Sindrome della morte improvvisa del lattante: le cause

Sindrome della morte improvvisa del lattante (Sids): di cosa si tratta, quali sono le cause e i fattori di rischio.

La sindrome della morte improvvisa del lattante nota anche come sindrome della morte improvvisa infantile o morte inaspettata del lattante oppure in terminologia comune “morte in culla” è un fenomeno che naturalmente getta nel panico più assoluto i genitori: di cosa si tratta e quali sono le cause.

Sindrome della morte improvvisa del lattante: le cause

La sindrome della morte improvvisa del lattante è una morte improvvisa e inaspettata, di solito durante il sonno, di un lattante apparentemente sano di meno di 1 anno. Sebbene in generale negli Stati Uniti sia rara (circa 1 caso su 1.000 nascite), la sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS) rappresenta una delle cause più comuni di morte nei bambini di età compresa tra 2 settimane e 1 anno.

Infatti, rappresenta circa il 35-55% di tutti i decessi in questo gruppo di età. Il picco d’incidenza è fra il secondo e il quarto mese di vita. Quasi tutti i decessi da morte improvvisa avvengono quando si pensa che il neonato dorma.

La causa della morte improvvisa del lattante resta sconosciuta, sebbene sia molto probabile una disfunzione dei meccanismi di controllo neuro-cardiorespiratorio. La disfunzione può essere soltanto intermittente o transitoria e probabilmente vi concorrono diversi meccanismi.

I fattori che possono essere coinvolti comprendono un inefficace meccanismo di reazione del neonato durante il sonno, l’incapacità di rilevare elevati livelli di diossido di carbonio nel sangue, o una canalopatia cardiaca che interferisce col ritmo cardiaco.

Meno del 5% dei neonati deceduti per morte improvvisa del lattante ha avuto episodi prolungati di apnea prima del decesso, cosicché la coincidenza fra i soggetti deceduti per morte improvvisa del lattante e quelli con apnea prolungata ricorrente è bassa.

SIDS: i fattori di rischio

La sindrome della morte in culla, o sudden infant death syndrome (Sids), colpisce i bambini tra un mese e un anno di età. La definizione Sids, che non corrisponde a una precisa patologia, si applica quando si possono escludere, tutte le altre cause note per spiegare il decesso del neonato, da malformazioni a eventi dolosi.

La Sids ha una più elevata probabilità di verificarsi quando sussistono alcune condizioni e comportamenti da parte delle madri, dei padri e delle persone che curano i neonati.

In particolare, tra i fattori di rischio si annoverano:

  • far dormire il bambino in posizione prona, ossia sulla pancia;
  • far dormire il bambino su materassi, cuscini e piumini soffici e avvolgenti;
  • esposizione del feto e del neonato al fumo;
  • giovanissima età della madre e assenza di un percorso di assistenza adeguata nel periodo pre e post natale;
  • nascita prematura o basso peso alla nascita;
  • presenza di infezioni respiratorie.

Numerosi studi, sia americani che europei, hanno permesso di escludere la correlazione tra la somministrazione di vaccinazioni e la Sids.

Scritto da Francesca Belcastro
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Buoni acquisto: cosa sono, come funzionano e come utilizzarli

Doppio cognome ai figli in Italia: come funziona

Leggi anche
  • Zenzero contro la nauseaZenzero contro la nausea
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • Yogurt magro, fa bene e ha meno calorieYogurt magro, fa bene e ha meno calorie
  • Loading...
  • Yoghurt senza zuccheroYoghurt senza zucchero
  • winter blues bimbiWinter blues e bambini: cos’è e come comportarsi

    Winter blues e bambini: di cosa si tratta, quali sono le cause e come comportarsi quando sono i più piccoli ad avere un calo nell’umore.

Contents.media