Notizie.it logo

Prevenire i pidocchi a scuola: cosa fare

pidocchi a scuola cosa fare

I pidocchi sono dei parassiti che infestano la cute e i capelli, soprattutto dei bambini. La scuola è l'ambiente più comune in cui si possono prendere, ma ci sono diverse regole per prevenirli.

Quando inizia la scuola, uno dei problemi principali che i genitori si trovano ad affrontare riguarda senza dubbio i pidocchi e cosa fare per prevenirli. Questi ultimi possono essere davvero fastidiosi perché tendono a proliferare in ambienti come scuole e palestre e hanno come preda principale i bambini. Tali parassiti infatti attaccano proprio i più piccoli dal momento che essi non sono in grado di tutelarsi adeguatamente.

Una volta che i bambini hanno preso i pidocchi, potrebbe essere piuttosto complesso eliminarli in maniera efficace. Pertanto è consigliabile prevenire questo problema in modo tale da non ritrovarsi in spiacevoli situazioni. Per prevenire i pidocchi basta seguire alcune semplici ma fondamentali regole che possono salvaguardare non solo il bambino ma anche i genitori. È bene ricordare inoltre che tali accorgimenti devono essere messi in pratica tutto l’anno per evitare di prendere i pidocchi a scuola.

Pidocchi a scuola: cosa fare per prevenirli

Uno dei metodi più efficaci per prevenire i pidocchi riguarda lo scambio degli oggetti.

È importante infatti insegnare ai più piccoli che non è opportuno scambiare con i propri compagni degli oggetti troppo personali. Ad esempio non ci si devono scambiare i cappelli, le sciarpe oppure gli elastici per capelli. Durante il gioco infatti i bambini tendono a condividere con i propri amici tali accessori, ma è fondamentale far capire loro che ciò non deve essere fatto. Inoltre, sia a scuola che in palestra, i bambini dovrebbero avere un armadietto o uno spazio personale nel quale inserire le proprie cose evitando di riporle insieme a quelle degli altri.

Per prevenire al meglio i pidocchi è bene poi guardare bene il bambino e osservare in particolar modo l’attaccatura della nuca. É proprio in questa zona che si manifestano inizialmente i pidocchi. Da non sottovalutare poi sono anche le orecchie, un altro luogo molto comune in cui avviene l’infestazione.

Pertanto è bene pettinare accuratamente i capelli con un pettine molto fitto che riesca ad eliminare le uova dei pidocchi rendendole visibili a occhio nudo.

Come eliminare i pidocchi: i prodotti

Oltre a seguire queste misure di prevenzione è possibile anche utilizzare dei prodotti reperibili facilmente in farmacia. Si tratta di prodotti che possono aiutare a prevenire la comparsa dei pidocchi nei bambini e che devono essere applicati quando i più piccoli si trovano a frequentare ambienti come scuole e palestre. Tali prodotti inoltre creano un ambiente sfavorevole per la comparsa dei pidocchi dal momento che abbassano il ph della cute e rendono più semplice il distacco delle ledini dallo stelo dei capelli. Generalmente i prodotti più utilizzati sono lo shampoo e un apposito spray oppure una lozione. Chi preferisce può anche scegliere uno solo dei prodotti ma è comunque fondamentale mantenere una certa costanza nel tempo affinché il pericolo sia allontanato.

Ci sono poi anche dei prodotti naturali che possono essere usati per combattere l’insorgere dei pidocchi. Anch’essi sono molto validi e sono consigliati a chi non prediligere usare troppo spesso i prodotti da farmacia. Quelli più efficaci sono senza dubbio l’olio di tea tree (che allontana i pidocchi già presenti e ne rende difficile la comparsa) e l’olio di Neem (che impedisce ai pidocchi di attaccarsi alla cute). Un altro rimedio naturale che può essere fatto utilizzando prodotti facilmente reperibili in tutti i negozio comprende l’aceto. Quest’ultimo infatti può essere un valido alleato contro i pidocchi: durante lo shampoo dunque basta effettuare alcuni risciacqui con l’aceto per avere risultati ottimali.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.