Quali sono le complicanze del morbillo nei bambini

Argomenti trattati

Il morbillo: una malattia infantile senza gravi complicanze

Il morbillo è una malattia infettiva molto contagiosa causata da un virus, il morbillivirus. Colpisce spesso i bambini tra 1 e 3 anni, per cui viene definita infantile.

Si trasmette solo nell’uomo. I malati, nel periodo del contagio (2-3 giorni prima dell’eruzione cutanea e per circa 5 giorni dal suo inizio), devono essere isolati.
Non ha sintomi gravi, eccetto un’eruzione cutanea simile a quella della rosolia o della scarlattina. Dura tra i 10 e i 20 giorni. I primi sintomi sono simili a quelli di un raffreddore (tosse secca, naso che cola, congiuntivite) con una febbre che diventa sempre più alta. Dopo 3-4 giorni compare l’eruzione cutanea caratteristica (esantema) composta da piccoli punti rosso vivo, prima dietro le orecchie e sul viso, poi sul resto del corpo. Dal quarto giorno in poi comincia ad attenuarsi lasciando una lieve desquamazione nelle parti del corpo colpite.
In Italia la malattia deve essere notificata obbligatoriamente alle autorità sanitarie.
Pur essendo diffusa in tutto il pianeta, è diventata meno comune da quando è stata introdotta la vaccinazione con richiamo.
Le complicanze sono abbastanza rare e colpiscono soprattutto i bambini con meno di 5 anni. Riguardano principalmente le superinfezioni batteriche: otite media (7%), diarrea (8%), polmonite (6%) o encefalite (0,1%). Tali complicanze si riscontrano tuttavia più frequentemente nei neonati, nei bambini malnutriti e nei piccoli con malattie immunitarie.
Esiste solo una complicanza molto grave e rarissima: la Panencefalite Subacuta Sclerosante (PESS). E’ una malattia degenerativa del SNC dovuta alla persistenza del morbillo nel sistema nervoso centrale. Può comparire anche diversi anni dopo l’infezione in circa 5-10 casi su 1.000.000.
La letalità del morbillo è comunque molto modesta; le cause di morte più frequenti dipendono dalle complicanze respiratorie.
Scritto da Caterina Carloni
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Eventi Giornata mondiale del bambino 20 novembre 2015

Le migliori app per il controllo della fertilità

Leggi anche
  • Zenzero contro la nauseaZenzero contro la nausea
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • Yogurt magro, fa bene e ha meno calorieYogurt magro, fa bene e ha meno calorie
  • Loading...
  • Yoghurt senza zuccheroYoghurt senza zucchero
  • winter blues bimbiWinter blues e bambini: cos’è e come comportarsi

    Winter blues e bambini: di cosa si tratta, quali sono le cause e come comportarsi quando sono i più piccoli ad avere un calo nell’umore.

Contents.media