Notizie.it logo

Segni di aborto spontaneo precoce

segni

Per molte donne, la gravidanza è uno dei momenti più emozionanti della vita. Ma può anche essere anche il più spaventoso, soprattutto perché sappiamo che, approssimativamente, circa una su quattro gravidanze termina con un aborto spontaneo.
La gravidanza è un momento nella vita di una donna in cui vi è una completa perdita di controllo..–sul suo corpo, sul suo aumento di peso, anche sulla sua capacità di programmare civilmente la sua vescica. (Grazie a Dio c’ è stata una persona che ha inventato il Proteggi slip!) Ma l’aspetto più difficile della gravidanza può essere quello che si sente una completa mancanza di controllo sulla sicurezza del tuo bambino..–soprattutto quando si sentela minaccia di aborto spontaneo che incombe sopra le intere 40 settimane.
L’unica cosa che puoi fare, tuttavia, è la conoscenza. Conoscere i segni di un aborto spontaneo precoce potrebbe aiutarti ad agire quando dovrebbe verificarsi un problema.
I crampi con macchie sugli slip sono il segno numero uno di un aborto spontaneo precoce, secondo newyorkese Zev Williams, MD, PhD, direttore del programma per prematuri e perdita ricorrente di gravidanza (PEARL) al Montefiore Medical Center/Albert Einstein College of Medicine.

Altre donne non hanno spesso sintomi fisici, anche se alcune semplicemente non si sentono più incinta, siccome i loro ormoni della gravidanza iniziano a calare..–si potrebbe notare meno tenerezza del seno o risoluzione della nausea, per esempio.
Natalie Jo Amaro ha avuto entrambe le esperienze di aborto spontaneo. In primo luogo ha perso una gravidanza senza nemmeno sapere di essere incinta, ma ha avuto sintomi da manuale per il suo secondo aborto. “La seconda volta che ho abortito, sono stata incinta, circa dieci settimane”, ha detto Natalie. “Ho avuto un dolore acuto seguito da crampi e spotting”.
Purtroppo, Natalie ha avuto un terzo aborto spontaneo e sorprendentemente e aveva gli stessi sintomi che aveva sentito con la sua prima perdita. “Ho non avuto segni di alcun tipo e sembrava andare tutto bene. Sono andata a fare un’ecografia a 12 settimane e l’ ho scoperto. È stato traumatico.”
Anche se i crampi, lo spotting e una diminuzione dei sintomi tipici della gravidanza sono i più comuni sintomi di un aborto spontaneo, il Dr.

Williams si è affrettato a sottolineare che può anche essere un completamente normale all’inizio della gravidanza e i sintomi non garantiscono che un aborto spontaneo sia minacciato. I crampi e lo spotting possono verificarsi soprattutto nel primo acetonide e molti dei comuni sintomi della gravidanza come la nausea mattutina e la tenerezza del seno naturalmente si risolvono circa nella tredicesima settimana, senza che si verifichi un aborto spontaneo.
Perché molti ginecologi non lo vedono le loro pazienti incinte fino alla fine del loro primo trimestre di gravidanza, il Dr. Williams assicura alle pazienti che è sempre meglio entrare in contatto con i loro medici se sono preoccupate che qualcosa potrebbe non andar bene per la gravidanza.
“È molto meglio chiamare e dire mi è stato detto che non c’è nulla da preoccuparsi rispetto a non chiamare e perdere qualcosa di importante,” afferma il Dr. Williams.”Il sanguinamento o i dolori all’inizio di una gravidanza sono entrambi buoni motivi per chiamare e farti controllare.”
Se si verifica qualsiasi dolore, spotting, o crampi nel tuo primo trimestre di gravidanza, bisogna adottare misure per ridurre al minimo qualsiasi attività faticosa, assicurati che sei ben idratata, riposa se è possibile, ma soprattutto, non esitare a prendere il telefono e a parlare con il tuo medico di eventuali problemi che si verificano.
Copyright © 2013 Meredith Corporation. Tutti i contenuti di questo sito Web, compreso il parere di un medico ed eventuali altre informazioni relative alla salute, sono solo a scopo informativo e non devono essere considerati un piano di diagnosi o un trattamento specifico per ogni situazione individuale.

L’ uso di questo sito e le informazioni ivi contenute non creano un rapporto medico-paziente. Chiedete sempre la consulenza diretta del medico in relazione a eventuali domande o problemi che possono insorgere per quanto riguarda la propria salute o la salute degli altri.

© Riproduzione riservata
Leggi anche