Riposo forzato in gravidanza: è davvero necessario?

Dal 1800, il riposo a letto è stato raccomandato per aiutare le donne con complicazioni della gravidanza. Tuttavia, potrebbe non essere sempre efficace.

In gravidanza viene spesso prescritto il riposo forzato, ma è davvero necessario? Jessica Hanley era incinta di 19 settimane e si sentiva benissimo quando è andata a fare un’ecografia di routine. “Non avevo motivo di pensare che sarei stata in ospedale quel pomeriggio e non sarei uscita per una settimana”, ricorda la donna.

L’ecografia ha mostrato che la sua cervice si era ridotta e aveva iniziato a imbutirsi. Dopo un’operazione d’emergenza per ricucire la cervice, Hanley è stata messa a riposo a letto.

Il riposo forzato in gravidanza potrebbe non essere la cosa migliore

Dal 1800, il riposo a letto è stato raccomandato per aiutare le donne con complicazioni della gravidanza a portare a termine la gravidanza. Le complicazioni potrebbero significare qualsiasi cosa, da bambini multipli o problemi di crescita fetale a sanguinamento vaginale o segni di travaglio pretermine.

Nel caso di Hanley, si trattava di una cervice incompetente.

Ogni anno, circa il 20% delle madri sono messe a riposo a letto a un certo punto della loro gravidanza. Hanley, che è stata messa a riposo forzato, è stata autorizzata a fare la doccia ogni due giorni e lasciare la casa solo per le visite mediche. In altri casi, a una mamma può essere chiesto di riposare da una a otto ore al giorno, evitando le faccende domestiche e il sollevamento di pesi.

È interessante notare che non ci sono prove che il riposo a letto sia utile per prevenire la nascita pretermine. Infatti, uno studio del 2013 su donne con una cervice corta ha scoperto che le donne a cui era stata prescritta una restrizione dell’attività avevano molte più probabilità di partorire presto rispetto a quelle che non lo erano.

Le prove mostrano che potrebbe causare danni: la preoccupazione principale è quella dei coaguli di sangue. Altre possibili complicazioni includono depressione, perdita di massa ossea, aumento di peso e problemi di sonno. Ci preoccupiamo anche del deterioramento muscolare dovuto al fatto di stare sdraiati e non essere attivi, che può essere un problema anche dopo la nascita del bambino.

Oltre alle preoccupazioni mediche, il riposo forzato in gravidanza può prevalere anche su altri aspetti della vita. Nei casi in cui entrambi i genitori lavorano, la perdita di reddito una volta che la futura mamma va a riposo può comportare una quantità enorme di pressione. I partner hanno responsabilità aggiuntive, il che può causare ansia e stress, e i bambini spesso non capiscono perché la mamma non può tenerli in braccio o giocare.

Riposo forzato in gravidanza consigli

Percorso alternativo

Se una donna fa molta attività fisica e ha un rischio di parto pretermine, i dottori potrebbero chiederle di ridurre la quantità di esercizio che fa. Se il tuo medico ti prescrive il riposo a letto, parlane con lui. Puoi anche menzionare la mancanza di prove a sostegno del riposo a letto. Condividi tutte le preoccupazioni che puoi avere e discuti le possibili alternative. Potrebbe essere che i benefici percepiti del riposo a letto nella tua situazione superino i possibili rischi. Infine, se non sei soddisfatta delle sue risposte, chiedi un secondo parere.

Dopo 17 settimane di riposo a letto e altre quattro settimane dopo la rimozione del cerchiaggio, Hanley ha dato alla luce un bambino sano. Due anni dopo, lei e suo marito hanno deciso di aggiungere un secondo piccolo alla loro famiglia.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sindrome del nido in gravidanza: cos’è e da cosa dipende

Dieta durante la gravidanza: preziosi consigli

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contents.media