Smettere di fumare: come farlo dopo la nascita del bambino

Alcuni consigli preziosi per prenderti cura di te stessa e dei tuoi cari.

Smettere di fumare è importante per la tua salute, ma lo è ancora di più per il tuo bambino e i tuoi cari. Jennifer, una mamma, aveva due ragioni per festeggiare quando è nato il suo primo figlio. Il primo: aveva un bellissimo bambino.

Il secondo: si sentiva finalmente libera di ricominciare a fumare. “Ho acceso una sigaretta il giorno in cui sono tornata a casa dall’ospedale”, dice.

Quando la donna è rimasta incinta del suo secondo figlio, ha di nuovo smesso di fumare per il bene del suo bambino. Questa volta, però, ha smesso per sempre. “Volevo essere presente per i miei figli”, dice. È passato più di un anno da quando è tornata a casa con il suo secondo bambino, e non ha ancora mai fumato.

“Quando si abbandona una cattiva abitudine, bisogna prenderla giorno per giorno e ora per ora”, dice.

Smettere di fumare durante la gravidanza è già abbastanza difficile. Per molte donne, tuttavia, una lotta ancora più grande inizia dopo la nascita del bambino. Secondo un rapporto del 2004, tra il 70% e l’85% delle donne che smettono di fumare durante la gravidanza ricominciano subito dopo il parto. Alcune hanno pianificato per tutto il tempo di ricominciare a fumare; altre volevano veramente smettere di fumare, sia per il loro bene che per quello del loro bambino.

Se hai smesso di fumare durante la gravidanza, congratulazioni! Hai fatto un regalo enorme al tuo bambino. Ora è il momento di rendere quel regalo permanente. Non solo proteggerai il tuo bambino dal fumo passivo, ma abbasserai il tuo rischio di malattie cardiache, cancro ai polmoni e altre malattie mortali. In breve, entrambi sarete in grado di respirare molto più facilmente.

Perché molte neomamme dovrebbero smettere di fumare

Hai già superato il peggio delle voglie e la nicotina è sparita da tempo dal tuo organismo, ma stare lontana dalle sigarette non sarà facile. “Il periodo post-partum è un momento molto vulnerabile”, dice Michelle Levine, una psicologa dell’Università di Pittsburgh. Per prima cosa, dice, quei mesi possono provocare molto stress, il tipo di stress che ti porta alla ricerca di qualcosa per calmare i nervi. Molte donne vedono le sigarette come una soluzione rapida ai problemi.

Più di ogni altra cosa, si può sentire la motivazione affievolirsi non appena il bambino è nato. Quando una donna è incinta, vede che non fumare è l’unico modo per proteggere il suo bambino. Una volta che il bambino è fuori dal suo corpo, però, vede altre opzioni: fumare in un’altra stanza o vicino a una finestra aperta, ad esempio. Tuttavia, fumare con un bambino in casa non dovrebbe mai essere un’opzione. I bambini che sono esposti al fumo passivo hanno il doppio delle probabilità di morire per la sindrome della morte improvvisa del lattante. Sono anche particolarmente vulnerabili all’asma, alla polmonite, alle allergie e alle infezioni dell’orecchio.

Il fumo passivo può anche rallentare la crescita dei polmoni di un bambino, aumentando potenzialmente il rischio di malattie polmonari in età adulta. Alcuni studi suggeriscono che i bambini che sono stati esposti al fumo di tabacco hanno maggiori probabilità di avere problemi di apprendimento e di sviluppare problemi di comportamento come l’iperattività e il disturbo da deficit di attenzione. Non importa quanto tu sia attenta alle tue sigarette: il fumo troverà il tuo bambino. Si diffonde rapidamente in tutta la casa anche se fumi in un’altra stanza. Infatti, le sigarette contamineranno l’ambiente del tuo bambino anche se fumi solo all’esterno (a causa della nicotina e delle altre tossine che si infiltrano dalla tua pelle e dai tuoi vestiti).

smettere di fumare gravidanza

Il fumo passivo

I ricercatori della San Diego State University hanno testato le tracce di fumo passivo nelle case in cui i fumatori hanno cercato di proteggere i bambini fumando in stanze diverse o all’aperto. Ebbene: la “protezione” è fallita. I livelli di nicotina e di altre sostanze chimiche nelle loro case – incluse le stanze dei bambini – erano da cinque a sette volte più alti che nelle case dei non fumatori. I test delle urine hanno mostrato che i bambini di queste famiglie erano stati esposti a otto volte tanto il fumo passivo. Una finestra aperta o un sistema di filtraggio di lusso possono aiutare a pulire l’aria, ma il tuo bambino condividerà comunque la tua abitudine.

