Sintomi gravidanza: quali sono i primi a manifestarsi

Esistono dei sintomi che possono in alcune donne manifestarsi fin dai primissimi giorni della gravidanza. Ecco quali sono i più comuni.

Se pensi di essere in dolce attesa, ma non conosci i sintomi della gravidanza e vuoi sapere quali sono i primi a manifestarsi, ecco per te una pratica guida per imparare a riconoscerli fin dalle primissime settimane. Va subito detto che ogni donna è diversa ed ogni donna avverte i sintomi della gravidanza in maniera differente, anzi c’è chi non avverte assolutamente nulla.

Il primo sintomo di una possibile gravidanza è sicuramente la mancanza del ciclo mestruale o amenorrea, tuttavia per avere l’assoluta certezza di essere in dolce attesa è sempre meglio fare il test di gravidanza ed andare dal medico per gli ulteriori accertamenti di rito. Ma ora scopriamo insieme la mini guida ai primi sintomi della gravidanza.

La prima reazione del fisico

In assoluto la prima reazione del fisico alla gravidanza è l’amenorrea.

Anche se è doveroso dire che nelle primissime settimane della gravidanza potrebbero verificarsi delle perdite di sangue proprio nel periodo in cui sarebbero dovute arrivare le mestruazioni che potrebbero destabilizzare chi desidera una maternità e portare a pensare che si tratti di una mestruazione anomala. In realtà le perdite di sangue, di solito di colore rosso vivo o scuro, sono dovute all’impianto dell’embrione dell’utero ed infatti vengono comunemente definite perdite da impianto.

Le altre reazioni del fisico che si manifestano ad inizio gravidanza riguardano il seno. Fin dai primissimi giorni si mettono in movimenti estrogeni e progesterone, gli ormoni della gravidanza, che generano cambiamenti importanti al seno per prepararlo al futuro allattamento. Il seno nel corso dei nove mesi diventa più morbido, pesante e cresce ed il capezzolo diventa più scuro. All’inizio della gravidanza di avverte una certa tensione, molto simile a quella che alcune donne hanno in pre ciclo.

Alcune donne, ma questa è una condizione particolare, avvertono anche una sensazione di gonfiore all’addome. In questo caso è meglio parlarne con il proprio medico, perché potrebbe trattarsi di ipertensione.

Infine tra i primi sintomi della gravidanza c’è una sonnolenza perenne ed a qualsiasi ora del giorno, dovuta proprio agli ormoni della gravidanza e lo stimolo a fare continuamente pipì o pollachiuria. Questo stimolo si avverte sia all’inizio della gravidanza a causa del progesterone che rilassa la muscolatura della vescica e di conseguenza la capacità a trattenere la pipì, ma anche nelle ultime settimane della gravidanza a causa della pressione che l’utero esercita sulla vescica.

Cambiamenti sull’umore

Gli sbalzi d’umore in gravidanza sono frequenti e lo sanno bene i vostri parenti ed amici. La donna infatti passa da stati di assoluta felicità ad altri di altrettanta ansia o tristezza. Tutto normale. Il fenomeno dei cambiamenti sull’umore in gravidanza, è da collegare sia agli ormoni che regolano lo stato d’animo sia alla naturale reazione della futura mamma che si trova ad affrontare questo periodo completamente nuovo ed importante della sua vita, per chi è ovviamente alla prima gravidanza, con tutti i pensieri e le aspettative per il futuro che ne conseguono.

Ruolo molto importante hanno il partner, i genitori e gli amici della donna, che devono avere solo un pò di pazienza ed aiutare la futura mamma nei momenti più delicati di questo periodo. I cambi d’umore possono essere dovuti anche a condizioni psicologiche particolari come una particolare condizione economica, un rapporto di coppia poco solido o eventuali problemi della gravidanza o del feto. In questi casi la donna va aiutata più del previsto e se necessario assistita da personale esperto e preparato.

Quando fare il test

Dopo i primi sintomi della gravidanza e la scomparsa delle mestruazioni, arriva però il momento di fare il test di gravidanza per avere la certezza. In farmacia si trovano diverse marche di test che contengono un reagente che diventa blu o rosa quando viene in contatto con l’ormone hCG che si trova nell’urina.

I test di gravidanza sono sicuri già a partire dalla seconda settimana del concepimento, ma per evitare di incappare in false speranze, sempre meglio aspettare una settimana di ritardo del ciclo, prima di effettuare il test. Nel caso in cui il test non fosse chiaro o ci fossero ancora dubbi, l’esame del sangue consente di confermare o meno la gravidanza.

Le prime settimane di gravidanza sono le più particolari, sia per i cambiamenti che il corpo subisce e che la donna non conosce e non sa ancora bene come interpretare, sia per i sintomi, alcuni particolarmente evidenti e fastidiosi, come le nausee o il vomito, che non sempre rendono questo periodo particolarmente sereno. Tutto è normale però, dopo le prime incertezze, i dubbi, il fisico e la psiche si abituerà a tutto e sarà pronto per il giorno in cui finalmente si potrà avere tra le braccia quel bambino tanto atteso e che riempirà totalmente il vostro cuore.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pancere da gravidanza per ogni settimana: come sceglierle

Sintomi gravidanza primo mese: quali sono

Leggi anche
  • Yoga o meditazione zen in gravidanzaYoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

  • VideoWow! Il Video di un bimbo nel suo sacco amniotico è imperdibile
  • Abbigliamento neonato DisneyWalt Disney: vestiti per neonati
  • 
    Loading...
  • Vitamine prenatali prima della gravidanzaVitamine prenatali prima della gravidanza
Entire Digital Publishing - Learn to read again.