Notizie.it logo

Quali sono rimedi per apnee notturne

cosa fare se si soffre di apnea notturna

L’apnea notturna è un disturbo respiratorio che può colpire adulti e bambini e che insorge durante il sonno, si tratta di una sospensione del respiro che dura diversi secondi per poi riprendere normalmente, può ripetersi fino a 15 volte nell’arco di una notte ed è causata di solito da un’occlusione delle vie aeree dovuta ad una malformazione nasale o a livello del palato e della mandibola oppure dipende da un disturbo neurologico, ma in quest’ultimo caso si tratta di una circostanza piuttosto rara.

Chi soffre di tale problema in genere russa molto perché ha una respirazione forzata, disturbando il sonno delle altre persone e accusa un certo malessere durante la giornata, che si manifesta con senso di affaticamento, sonnolenza, difficoltà di concentrazione e scarsa memoria.

Per migliorare la situazione e ridurre gli episodi è bene adottare uno stile di vita sano e seguire alcune regole durante il riposo notturno, ecco cosa fare per ottenere degli efficaci rimedi per apnee notturne:

  • perdete peso, l’essere in sovrappeso acuisce il problema, per cui se avete qualche chilo di troppo è opportuno che iniziate a seguire una dieta o che consultiate un nutrizionista che vi aiuti a migliorare l’alimentazione e a raggiungere il peso-forma;
  • limitate l’uso di alcool, molti esperti ritengono che bere bevande alcooliche in maniera eccessiva, ovvero all’infuori dei pasti, può peggiorare i sintomi;
  • non usate sedativi e farmaci ipnotici, se avete difficoltà a prender sonno è meglio evitare di ricorrere a dei medicinali, affidatevi piuttosto a dei rimedi naturali, come tisane calmanti e altri prodotti erboristici;
  • dormite a sufficienza, un adulto dovrebbe dormire 8 ore circa ogni notte per stare bene, dormire meno ore può rendere il vostro organismo più vulnerabile all’attacco delle apnee;
  • smettete di fumare, la nicotina contenuta nel tabacco provoca un eccessivo rilassamento dei muscoli che mantengono aperte le vie respiratorie, per cui aumenta il rischio che si chiudano e che si restringano nel sonno;
  • curate in maniera adeguata raffreddori e allergie, per evitare ulteriori affaticamenti del tratto respiratorio;
  • dormite su di un fianco, questa posizione aiuta a diminuire le apnee, mentre dormire proni o supini favorisce le sospensioni temporanee del respiro;
  • usate un cuscino cervicale, tenete la testa sollevata rispetto al corpo mediante degli appositi cuscini che fanno rilassare la muscolatura del collo e agevolano una buona respirazione;
  • utilizzate una macchina C-PAP, si tratta di un dispositivo che fornisce aria compressa attraverso una mascherina facciale, per far sì che le vie respiratorie siano libere da qualsiasi ostruzione.

Il medico può consigliarvi altri strumenti per tenere aperte le vie respiratorie durante il sonno e può prescrivervi dei farmaci stimolanti come la teofillina e le anfetamine per ridurre o eliminare i sintomi, ma migliorare la qualità della propria vita, seguendo un regime alimentare corretto ed evitando di fumare e di bere alcoolici è già un grande passo verso la guarigione.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
  • Zenzero contro la nauseaZenzero contro la nausea

    Lo zenzero è utile per combattere la nausea che di solito è una conseguenza della chemioterapia, dell’avvelenamento da cibo, delle

Leggi anche