Notizie.it logo

Rotavirus in gravidanza: rischi e cosa fare

rotavirus in gravidanza

Il rotavirus è un virus comune che colpisce anche le donne incinte: quali sono i rischi e cosa fare

La gastroenterite può essere la conseguenza di diversi virus e tra i più frequenti vi è il rotavirus. Quando si è incinta bisogna stare attente a non cadere vittima di questo virus gastrointestinale. Infatti le statistiche dimostrano che si tratta di un’infezione molto frequente nelle donne incinte e per cui è necessario saper distinguere gli effetti collaterali che spesso si confondono con lo stato di gravidanza. Per lo più le infezioni che interessano l’area gastrointestinali non hanno riflessi sul feto, tuttavia, in forme gravi possono risultare compromettenti per la salute della madre.

Rotavirus: contagio e cosa è

Il rotavirus rientra nella famiglia dei virus agenti sull’area gastrointestinale, trattasi di un virus di natura infettiva che può colpire sia i bambini che gli adulti in diversi gradi e livelli. Essere contagiati dal rotavirus è abbastanza semplice e comune si distinguono tre casi:

  • le vie aeree in concomitanza con un soggetto o in un ambiente affetto;
  • trasmissione “oro-fecale” ossia il virus può essere la risultante delle proprie feci;
  • il contatto, nel caso in cui la gestante tocchi o assuma cibi contagiati, oggetti o entri a contatto con persone affette dall’infezione.

Nel caso delle donne in attese il problema è che non potendo, durante la gestazione, assumere ogni tipo di farmaco un’infezione del genere è più difficile da curare.

La soluzione sarebbe prevenire: si consiglia di cercare di assumere cibi ben lavati, usare toelette pulite e lavarsi bene le mani dopo essere andato in bagno o aver toccato o essere entrato in contatto con altri soggetti dato che il virus sopravvive sull’epidermide delle mani per qualche ora.

Rotavirus: effetti sulle donne in gravidanza

Il rotavirus genera nelle gestanti dolori addominali, senso di nausea, diarrea, vomito e difficoltà nella digeribilità.
Tali sintomi molto simili alla fase iniziale iniziale della gestazione vanno analizzati con accuratezza al fine di non sottovalutare l’infezione in corso ed evitare che il virus covi nell’organismo della gestante per un lungo periodo. Se si tratta di uno stadio iniziale, è possibile che la donna in dolce attesa possa essere vittima di attacchi febbrili con vomito e diarrea.

Rotavirus: possibili complicazioni in gravidanza

Una donna incinta affetta dal virus del rotavirus rischia di cadere sottopeso, ipotensione al punto da poter essere vittima di svenimenti e colassi per la debolezza e gli spasmi addominali.

Trattasi di fattori che possono incidere sul regolare sviluppo del feto, non riuscendo ad introdurre cibo o bevande possono manifestarsi fenomeni come disidratazione ed anemia, tutti fattori che indeboliscono il fisico della gestante e compromettono la normale gestazione. Seppur il virus non attacchi direttamente il feto il rotavirus, incidendo sulla salute della gestante, può di riflesso incidere sulla gravidanza in virtù dello scompenso psico-fisico della madre.

© Riproduzione riservata
Leggi anche