bambini al sicuro in luoghi affollati? Ecco qualche consiglio.

Luoghi affollati pericolosi

In alcuni periodi dell’anno, luoghi che normalmente potrebbero sembrare tranquilli e piacevoli per trascorrere del tempo con i bambini, si riempiono di gente e diventano particolarmente affollati e caotici.

Tra questi ci sono sicuramente i centri commerciali, presi di mira nei weekend piovosi e non o durante le feste. I parchi gioco dopo l’orario scolastico e nei weekend soleggiati si riempiono di piccoli e grandi bambini desiderosi di divertirsi con un po’ di libertà.

Un altro luogo che spesso diventa “invivibile” e potenzialmente pericoloso per la sicurezza dei bambini è il parco divertimenti.

In estate, durante le vacanze o in inverno dei momenti speciali flotte di famiglie con bambini e giovani affollano questi luoghi per trascorrere intere giornate di divertimento.

Infine, le spiagge in estate si popolano di moltissime persone che le raggiungono per vivere le proprie vacanze. Sopratutto in luglio e agosto le spiagge diventano luoghi particolarmente affollati e poco vivibili, sopratutto da parte di famiglie con bambini.

Quante volte, quando ci si trova in questi luoghi nei momenti di particolare affollamento, si sentono gli altoparlanti richiamare genitori o cercare bambini che si perdono? Vi potranno sembrare genitori poco accorti o inaffidabili, ma in realtà basta una piccola distrazione per perdere di vista i propri bambini.

Come tenere i bambini al sicuro in questi luoghi? Ecco qualche utile suggerimento.

Sorvegliarli (sempre)

I bambini si sa, quando arrivano in un posto nuovo, sconosciuto oppure già visto ma molto divertente si scatenano e tentano di andarsene in giro da soli per prendersi tutto il divertimento ed esplorare.

Tutto questo è fattibile se in giro c’è poca gente, ma quando i luoghi diventano affollati, potrebbe essere un problema.

Troppa gente, confusione, sconosciuti, insomma, non si sa mai.

L’attenzione in alcuni casi è tutto. Dunque, non perdete mai di vista i vostri bambini, occhi puntati su di loro!

I grandicelli potrebbero memorizzare la strada per tornare da voi, ma i più piccoli non ne sarebbero in grado.

Non lasciateli soli

I bambini in luoghi affollati non dovrebbero mai essere lasciati da soli. Non si tratta di un modo per controllarli, ma solo per evitare che si allontanino senza rendersi conto di trovarsi poi incapaci a tornare. Oppure ancora di evitare che seguano qualcuno con cattive intenzioni, etc.

Per i piccoli meglio stabilire la regola di tenere sempre la mano del genitore, oppure sul passeggino. Se, al contrario, i bambini sono un po’ più grandi si può dir loro che restino a “portata di vista” (noi possiamo sempre vederti e tu puoi sempre vederci).

Chiedere aiuto

I bambini devono sapere che in caso di necessità devono chiedere aiuto.

Per farlo è necessario individuare, in ogni luogo potenzialmente affollato, le persone di riferimento.

Nei centri commerciali saranno gli agenti e/o i negozianti, nei parchi divertimento gli addetti al parco e/o alle attrazioni, in spiaggia sarà il bagnino e al parco giochi un adulto responsabile presente.

Insomma, ogni luogo ha le proprie persone di riferimento cui chiedere aiuto e alle quali anche i bambini possono rivolgersi in caso di necessità. Si prenderanno cura dei bambini durante la vostra ricerca e vi annunceranno con altoparlanti.

Libertà responsabile

Lasciare, ove possibile, una minima liberà può essere d’aiuto ai bambini più grandi che impareranno a sentirsi autonomi e responsabili.

Osservarli con discrezione, alla giusta distanza, insegnerà loro a essere sicuri di sé, senza paura.

In questo caso è sempre bene insegnare ai bambini a non dare retta agli sconosciuti, evitando così che si avvicinino a chiunque (o si facciano avvicinare). Spiegate la strada per tornare da voi, dando un luogo ove vi possono trovare.

Fatevi sempre dire quando si spostano e dove vanno, così sarà più facile per voi seguirli con lo sguardo e non perderli mai di vista.

Info utili

Alcune informazioni essenziali sono utilissime in caso di smarrimento. Quando i bambini non trovano più i loro genitori, conoscendo alcune semplici informazioni, faciliteranno il compito di ricerca dei genitori delle persone di riferimento.

Cosa devono sapere i bambini:

  • luogo dove trovare i genitori
  • nome e cognome dei genitori (o almeno di uno)
  • numero di cellulare di un genitore o di entrambi (per i bambini più grandi)

Braccialetti e app

Per i bambini piccoli può essere molto difficile, se non impossibile, memorizzare le informazioni basilari sopra citate per rintracciare i genitori.

Nel loro caso meglio fargli indossare un pratico e semplice braccialetto. Esistono in commercio numerose soluzioni di braccialetti per bambini ove poter indicare nome e numero di telefono dei genitori, utile in caso di smarrimento.

Ma le soluzioni possibili non finiscono qui.

Esiste infatti l’app SOS Bimbi che permette di rintracciare il proprio bambino in caso si perda.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
Foppapedretti Passeggino Hurra'
99 €
129 € -23 %
Compra ora
Avent Linea Igiene Accessori Neonato Sterilizzatore a Vapore ...
28.07 €
35.99 € -22 %
Compra ora
Foppapedretti Seggiolino Auto Go! Evolution
65 €
74 € -12 %
Compra ora
Innofit Linea Termica Puppy Tigrotto Scaldabile in Forno ...
22.41 €
24.9 € -10 %
Compra ora