Segnali di avvertimento post-parto: quando preoccuparsi

I sintomi possono riguardare sia il tuo corpo che la mente. Non sottovalutare mai ciò che provi.

Quali segnali di avvertimento post-parto potrebbero segnalare che qualcosa non va? Nelle settimane dopo il parto, chiama subito il tuo medico se noti uno dei seguenti segnali d’allarme. Ricorda che avere mal di schiena subito dopo, o avere dei crampi dolorosi per i primi giorni, è assolutamente normale.

Sintomi mentali o emotivi

  • Provi estrema tristezza o disperazione.
  • Provi estrema ansia o panico.
  • Ti senti incapace di affrontare la vita quotidiana.
  • Ti senti confusa e disturbata (specialmente se amici o familiari ti dicono che ti stai immaginando le cose).
  • Hai pensieri di fare del male a te stessa o al tuo bambino.

Sintomi fisici

  • L’emorragia non inizia a diminuire dopo qualche giorno.
  • Hai un dolore grave o persistente in qualsiasi punto dell’addome.
  • I tuoi dolori successivi peggiorano invece di migliorare.
  • Hai dolore o indolenzimento che peggiora o dura più a lungo delle prime settimane.
  • Hai un dolore grave o persistente, calore in una zona della gamba o una gamba è più gonfia dell’altra.
  • Hai mal di testa gravi o persistenti che non vanno via dopo aver preso acetaminofene o ibuprofene.
  • Hai la vista doppia, sfocata o offuscata.
  • Vedi macchie o luci lampeggianti.
  • Hai vomito, diarrea o costipazione gravi o persistenti.
  • Il sito dove è stata inserita la flebo diventa doloroso o infiammato.
  • Si sviluppa un’eruzione cutanea su una vasta area del corpo.

Segnali di avvertimento post-parto mamme

Segni di infezione

  • Si sviluppa una febbre superiore a 38 gradi. Una febbre di basso grado può essere minore, ma può anche essere un segno di una grave infezione.
  • Hai rossore, gonfiore o perdite nel sito dell’incisione del tuo cesareo.
  • Dolore grave o in peggioramento nella vagina o nel perineo.
  • Hai delle perdite vaginali maleodoranti.
  • Hai gonfiore o perdite dal sito di un’episiotomia o di uno strappo.
  • Dolore in una zona del tuo seno che non si allevia con bagni caldi e allattamento.
  • Hai gonfiore o arrossamento in una zona, eventualmente accompagnato da sintomi influenzali o febbre.
  • Hai spesso lo stimolo di fare pipì ma non ne esce molta.
  • Difficoltà a svuotare completamente la vescica. Significa che hai la sensazione di dover fare pipì anche dopo averla appena fatta.
  • Hai dolore o bruciore quando urini. Il bruciore dovuto all’urina che colpisce un’abrasione o una lacerazione è normale.
  • La tua urina è scura o sanguinolenta.

Segnali di avvertimento post-parto: quando dovrei chiamare il 118?

Chiama il 118 se:

  • Hai il respiro corto.
  • Hai dolore al petto.
  • Tossisci sangue.
  • Sanguini abbondantemente.
  • Mostri segni di shock. Questi possono includere stordimento, vertigini, debolezza, battito cardiaco rapido o palpitazioni, respiro rapido, pelle umida, irrequietezza o confusione.
Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mal di schiena post-parto: come ottenere sollievo

Gonfiore post-parto a piedi e mani: è normale?

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media