Notizie.it logo

Tagesmutter, la modifica della Giunta Regionale

tagesmutter

Le Tagesmutter arrivano anche in Italia. Scopri la news su Mamme Magazine.

Dal 30 gennaio 2019 la Giunta regionale della Regione Calabria ha accolto nel sistema dei servizi educativi per la prima infanzia anche le «mamme di giorno», delle tate con una particolarità: curano i bambini nella propria casa. Sono meglio note come Tagesmutter, il nome tedesco con cui sono state riconosciute all’inizio nel Nord Europa. In Italia sono arrivate grazie all’iniziativa delle fondatrici di una cooperativa sociale del Trentino, Il Sorriso: spinte dall’urgenza di conciliare una buona carriera con una sana vita familiare, hanno creato il primo Nido familiare Tagesmutter italiano, riconosciuto ufficialmente dalla legge nel 2002.

Che cosa sono le Tagesmutter

La mamma di giorno può ospitare fino a cinque bambini contemporaneamente – tre se hanno meno di un anno. Gli orari possono essere concordati in base agli impegni dei genitori che usufruiscono del servizio, e si paga solo per le ore richieste.

Il cuore del progetto è la casa, con tutti i suoi significati: è il posto dove il bambino impara a convivere con gli adulti e altri bambini; dove si sente protetto, ed è incoraggiato a sperimentare; dove prende confidenza con le regole che scandiscono gli orari, l’uso degli spazi, la condivisione; dove la mamma ospitante e le famiglie possono confrontarsi; dove si creano le abitudini dei piccoli, che nel tempo si traducono nei valori dei grandi.

Ogni bambino è affidato nominalmente alla Tagesmutter, che a sua volta è socia di un ente no profit cui si rivolge per consultare diversi professionisti – psicologi, logopedisti, coordinatori – e verificare la qualità del proprio servizio. Per diventare una mamma di giorno non è richiesto un particolare titolo di studio, ma si deve seguire un corso gratuito, cui si accede dimostrando passione, un’esperienza precedente – anche coi propri figli – e disponibilità.

La formazione è diversa da regione a regione, ma in ogni caso la futura tagesmutter impara a progettare giochi e laboratori, a curare i rapporti con le famiglie, e in cosa consistono una buona alimentazione e le tecniche di primo soccorso.

Perché scegliere una Tagesmutter

Perché la Tagesmutter è un’ottima alternativa ad asili nido, strutture domiciliari e spazi gioco? Perché soddisfa innanzitutto i bisogni del bambino, che ha l’occasione di socializzare stando coi suoi coetanei, ma può anche contare su una solida figura di riferimento. E va incontro anche alle esigenze dei genitori: le Tagesmutter sono presenti in diverse regioni italiane – Toscana, Emilia Romagna, Piemonte, Lazio, Lombardia, Veneto – anche in zone scarsamente abitate, dove gli iscritti agli asili nido sono troppo pochi e i costi per mantenere gli edifici sono troppo altri.

La flessibilità dei loro orari le rende adattissime alla frenesia del mondo del lavoro di oggi, a beneficio anche della loro professione: viene promossa l’imprenditoria al femminile, con cui la mamma di giorno può integrare il proprio reddito e diventare una risorsa per la comunità.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche