Infezione del sangue o sepsi batterica: cos’è

Prevenire la sepsi batterica è di vitale importanza, essendo una problematica gravemente rischiosa.

La sepsi batterica è ciò che i medici chiamano quando i batteri entrano nel flusso sanguigno e causano una grave infezione in un organo come i reni o i polmoni. La sepsi può essere trattata con antibiotici, soprattutto se viene presa in tempo, ma anche allora può essere letale.

Grazie a due vaccini – uno dei quali abbastanza nuovo – questo tipo di infezione sta diventando sempre più raro.

Come può mio figlio contrarre la sepsi?

Non succede spesso, ma a volte un ceppo particolarmente virulento di batteri può farsi strada nel flusso sanguigno di un bambino. I batteri più comunemente responsabili sono l’Haemophilus influenzae e lo Streptococcus pneumoniae (chiamato anche pneumococco). Fortunatamente hanno poche possibilità di infettare un bambino che è aggiornato sulle sue vaccinazioni.

Il vaccino Hib ha praticamente spazzato via le malattie infantili, e il vaccino pneumococcico ha dimostrato in alcuni studi di ridurre il rischio di infezioni da pneumococco di oltre il 90%.

Ciò significa che i bambini non vaccinati sono ora i più suscettibili alle infezioni del sangue, in particolare quelli che hanno tra i 2 mesi e i 36 mesi di età. Questo perché il sistema immunitario non è ancora completamente sviluppato.

Sono tuttavia a rischio anche i bambini con certe condizioni, come la malattia a cellule falciformi o l’infezione da HIV. Quando i neonati prendono infezioni del sangue, la causa principale sono i batteri – come lo streptococco di gruppo B – che hanno preso dalla madre durante la nascita.

“Poi il rischio comincia a diminuire all’età di 2 anni”, dice Gary Overturs, professore di pediatria all’Università del New Mexico, “ed è quasi sparito quando il bambino ha 3 anni, perché a quel punto il suo sistema immunitario è abbastanza forte da combattere la maggior parte delle infezioni del sangue“. In casi più rari, un bambino può sviluppare un’infezione del sangue da altri batteri come lo Staphylococcus aureus e lo streptococco di gruppo A, che a volte possono entrare nel sangue attraverso un taglio nella pelle.

Come posso dire se mio figlio ha una sepsi batterica?

È difficile. Mentre alcuni bambini con un’infezione del sangue diventano nervosi o letargici, a volte l’unico sintomo è la febbre. Ecco perché è così importante vedere un medico se il tuo bambino ha meno di 3 mesi e ha una temperatura rettale superiore a 37 gradi, anche se non ha altri segni di malattia. Se il tuo bambino ha tra i 3 e i 12 mesi, portalo dentro se la sua febbre è più alta di 38 gradi. Inoltre, se il tuo bambino sembra inconsolabile o è difficile da svegliare, portalo dentro anche se la sua febbre non è così alta.

Le infezioni del flusso sanguigno da tagli, bolle o altri disturbi della pelle sono solitamente segnalate da febbre, dolore e forte rossore intorno alla ferita. Se noti uno di questi sintomi, porta tuo figlio dal medico. Questo tipo di sepsi batterica può portare a seri problemi alle ossa e alle articolazioni.

sepsi batterica bambini

Come viene diagnosticata e trattata la sepsi?

Quando il tuo bambino ha la febbre, il suo medico lo esaminerà attentamente per trovarne la causa. Potrebbe avere un’infezione all’orecchio, alla gola o ai polmoni di cui non eri a conoscenza. Se il medico non trova segni di nessuna di queste infezioni, sarà in allerta per la sepsi. Anche se la maggior parte delle febbri sono il risultato di un’infezione virale, il tuo bambino avrà bisogno di una rachicentesi, un prelievo di sangue (per controllare la sepsi), e forse un catetere per ottenere un campione di urina pulita.

Tutte queste cose sono invasive e possono essere stressanti, ma i pericoli di una malattia grave sono molto grandi. “Solo il 2 o 3 per cento dei bambini febbricitanti senza altri sintomi avranno effettivamente una sepsi”, dice Overturs. “Ma quando sono piccoli, è importante scoprirlo il prima possibile”. Infatti, se il tuo bambino ha una ferita che sembra essere infetta, il medico ne prenderà una coltura, se possibile. I risultati dell’esame del sangue arriveranno in circa 24 ore. Mentre aspetti, al tuo bambino verranno dati degli antibiotici. Il medico deciderà se resterà in ospedale per gli antibiotici IV, riceverà un’iniezione, o prenderà antibiotici orali a casa e tornerà il giorno dopo.

Secondo Overturs, circa la metà dei bambini con sospetta sepsi vengono ricoverati. Una volta che il medico conferma la diagnosi, il tuo bambino continuerà a prendere antibiotici. Anche in questo caso, può farlo sia dentro che fuori dall’ospedale. L’infezione dovrebbe sparire in una settimana, ma è molto importante assicurarsi che il bambino completi tutto il ciclo di antibiotici e ritorni per le visite di controllo.

C’è un modo per prevenire la sepsi batterica?

Per prima cosa, assicurati che le vaccinazioni di tuo figlio siano aggiornate. Cerca di tenere puliti i tagli di tuo figlio, non lasciare che prenda bolle o piaghe e fai attenzione ai segni di infezione. Prendere un’infezione in tempo è la migliore medicina. Ricorda, inoltre, di avere l’armadietto dei medicinali ben fornito per affrontare ogni evenienza.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Punti di sutura nei bambini: tutto ciò che devi sapere

Dolci momenti: divertirsi con le caramelle

Leggi anche
  • ZainoZaino scuola per bambini: modelli e marche migliori

    Le vacanze estive stanno finendo ed è tempo di pensare al rietro a scuola; Zaino scuola per bambini: modelli e marche migliori.

  • zaini scuolaZaini scuola: quale scegliere per i propri figli

    La scelta degli zaini scuola per i figli è fondamentale per affrontare l’anno scolastico in arrivo. Sicuramente alla moda, ma comodi e di qualità.

  • zaini per bambiniZaini per bambini: il meglio per la scuola

    Gli zaini per bambini per il ritorno tra i banchi sono in vario tipo, con fantasie e stili diversi: dai personaggi Disney ai super eroi sino a Batman.

  • Loading...
  • zaino elementare bambina 2Zaini elementari bimba: le tendenze del momento

    Con l’inizio delle scuole elementari è importante scegliere,per la propria bambina, uno zaino comodo e capiente ma al passo con le tendenze del momento.

  • zaini elementari bambinoZaini elementari bambino: quale acquistare

    Lo zaino è l’accessorio fondamentale per la scuola elementare: in esso verranno riposti tutti gli oggetti necessari per affrontare la quotidianità scolastica. Quali caratteristiche deve avere uno zaino adatto ad un bambino? Di seguito i modelli migliori.

Contents.media