Sanguinamento post-partum: quello che le mamme dovrebbero sapere

Questo aspetto normale del recupero post-partum gioca un ruolo importante nella tua guarigione generale.

Il sanguinamento post-partum è un fenomeno del tutto normale e fa parte del processo di guarigione. Tuttavia, in alcuni casi potrebbero presentarsi dei segnali d’allarme a cui prestare attenzione.

Il sanguinamento post-partum è normale?

Sì, il sanguinamento vaginale è assolutamente normale, naturale e una buona cosa per il tuo corpo (anche se fa un po’ schifo, lo sappiamo!).

Il termine tecnico si chiama lochia, e si riferisce allo scarico che segue dopo il parto, per lo più derivante da dove la placenta era attaccata. Questo vale sia per i cesarei che per i parti vaginali.

Il mondo caldo e protettivo del tuo utero è creato, in parte, dal liquido amniotico e da un eccesso di muco, cellule sanguigne e tessuto che riveste l’utero per tutta la durata della gravidanza.

Una volta che il bambino arriva, il tuo corpo inizia a liberarsi della lochia di cui non ha più bisogno. La lochia si presenta in modo diverso in ogni donna e può essere influenzata da diversi fattori. Per esempio, una mamma che ha partorito con un taglio cesareo può avere meno sanguinamento dopo un giorno o due rispetto a una mamma che ha avuto un parto vaginale.

Quanto dura il sanguinamento?

Dovresti aspettarti di perdere lochia per circa quattro o sei settimane dopo il parto. Inizia come sanguinamento pesante con alcuni coaguli di sangue e può essere di colore rosso vivo o scuro per i primi sette o 10 giorni, poi gradualmente si assottiglia nella quantità di sangue e nella colorazione, sfumando dal rosso al rosa, al marrone, al giallo o al bianco.

Le tre fasi della lochia sono caratterizzate da quanto segue, ma ricorda che ogni fase varia da persona a persona.

Lochia Rubra

  • Dal secondo al quinto giorno dopo il parto
  • Sanguinamento più pesante con coaguli più piccoli (circa le dimensioni di un quarto di dollaro e non più grandi di una pallina da golf)
  • Il sangue è rosso vivo o rosso scuro
  • Sensazioni evidenti di uno zampillo quando si cambia posizione (come alzarsi o sdraiarsi)

Lochia Alba

  • Inizia intorno al quarto giorno dopo il parto e dura circa due settimane
  • Sanguinamento medio che include muco e scariche evidenti; consistenza più acquosa
  • Il sangue è più rosa o marrone

Lochia Serosa

  • Inizia intorno alla seconda settimana e dura fino a circa sei settimane (a partire dal giorno del parto)
  • Sanguinamento leggero o spotting che consiste principalmente di globuli bianchi
  • Il sangue è giallo o bianco

Sanguinamento post-partum cause

Quali sono i segnali avversi?

Sappiamo che ora sei una neo-mamma impegnata, ma dovresti contattare il tuo ginecologo o consultare un medico immediatamente se noti uno dei seguenti segni o sintomi, che potrebbero indicare una potenziale infezione o un’emorragia post-partum:

  • Un flusso molto pesante che può sanguinare attraverso un maxi assorbente all’ora
  • Grossi coaguli di sangue (pensa alle dimensioni di un uovo, un lime o più grandi)
  • Febbre, brividi e forti crampi o dolori che durano più di qualche giorno dopo il parto
  • Lochia maleodorante (dovrebbe avere l’odore di un normale ciclo mestruale)
  • Gonfiore e sensibilità intorno alla vagina o al perineo (l’area tra la vagina e il retto)
  • Mal di testa, visione offuscata, svenimento, vertigini o mancanza di respiro
  • Diminuzione della pressione sanguigna
  • Aumento della frequenza cardiaca

Attenzione all’emorragia post-partum tardiva, dato che è molto pericolosa.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cosa aspettarsi quando non si è più incinta?

Riconoscere l’ansia post-partum: i modi per affrontarla

Leggi anche
  • zuppa di polloZuppa di pollo con farro e funghi shiitake

    Una saziante e deliziosa zuppa ricca di nutrienti essenziali.

  • ginger sickness 125104224 resizedZenzero contro la nausea
  • Loading...
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • 174Yogurt magro, fa bene e ha meno calorie
  • untitled 119Yoghurt senza zucchero
Contents.media