Sacco vitellino: quando si forma e di cosa si tratta

Ancor prima dell'embrione, in gravidanza si forma il sacco vitellino ed è visibile attraverso l'ecografia: cos'è e quando si forma?

Durante la gravidanza, la prima struttura visibile nel sacco gestazionale si chiama sacco vitellino. Esso può dare numerose informazioni sulla gravidanza stessa ed è essenziale per la gestazione stessa. Quando si forma il sacco vitellino e di cosa si tratta?

Sacco vitellino: cos’è

Ancor prima dell’embrione, durante la primissima ecografia, si vede un piccolo puntino e accanto una particolare struttura. Si tratta del sacco vitellino, il primo elemento visibile nella camera gestazionale durante la gravidanza. Esso è visibile a cinque settimane dall’ultima mestruazione e si presenta come un piccolo cerchio. Tecnicamente, il sacco vitellino è una membrana extraembrionale, cioè non fa parte dell’embrione, anche se comunque contribuisce al suo sviluppo. Questa struttura contiene al suo interno il fluido vitellino, molto utile per fornire il nutrimento all’embrione durante le prime settimane di gestazione.

Si può dire che una gravidanza in atto può essere confermata dalla presenza di questa struttura all’interno della camera gestazionale che poi ospiterà il piccolo. Durante la prima ecografia, attraverso l’esame del sacco vitellino, si può capire se ci sono anomalie e quindi fare delle importanti valutazioni. Il medico, infatti, può capire come ha avuto inizio la gravidanza e se tutto sta procedendo per il meglio.

In qualche caso può capitare che il sacco vitellino sia idropico, cioè gonfio di liquidi, e nella maggior parte dei casi ciò è legato a un aborto.

Sacco vitellino: quando si forma

È fondamentale per la gravidanza che il sacco vitellino si formi e la sua crescita avviene in maniera progressiva, circa 1 millimetro a settimana. Si forma durante la seconda settimana di vita dell’embrione e attraversa tre fasi di crescita. Il sacco vitellino può essere:

  • primario, la versione iniziale che si costituisce nella seconda settimana di vita dell’embrione;
  • secondario, quando cambia forma;
  • definitivo, cioè il processo si completa nella quarta settimana dello sviluppo embrionale, la parte superiore diventa tubo intestinale e quella inferiore il mesentere ventrale.

Durante la quinta settimana di concepimento la camera gestazionale è di circa 7 millimetri e in questa fase l’embrione non è visualizzabile con certezza. All’interno della camera gestazionale, però, è visibile il sacco vitellino, un sottile anello di circa 2 millimetri. Alla decima settimana la sua grandezza è di circa 5,5 millimetri, per poi scomparire rapidamente. Infatti, tra la nona e la decima settimana, il sacco vitellino comincia a trasformarsi, per poi scomparire intorno alla dodicesima settimana di gestazione. In questa fase, appunto. la placenta sarà pronta per garanti all’embrione tutto il nutrimento necessario.

Scritto da Francesca Belcastro
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lo sviluppo embrionale in gravidanza nel primo trimestre

Pillola abortiva: come funziona in Italia e le controindicazioni

Leggi anche
  • Yoga o meditazione zen in gravidanzaYoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

  • VideoWow! Il Video di un bimbo nel suo sacco amniotico è imperdibile
  • Abbigliamento neonato DisneyWalt Disney: vestiti per neonati
  • 
    Loading...
  • Vitamine prenatali prima della gravidanzaVitamine prenatali prima della gravidanza
Entire Digital Publishing - Learn to read again.