Se stai allattando, ogni sigaretta che fumi contamina il tuo latte. La nicotina nel latte materno può rendere il tuo bambino agitato e irrequieto, e può fargli battere il cuore più velocemente. Se sei una fumatrice accanita, il bambino che allatti può soffrire di diarrea e vomito. Il fumo pesante diminuirà anche la tua produzione di latte, rendendoti più difficile mantenere il bambino ben nutrito.

Nota: la maggior parte degli esperti concorda sul fatto che è meglio continuare ad allattare anche se non puoi smettere di fumare. C’è un’altra persona che è destinata a soffrire se continui a fumare: tu. Avrai bisogno di molta resistenza per stare al passo con il tuo piccolo, e una tosse da fumatrice non ti aiuterà. Il quadro peggiora solo se si guarda a qualche anno più avanti. Secondo il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti, il fumo è la prima causa di malattie cardiache nelle donne sotto i 50 anni.

Se smetti di fumare ora, puoi dimezzare il tuo rischio in un anno. Il fumo è anche la causa principale del cancro ai polmoni, che uccide più donne italiane ogni anno di qualsiasi altro cancro, compreso quello al seno.

Smettere di fumare dopo il parto

Sei modi per smettere di fumare

Vuoi tenere il tuo bambino al sicuro e vuoi rimanere in salute? Questi due obiettivi ti lasciano una sola scelta: smettere di fumare per sempre. Ecco alcune strategie collaudate per restare senza fumo.

  1. Metti il tuo bambino in un passeggino e fai una breve passeggiata nel quartiere. L’attività, l’aria fresca e il cambiamento di scenario ti faranno bene, e se stai cercando un modo per perdere peso, l’esercizio fisico e una buona dieta saranno molto più sani – e molto più efficaci – del fumo.
  2. Trova un buon consulente o terapeuta con cui parlare. Se la consulenza professionale privata è troppo costosa per il tuo budget, prova la consulenza di gruppo o la hotline gratuita e individuale per smettere di fumare.
  3. Sviluppa una rete di amici e familiari che ti aiutino a stare lontana dalle sigarette. Puoi anche ottenere supporto sui siti web per smettere di fumare, o partecipando agli incontri dei gruppi di supporto.
  4. Prevedere le voglie e avere un piano per affrontarle. Chiama un amico, fai una passeggiata, mastica una gomma – qualsiasi cosa che non implichi una sigaretta. Ogni desiderio durerà solo pochi minuti, quindi il tuo piano non deve essere troppo elaborato.
  5. Evita luoghi o situazioni che ti fanno venire voglia di fumare. Se accendevi sigarette con gli amici dopo il lavoro, trova un altro modo per rilassarti.
  6. Se hai problemi a smettere da sola, chiedi aiuto al tuo medico. Le gomme alla nicotina, gli spray o i cerotti possono attenuare le tue voglie e aiutarti a resistere alla voglia di fumare. Nota: se allatti e usi questi prodotti, piccole quantità di nicotina entreranno nel tuo latte materno e potrebbero influenzare il tuo bambino.

Alcune persone hanno sintomi di depressione mentre smettono di fumare. Se ti senti giù, parla con il tuo medico anche di questo problema. Per Jennifer, la mamma che ha smesso definitivamente dopo il suo secondo figlio, resistere alle forti voglie ha dato i suoi frutti. “Respiro più facilmente e posso fare esercizio senza sentirmi come se stessi per morire“, dice. Non è l’unica in casa a respirare meglio in questi giorni: quando la sua abitudine è finalmente finita, anche i suoi due figli hanno avuto un nuovo inizio.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Avere un bambino causa problemi alla cistifellea?

Inversione uterina: cos’è e come trattarla

Leggi anche
  • zuppa di polloZuppa di pollo con farro e funghi shiitake

    Una saziante e deliziosa zuppa ricca di nutrienti essenziali.

  • ginger sickness 125104224 resizedZenzero contro la nausea
  • Loading...
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • 174Yogurt magro, fa bene e ha meno calorie
  • untitled 119Yoghurt senza zucchero
Contents.media