Sarò migliore dei miei genitori?

Se riesci a verbalizzare le tue emozioni, puoi cominciare ad affrontarle.

Non solo è normale, ma è anche comune per i nuovi genitori riflettere sulla loro infanzia (buona o cattiva) durante la gravidanza. In una certa misura, tutti noi portiamo delle cicatrici dai nostri anni d’infanzia e portiamo il peso di come si inseriranno nella nostra vita adulta.

La maggior parte delle volte, le persone riescono a mettere da parte questi problemi mentre vanno avanti con la loro vita.

Il dolore irrisolto del passato, in qualche modo, trova un posto su uno scaffale emotivo e può rimanere lì per un bel po’ di tempo – fino a quando un evento che cambia la vita ha luogo e ti costringe ad affrontare i problemi del passato. La gravidanza è un’importante transizione di vita, che può essere così travolgente e profonda da suscitare un’intensa introspezione – che tu lo voglia o no.

Le donne che hanno subito eventi traumatici sono a rischio di depressione durante la gravidanza e dopo la nascita. Tuttavia, essere a rischio non significa che soffrirai inevitabilmente di depressione clinica. Significa che si è presentata una situazione che può renderti più vulnerabile. Quanto lo sei dipende molto dal tipo di trauma che hai subito e da come ti ha colpito. Oltre a chiederti se sarai una buona madre, potresti anche chiederti:

  • Sarò proprio come mia madre?
  • Mio marito sarà un buon padre?
  • E se non sapessi cosa fare?
  • Voglio davvero questo bambino?
  • E se incasino tutto e non ce la faccio?
  • E se non riuscissi ad amare il mio bambino?
  • Tratterò questo bambino come sono stata trattata io?

Genitori e riflessioni

La maggior parte delle donne si sente in colpa per il solo fatto di avere questi pensieri e raramente si sente a proprio agio ad ammetterli. Ciononostante, è normale che le donne incinte si sentano così, specialmente quelle che hanno vissuto un’infanzia infelice. Le donne che hanno trionfato sulla tragedia spesso si trovano ad affrontare una nuova serie di sfide dopo la nascita del loro bambino.

Molte volte, i genitori che erano fiduciosi, indipendenti, sicuri e competenti, si trovano improvvisamente a chiedersi come faranno ad arrivare a fine giornata se le urla non si fermano o se un altro pannolino sporco attraversa il loro cammino. Un forte senso di sé è sostituito da sentimenti transitori di inadeguatezza, fragile autostima e costante preoccupazione. Se sei preoccupata che qualcosa del tuo passato possa influenzare direttamente i tuoi sentimenti verso te stessa e il tuo bambino, hai ragione ad affrontarlo.

migliore dei miei genitori

Queste sono alcune cose che puoi fare per proteggere te stessa e il tuo bambino:

Prendi in considerazione l’idea di cercare una terapia. È un modo efficace per gestire quello che può diventare un periodo travolgente della tua vita. Cerca di trovare un terapeuta specializzato in problemi femminili e depressione. Iniziare la terapia prima ancora di avere il tuo bambino ti darà un vantaggio, così il tuo sistema di supporto è già in atto se dovessi avere più difficoltà dopo la nascita del bambino.

Parla delle tue preoccupazioni. Parla con qualcuno di cui ti fidi, che sia tuo marito, un amico o un parente. Se riesci a verbalizzare le tue emozioni, puoi cominciare ad affrontarle. Se le tieni dentro di te, si rafforzano e prendono piede. Piuttosto, lasciale uscire, poco a poco, condividendole con qualcuno che si preoccupa per te.

Mantieniti forte e sana. Mangia bene, riposa il più possibile, dormi quando puoi, esercitati moderatamente ed evita l’alcol.

Fai sapere al tuo medico le tue preoccupazioni. È importante che conosca l’intero quadro, in modo che abbia un’idea di cosa aspettarsi.

Pensa positivo. Se hai avuto una giornata particolarmente buona, datti una pacca sulla spalla. Di’ a te stessa che hai molti altri bei giorni davanti a te.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Un’infiammazione potrebbe causare la depressione post-parto?

Come sopravvivere alle prime settimane di maternità: le esperienze

Leggi anche
  • Zoomarine orari 2020Zoomarine: tutti gli orari dell’estate 2020

    Zoomarine è uno dei parchi acquatici più amati d’Italia ed è finalmente pronto per riaprire i battenti dopo la quarantena: quali sono gli orari del 2020?

  • Zoomarine biglietti prezzi orariZoomarine: biglietti, prezzi e orari del parco

    Zoomarine è la scelta perfetta per tutte le famiglie che vogliono divertirsi insieme: ma come e dove informarsi in merito a biglietti, prezzi e orari?

  • Loading...
  • Zoomarine Orari NavetteZoomarine Orari Navette
  • Zoomarine Orari AttrazioneZoomarine Orari Attrazione
  • zone erogene femminiliZone erogene femminili
Contents.media