Preoccupate per la rottura delle acque? Ecco che cosa dovete sapere

,

Al momento, lavoro in un ufficio in uno degli edifici più trendy di Manhattan. Le mie acque dovrebbero scoppiare in stile hollywoodiano, avrei dovuto correre attraverso un via vai di turisti e hipsters, lasciando una scia di liquido amniotico per strada.

Forse questo è un pò troppo da immaginare.
Ma è anche una cosa completamente normale, grazie ai film che rendono la rottura delle acque uno spettacolo dell’orrore….

Ogni esperienza è diversa, quindi non c’è nessuno copione da seguire quando arriva il momento. Per contribuire ad alleviare le tue paure (anche solo un po’), di seguito tutto quello che dovete sapere sulla rottura delle acque:

Che cosa causa la rottura delle acque?

Mentre è in gestazione nell’utero, il vostro bambino è ammortizzato e protetto da un sacchetto pieno di liquido amniotico.

Quando la borsa si rompe (“rottura delle acque”), una raffica di liquido chiaro fuoriesce dalla cervice e dalla vagina, con un flusso continuo.

Significa che il bambino sta arrivando?

Risposta breve: Sì, ma potrebbe non essere necessario raggiungere l’ospedale immediatamente. Il travaglio potrebbe partire anche tra un giorno o due di distanza, dice Allison Hill, MD, co-autore di The Mommy Docs’ Ultimate Guida alla gravidanza e alla nascita.

Nella stragrande maggioranza dei casi, circa 80 per cento, il travaglio comincia comincia con le contrazioni, poi la rottura delle acque. In altri 20 per cento, l’acqua si rompe prima ed è solitamente seguita dalle doglie entro poche ore.

Come ci si sente?

La sensazione è diversa per ognuna. Per alcune è un gocciolamento più lento o una sensazione di scarico (puoi pensare che all’improvviso sei diventata incontinente!). Per altre è quel fiotto stile hollywoodiano, come se avessi fatto pipi ‘ bagnando completamente i pantaloni.

Altre ancora sentono una forte pressione e quindi sollievo, una volta che si rompe il sacco.

Come faccio a sapere che è liquido amniotico e non pipì o altro?

Anche se tutti quei liquidi escono dal vostro corpo dallo stesso quartiere generale, il liquido amniotico è generalmente inodore, anche se alcune donne dicono che si sente un odore dolce, come cloro o sperma. È anche solitamente chiaro o tinto con piccole striature di sangue.

Quanto liquido mi uscirà?

Questa è la domanda di milioni di dollari (e probabilmente quello che ti tiene sveglia di notte!). Quanto esce alla prima può variare da una piccola perdita a un fiotto a tutto campo, a seconda se si crea una rottura o una rottura lorda, spiega Yvonne Bohn, MD, co-autore di The Mommy Docs’ Ultimate Guida alla gravidanza e alla nascita. Una volta che inizia a scorrere, il liquido amniotico continuerà a scendere fino a 600-800 millilitri. Nel frattempo, si può indossare un assorbente per proteggere i vostri vestiti o stendere un asciugamano pulito sotto di voi per proteggere il tuo posto.

Cosa devo fare, e non fare, quando si rompono le mie acque?

Una chiamata al tuo ginecologo innanzitutto, lui potrà consigliarvi su quando e come andare in ospedale per partorire. Tra i fattori che prenderemo in considerazione sono: * a che punto sei. Se si rompe il sacco prima di 37 settimane, è considerato la rottura prematura delle membrane (PPROM). A seconda di quanto anticipo questo accade, il tuo ginecologo potrebbe tentare di ritardare il parto per dare al vostro bambino più tempo per maturare.
* Le contrazioni. È vero che le mamme la prima volta spesso richiedono più tempo per l’inizio del travaglio. Ma se non si verificano contrazioni regolari entro 24 ore dalla vostra rottura delle acque, il tuo ginecologo potrebbe voler visitare voi ed il bambino ed eventualmente indurre il travaglio con la pitocina.

* Quanto tempo è che il sacchetto si è rotto. Se il vostro bambino non è arrivato entro 24 ore dopo la rottura delle acque, il medico può dare gli antibiotici per via endovenosa. Perché c’è la possibilità di un’infezione che può viaggiare nell’utero e causare un’infezione nel bambino, dice il dottor Hill.
Per quanto riguarda su cosa evitare. Il dr Hill dice “io permettere alle donne di entrare in una vasca, ma so che altri non lo consigliano” , “Raccomando anche di non avere rapporti sessuali, perché che potrebbe introdurre batteri nell’utero.”

Quando mi devo preoccupare?

Se si sono rotte le acque e sei a meno di 37 settimane o sei GBS Gruppo streptococco B positivo, contatta il tuo ginecologo, ti può consigliare di andare subito all’ospedale. Bisogna, inoltre, prestare attenzione alle condizioni del liquido amniotico. Se è maleodorante, macchiato con molto sangue o ha una tinta verdastra o scura, vai dritto in ospedale, sono tutti segni che il vostro bambino potrebbe essere in pericolo. Infine, prendere nota se le contrazioni sono iniziate. Se sono passate più di 24 ore da quando si sono rotte le acque e ancora non ti senti le contrazioni chiama il medico.

Copyright © 2014 Meredith Corporation. Tutti i contenuti di questo sito Web, compreso il parere di un medico ed eventuali altre informazioni relative alla salute, sono solo a scopo informativo e non devono essere considerate un piano di diagnosi o trattamento specifico per ogni situazione individuale. L’uso di questo sito e le informazioni ivi contenute non crea un rapporto medico-paziente. Cercate la consulenza diretta del medico in relazione a eventuali domande o problemi, si sulla propria salute o la salute degli altri.

Scritto da Marika Barbagallo
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Infezioni vaginali in gravidanza

Congelamento degli ovuli le proposte di Apple e Facebook

Leggi anche
  • Zenzero contro la nauseaZenzero contro la nausea
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • Yogurt magro, fa bene e ha meno calorieYogurt magro, fa bene e ha meno calorie
  • Yoghurt senza zuccheroYoghurt senza zucchero
  • 
    Loading...
  • Yoga o meditazione zen in gravidanzaYoga o meditazione zen in gravidanza

    Praticare Yoga in gravidanza può essere di grande aiuto per i periodi che precedono il parto. Scopriamo insieme tutti i benefici.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.