Quanto dura il recupero post-partum?

Tutto ciò che devi sapere su questo periodo delicato e importante.

Il tuo periodo di recupero post-partum può durare da sei settimane a sei mesi o più. Durante la convalescenza dal parto, potresti avere emorragie post-partum, sudori notturni, contrazioni uterine e altri sintomi. Riposo, cibo nutriente e tempo ti aiuteranno a recuperare, sia fisicamente che mentalmente.

Timeline di recupero post-partum

Ogni mamma è diversa. Dovresti sentire sollievo dalla maggior parte dei sintomi post-partum entro le prime sei settimane, ma alcuni possono persistere per mesi. Naturalmente il tuo recupero sarà diverso a seconda che abbia avuto un parto vaginale o cesareo, ma molti sintomi sono simili.

Quanto dura il sanguinamento post-partum?

È normale avere sanguinamenti vaginali per i primi giorni dopo il parto. Queste perdite, o lochia, consistono in sangue, batteri e tessuto scorificato dal rivestimento dell’utero.

Da due a quattro giorni dopo il parto, lo scarico sarà più acquoso e rosato. Entro circa 10 giorni dal parto, avrai solo una piccola quantità di perdite bianche o gialle, che probabilmente si ridurranno nelle prossime due o quattro settimane.

Perché non sento quando devo fare pipì dopo il parto?

Il travaglio e il parto possono avere un impatto sulla vescica, causando un gonfiore temporaneo e una perdita di sensibilità.

Per i primi giorni dopo il parto, potresti non sentire il bisogno di fare pipì, specialmente se hai avuto un travaglio prolungato, un parto vaginale con forcipe o un’epidurale. Questo è anche più probabile se hai avuto un catetere durante il travaglio per aiutarti a urinare e per evitare che la tua vescica si riempisse troppo.

Tuttavia, dopo il parto il tuo corpo inizierà a liberarsi di tutti i liquidi in più che hai accumulato durante la gravidanza. La tua vescica si riempie rapidamente con questo fluido – un sorprendente 3 litri al giorno – quindi è essenziale cercare di urinare frequentemente, anche se non ne senti lo stimolo. Se si accumula troppa urina nella vescica, potresti avere difficoltà ad andare in bagno senza perdite.

Inoltre, la vescica potrebbe diventare eccessivamente gonfia. Questo può causare problemi urinari e rende anche più difficile la contrazione dell’utero, portando a più dolori e sanguinamenti pesanti. Fai sapere alla tua infermiera se hai difficoltà a urinare o se produci solo una piccola quantità di urina quando fai pipì. Se la tua vescica si riempie troppo, può effettivamente impedirti di urinare.

Se non riesci a fare pipì entro poche ore dal parto, dovrai farti mettere un catetere per drenare l’urina dalla vescica. Se hai partorito con taglio cesareo, avrai un catetere urinario per l’intervento, che rimarrà in sede per un breve periodo dopo il parto.

L’utero torna alla normalità dopo la nascita?

Entro pochi minuti dalla nascita del tuo bambino, le contrazioni fanno sì che il tuo utero si riduca, le sue fibre incrociate si stringono proprio come hanno fatto durante il travaglio. Queste contrazioni aiutano anche la placenta a staccarsi dalla parete uterina. Le contrazioni uterine chiudono i vasi sanguigni aperti dove la placenta era attaccata. Potresti sentire dei crampi, e sono assolutamente normali.

Per i primi due giorni dopo il parto, potrai sentire la parte superiore del tuo utero vicino all’ombelico. In una settimana, il tuo utero sarà la metà di quello che era subito dopo il parto. Dopo due settimane, sarà di nuovo all’interno del tuo bacino. Entro circa quattro settimane, dovrebbe essere vicino alle sue dimensioni precedenti alla gravidanza. Questo processo è chiamato involuzione dell’utero.

recupero post partum 1

Quanto tempo ci vorrà perché la pancia si riduca dopo il parto?

Anche dopo che l’utero si è ritirato alla sua dimensione normale, potresti continuare a sembrare incinta per diverse settimane o addirittura mesi. Questo perché i tuoi muscoli addominali si allungano durante la gravidanza, e ci vuole tempo – e un regolare esercizio fisico – per rimettere in forma i tuoi muscoli addominali. Alcune donne potrebbero non essere mai in grado di sbarazzarsi del loro “marsupio da gravidanza” interamente.

Quanto tempo ci vuole per perdere peso dopo aver avuto un bambino?

Subito dopo il parto sarai già più leggera di circa 5 kg. Perderai la quantità di peso del tuo bambino, circa un chilo di placenta e qualche altro chilo di sangue e liquido amniotico. Probabilmente non tornerai al tuo peso pre-gravidanza per un po’ di tempo, ma continuerai a perdere peso durante il periodo post-partum mentre il tuo corpo elimina tutta l’acqua extra che le tue cellule hanno trattenuto durante la gravidanza, insieme al liquido del sangue extra che avevi nel tuo corpo incinto.

Quanto dura la sudorazione post-partum?

