Notizie.it logo

Rimuovere il tatuaggio in gravidanza

Rimuovere il tatuaggio in gravidanza

Quando una donna rimane incinta, si può temere che il suo tatuaggio diventi permanentemente sfigurato e lei potrebbe prendere in considerazione di averlo rimosso prima del parto. Anche se ci sono una varietà di opzioni di rimozione del tatuaggio, la rimozione di un tatuaggio durante la gravidanza può essere pericolosa sia per la madre e il suo bambino non ancora nato. Discutere i possibili effetti collaterali e rischi per la salute di rimozione del tatuaggio con un professionista sanitario prima di iniziare qualsiasi procedura di trattamento.

Quando un peeling chimico viene applicato , la soluzione chimica può staccare, eliminando così il tatuaggio, secondo Pagine Hub. Bucce chimiche sono condotte in ufficio o ambulatorio , ma a causa del potenziale rischio di infezione e gonfiore, donne in gravidanza non dovrebbero sottoporsi alla procedura.

La rimozione dei tatuaggi con la dermoabrasione utilizza uno strumento di levigatura per rimuovere la superficie e strati intermedi della pelle, dove l’inchiostro del tatuaggio è stato iniettato.

Il sanguinamento è comune con dermoabrasione, ma può essere ridotto se la criochirurgia, il congelamento della zona tatuaggio, viene eseguita. Le donne in gravidanza non dovrebbero essere sottoposte a dermoabrasione per la rimozione del tatuaggio perché deve essere condotto in anestesia generale, secondo il sito web Hub Pages.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
  • Zenzero contro la nauseaZenzero contro la nausea

    Lo zenzero è utile per combattere la nausea che di solito è una conseguenza della chemioterapia, dell’avvelenamento da cibo, delle

Leggi anche