Primi sintomi di gravidanza: quali sono e come riconoscerli

Dai crampi al basso ventre, al ritardo del ciclo mestruale, agli sbalzi d'umore, ecco quali sono i primi sintomi di gravidanza.

Fin dai primi giorni dopo il concepimento, una donna può accorgersi di essere incinta facendo caso ai cambiamenti del proprio corpo e delle proprie abitudini. Quali sono i primi sintomi di gravidanza?

I primi sintomi di gravidanza

I primi cambiamenti ormonali avvengono subito dopo il concepimento.

Nelle prime settimane, infatti, ogni 48 ore raddoppiano i livelli di beta HCG, la cui funzione è quella di stimolare il corpo luteo ovarico a produrre il progesterone, l’ormone principale della gravidanza. È questo l’ormone che deve preparare l’utero della donna ad accogliere l’embrione e a proteggerlo durante i nove mesi di gravidanza. Inoltre, stimola l’alimentazione dei vasi sanguigni dell’endometrio, in modo che il feto possa ricevere il nutrimento adeguato.

Spesso, i primi sintomi della gravidanza vengono scambiati con quelli della fase premestruale, in quanto in entrambi casi l’ormone protagonista è proprio il progesterone. L’aumento dei suoi livelli causa i famosi sbalzi d’umore e, più raramente, mal di testa.

I nuovi livelli ormonali causano anche un’alterazione del gusto e dell’olfatto. Può capitare, infatti, di provare del disgusto verso cibi che si sono sempre amati, oppure di essere più sensibili agli odori, tendendo a trovare attraenti quelli che prima erano considerati cattivi, e viceversa.

Intanto, il metabolismo rallenta ed è quindi più facile soffrire di bruciore di stomaco e di digestione. Un altro sintomo molto comune sono sicuramente i dolori al basso ventre. Tra i primi segnali, quello più chiaro ed evidente è sicuramente l’assenza di mestruazioni puntuali.

Mal di pancia

Il mal di pancia è dovuto all’impianto dell’embrione nell’utero, è comune a molte donne, e anch’esso è un sintomo sovrapponibile a quello del periodo premestruale.

Tensione al seno

L’aumento di volume e la maggiore sensibilità del seno sono tra i segnali gravidici più comuni e diffusi, che però spesso vengono scambiati per sintomi premestruali.

Ritardo del ciclo mestruale

Uno dei segnali più chiari di una gravidanza in atto è sicuramente il ritardo del ciclo mestruale. Tuttavia, può capitare che vi siano delle leggere perdite di sangue da impianto, cioè quando l’embrione attecchisce alla cavità uterina.

Perdite chiare

L’aumento delle normali secrezioni vaginali è dovuto all’azione degli ormoni estrogeni.

Nausea e disturbi dell’appetito

La nausea è uno dei primi sintomi della gravidanza e forse è anche il più diffuso. Di solito, insorge fra la quinta e l’ottava settimana e si risolve dopo la fine del primo trimestre. Oltre alla nausea avvengono anche delle alterazioni del gusto e dell’olfatto, in quanto la sensibilità percettiva aumenta. Nelle gravidanze gemellari si hanno più frequenti e più rilevanti disturbi di questo tipo a causa di valori HCG molto alti.

Sonnolenza e stanchezza

La sensazione di stanchezza può comparire anche nelle prime settimane dopo l’avvenuto concepimento e può essere associata a una profonda sonnolenza. Gli ormoni guidano il corpo a rallentare, c’è un grande consumo di energia nell’organismo ed è normale lasciarsi andare alla stanchezza.

Necessità di urinare frequentemente

Molto spesso accade che vi sia maggiore necessità di urinare, dovuta anch’essa all’azione del progesterone che rilassa la muscolatura liscia delle vescica e dell’uretra e limita quindi la capacità di trattenere la pipì.

Stitichezza

Il progesterone determina una diminuzione del tono della muscolatura intestinale e quindi può indurre stitichezza. Per questo motivo, infatti, occorre fare attenzione alla dieta, la quale deve essere ricca di fibre e acqua, e condurre inoltre uno stile di vita attivo.

Sbalzi d’umore

Durante la gravidanza, soprattutto nel primo e nel terzo trimestre, sono molto frequenti i cambiamenti repentini di umore. Non solo malumori e pianti, ma anche felicità immotivata.

Scritto da Francesca Belcastro
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pillola abortiva: come funziona in Italia e le controindicazioni

Prosciutto cotto in gravidanza, sì o no? I consigli

Leggi anche
  • Yoga o meditazione zen in gravidanzaYoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

  • VideoWow! Il Video di un bimbo nel suo sacco amniotico è imperdibile
  • Abbigliamento neonato DisneyWalt Disney: vestiti per neonati
  • 
    Loading...
  • Vitamine prenatali prima della gravidanzaVitamine prenatali prima della gravidanza
Entire Digital Publishing - Learn to read again.