Molte donne sudano molto nelle settimane dopo il parto, soprattutto di notte. La sudorazione è un modo in cui il tuo corpo si libera dell’acqua in più che hai trattenuto durante la gravidanza. Anche dopo che il peso dell’acqua è sparito, potresti continuare a sudare più del solito se stai allattando, probabilmente a causa dei cambiamenti ormonali e metabolici associati all’allattamento.

La mia vagina tornerà mai alla normalità dopo il parto?

Se partorisci vaginalmente, la tua vagina rimarrà probabilmente un po’ più grande di prima. Subito dopo il parto, la tua vagina è tesa e può essere gonfia e livida. Nei giorni successivi, il gonfiore inizia a diminuire e la tua vagina comincia a riacquistare il tono muscolare. Nelle settimane successive, diventerà gradualmente più piccola. Fare regolarmente gli esercizi di Kegel può ripristinare il tono muscolare. Alcune donne trovano che la terapia di riabilitazione pelvica sia ancora più utile.

Se hai avuto un piccolo strappo nel perineo che non ha richiesto punti di sutura, dovrebbe guarire rapidamente e causare poco disagio. Se hai avuto un’episiotomia o uno strappo significativo, il tuo perineo ha bisogno di tempo per guarire, quindi aspetta di ricominciare a fare sesso fino a quando non avrai l’ok del tuo medico al controllo post-partum. Se continui ad avere indolenzimento in quell’area, ritarda i rapporti sessuali finché non ti senti pronta. Nel frattempo, decida quale metodo contraccettivo vuole usare.

Cosa devo aspettarmi se allatto al seno?

Le prime sessioni di allattamento al seno possono causare alcuni crampi addominali perché la suzione del tuo bambino stimola il rilascio di ossitocina – un ormone che scatena le contrazioni uterine. Quando il latte arriva, di solito due o tre giorni dopo il parto, i tuoi seni possono diventare gonfi, indolenziti e duri. Possono anche pulsare e sentirsi scomodamente pieni; questo si chiama ingorgo e dovrebbe migliorare in un giorno o due.

Allattare spesso il tuo bambino è la cosa migliore che tu possa fare per avere sollievo. L’allattamento frequente dall’inizio è a volte sufficiente per prevenire del tutto l’ingorgo. Se questo non aiuta, parla con un consulente per l’allattamento.

recupero post-partum dettagli

Come sarà se non allatto al seno?

Se non allatti al seno, comincerai comunque a produrre latte e i tuoi seni si ingorgheranno qualche giorno dopo il parto. Questo può causare un notevole disagio che può durare per diversi giorni. Il dolore tende a raggiungere l’apice da tre a cinque giorni dopo il parto e possono essere necessarie diverse settimane prima che il latte si secchi completamente.

Nel frattempo, indossa un reggiseno di sostegno tutto il giorno e metti degli impacchi freddi sul tuo seno per alleviare il gonfiore e inibire la produzione di latte. Copri gli impacchi freddi con un panno per proteggere la pelle. Puoi anche prendere acetaminofene o ibuprofene per alleviare il dolore. Se sei estremamente a disagio, spremi solo abbastanza latte per rendere la situazione più tollerabile.

Tuttavia, questo può prolungare il processo perché stimolare i tuoi capezzoli e svuotare il tuo seno segnala al tuo corpo di produrre più latte. Inoltre, non applicare calore al seno perché anche questo può incoraggiare la produzione di latte.

Quanto dura la perdita di capelli post-partum?

Se i tuoi capelli sono diventati più spessi durante la gravidanza, ora possono iniziare a cadere a manciate nei primi mesi dopo il parto. Con il tempo (di solito entro un anno o giù di lì), i tuoi capelli torneranno alla normalità.

Il lato positivo è che se hai sviluppato un eccesso di peli sul viso e sul corpo durante la gravidanza, è probabile che perderai la maggior parte di quei peli entro sei mesi dopo aver avuto il tuo bambino.

Cosa succede alla mia pelle dopo il parto?

I cambiamenti ormonali, lo stress e la stanchezza causata dalla nuova maternità possono influenzare la tua pelle insieme al resto del tuo corpo. Alcune donne che avevano una pelle perfettamente pulita durante la gravidanza avranno più problemi nei mesi successivi al parto. Dall’altro lato, se hai avuto l’acne durante la gravidanza, potresti iniziare a vedere qualche miglioramento ora.

Inoltre, se hai il cloasma (macchie di pelle scura su labbra, naso, guance o fronte), o una linea scura (chiamata linea nigra) che va dall’ombelico all’osso pubblico, lo scolorimento inizierà a svanire nei mesi dopo il parto. Probabilmente andrà via completamente finché proteggerai la tua pelle dal sole.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come posso sbarazzarmi delle smagliature?

Terapia di riabilitazione pelvica: un aiuto per i fastidiosi sintomi post-partum

Leggi anche
  • zuppa di polloZuppa di pollo con farro e funghi shiitake

    Una saziante e deliziosa zuppa ricca di nutrienti essenziali.

  • ginger sickness 125104224 resizedZenzero contro la nausea
  • Loading...
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • 174Yogurt magro, fa bene e ha meno calorie
  • untitled 119Yoghurt senza zucchero
Contents.media