Notizie.it logo

Contusioni nei bambini: quali pomate bisogna usare?

Pomate per contusioni bambini

Quando i bambini si fanno male cadendo, potrebbero manifestare una contusione. In questo caso, va scelta la pomata adatta, che dipende dal grado del trauma e dall'età del bambino.

Con l’arrivo della stagione estiva, i bambini tendono ad uscire più spesso dalle mura domestiche e corrono il rischio di cadere. Bisogna usare delle pomate per le contusioni dei bambini? Vanno bene le classiche pomate antinfiammatorie oppure non possono essere utilizzate sui minori? Queste sono solo alcune delle domande che i genitori tendono a farsi più spesso in presenza di piccole cadute dei loro bambini. Ecco una risposta esaustiva che aiuti nella scelta della crema da spalmare per le contusioni dei bambini.

Bambini: contusioni alla testa

Il classico bernoccolo è certamente la contusione a cui incorrono i piccoli più spesso. Cadono dal seggiolone, dalla bici o addirittura anche dalle braccia dei genitori. Molto spesso appunto il bernoccolo è l’unico inconveniente. In questo caso, l’unica cosa che si può fare è quella di mettere un po’ di ghiaccio sulla parte interessata così da tamponare un pochino il dolore ed evitare che causi ancora più gonfiore.

I bernoccoli in testa possono portare nausea e vertigini ragion per cui è preferibile che il bambino non si addormenti subito ma resti vigile almeno due o tre ore dopo la caduta. Una soluzione contro il dolore può essere anche il paracentamolo da somministrare però solo nei casi strettamente necessari e dunque solo in presenza di forte dolore.

Le pomate per le contusioni nei bambini

Un tempo i genitori applicavano ai bambini le classiche pomate utilizzate anche per i grandi. Di solito le più vendute appartengono alla classe degli antinfiammatori non steroidei, che ad oggi però non possono essere utilizzate sui più piccoli. I pediatri escludono categoricamente l’utilizzo di queste formulazioni sui minori perché causa di controindicazioni anche gravi. Questo è il motivo per cui per i bambini si devono prediligere pomate naturali con una formulazione ricca di sostanze come aloe o estratto di arnica, attivi vegetali naturalmente efficaci contro ematomi, contusioni e tanto altro.

Le pomate inoltre vengono proposte sul mercato facendo una differenziazione tra bambini di età superiore ai 12 anni e quelli più piccoli. Per i primi si possono anche utilizzare pomate a base di escina e bromelina, sostanze che agiscono in maniera immediata contro il gonfiore localizzato e le contusioni riducendo il dolore in tempi brevi.

Questi attivi sono presenti in pomate come Reparil o Ematonil. Quest’ultima può essere applicata anche a bambini più piccoli dei 12 anni perché contiene una formulazione naturale con grandi quantità di arnica e bromelina che riescono a ridurre il gonfiore. Le pomate con queste formulazione vanno applicate sulla pelle non lesa e che non presenti tagli o irritazioni di alcun genere.

L’efficacia dell’arnica

L’arnica è in assoluto l’ingrediente più adatto per una pomata contro le contusioni dei più piccoli. Le pomate con sola arnica possono essere infatti utilizzate anche sui bambini di età inferiore ai tre anni. Questo ingrediente naturale riesce a ridurre il gonfiore delle contusioni e il dolore provocato anche sui neonati senza alcuna controindicazione. Basta applicare la pomata una o due volte al giorno sulla zona interessata, bastano poche ore perché il piccolo senta sollievo. La bromelina, anch’essa naturale perché si tratta di una sostanza che viene estratta dall’ananas, riesce a far tornare la cute nelle condizioni precedenti alla caduta favorendo il ripristino della pelle e l’eliminazione del gonfiore.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.