Come prepararsi alla prima ecografia in gravidanza: preziosi consigli

L'ecografia offre una prima occhiata all'interno del grembo materno e la possibilità di saperne di più sulla data di scadenza prevista e sul benessere del bambino.

Come prepararsi alla prima ecografia in gravidanza? L’attesa è una parte importante della gravidanza. Ci si chiede che aspetto avrà il bambino e, soprattutto, se sarà sano. L’ecografia offre una prima occhiata all’interno del grembo materno e la possibilità di saperne di più sulla data di scadenza prevista e sul benessere del bambino.

Come prepararsi alla prima ecografia in gravidanza: preziosi consigli

L’ecografia del primo trimestre viene solitamente eseguita a 7-8 settimane dal primo giorno dell’ultima mestruazione. La cosa principale è confermare la datazione della gravidanza per assicurarsi di avere una data di scadenza precisa, per assicurarsi di poter vedere il battito cardiaco del bambino e per vedere se c’è uno o più feti.

Il medico può anche utilizzare questo test per verificare la presenza di problemi genetici e per individuare eventuali problemi all’utero o alla cervice.

Se siete ansiosi di conoscere il sesso del bambino, dovrete aspettare ancora un po’. La rivelazione del sesso, così come ulteriori informazioni sull’anatomia del bambino, avverrà durante la prossima ecografia, che si svolgerà tra la 18a e la 22a settimana di gravidanza.

L’ecografia tipica crea un’immagine bidimensionale in sezione del bambino. Alcune strutture pubblicizzano ecografie 3D e addirittura 4D, che producono un’immagine più simile a una fotografia del bambino.

Queste ecografie ad alta tecnologia non sono necessarie, ma possono essere preferibili se si sospetta che il bambino abbia un’anomalia, come una palatoschisi, più difficile da vedere con le immagini 2D.

Come funziona

L’ecografia prenatale può essere eseguita in due modi: per via transaddominale (sulla pancia) o per via transvaginale (nella vagina). L’ecografia transvaginale può essere eseguita se la gravidanza è molto precoce, perché produce un’immagine più accurata del bambino ancora piccolo.

Per l’ecografia transaddominale, dovrete presentarvi con la vescica piena. La vescica piena inclina l’utero verso l’alto e sposta l’intestino per facilitare la visione.

Il tecnico metterà del gel su un dispositivo portatile chiamato trasduttore e lo muoverà sulla pancia. Il trasduttore emette onde sonore che rimbalzano sulle ossa, sui liquidi e sui tessuti del feto per creare un’immagine del bambino nel vostro grembo. Potrete vedere il vostro bambino su uno schermo video.

Durante l’ecografia transvaginale, ci si spoglia dalla vita in giù e si mettono i piedi sulle staffe, proprio come per un esame pelvico. Il tecnico coprirà il trasduttore con una guaina simile a un preservativo e con del lubrificante prima di inserirlo nella vagina.

Sottoporsi a un’ecografia durante la gravidanza è importante, perché può fornire rapidamente al medico molte informazioni sul bambino.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Gender Reveal, le migliori idee per un party

Come convincere i bambini a dormire nel proprio letto?

Leggi anche
  • zinco durante la gravidanzaZinco durante la gravidanza: cosa sapere

    Tutti i dettagli per integrare lo zinco nella tua dieta.

  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • Loading...
  • Yoga prenataleYoga prenatale: cos’è e a cosa serve

    Un dolce e rilassante modo per avere innumerevoli benefici.

  • yoga 1Yoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

  • yoga in gravidanzaYoga in gravidanza: i migliori esercizi per mamme e bambino

    Lo yoga è una disciplina orientale che apporta benefici anche in gravidanza. Conosciamolo meglio anche attraverso alcuni libri.

Contentsads.com