Pianto finto dei bambini: cosa fare e quali sono le cause

Pianto finto dei bambini: cosa fare e in che modo devono comportarsi i genitori di fronte a questo comportamento dei figli.

Le crisi di finto pianto dei bambini sono un fenomeno al quale ogni genitore è abituato e che occorre saper imparare a gestire. Capita molto spesso, infatti, che il bambino tranquillo fino a un minuto prima, cominci a piangere in maniera disperata.

Pianto finto dei bambini: cosa fare e quali sono le cause? Cerchiamo di fare chiarezza.

Pianto finto dei bambini: cosa fare

Tutti i bambini piangono allo stesso modo e per le più svariate ragioni. Questa manifestazione, soprattutto quando si è molto piccoli, è l’unico modo che si ha per segnalare una richiesta, in quanto non si ha la capacità di parlare. Piangere, quindi, è un vero e proprio sistema di segnalazione, una sorta di richiamo, un segnale per far capire ai genitori che si ha bisogno di qualcosa.

Quando i bambini sono più grandicelli, però, accade molto spesso che comincino a piangere in maniera disperata lasciando di sasso i genitori che non capiscono quale sia il problema. Questo atteggiamento, la maggior parte delle volte, non è altro che una normalissima ricerca di attenzioni che accomuna tutti i piccoli.

Pianto finto dei bambini: come devono comportarsi i genitori quando si trovano di fronte a questo comportamento dei figli.

Rimproverare ma con dolcezza

Molto spesso, per far terminare una finta crisi di pianto, è sufficiente parlare con il bambino e utilizzare un tono di voce calmo e risoluto. In questo modo, infatti, gli si può far presente che attraverso i capricci non si arriverà a una soluzione a lui gradita. Infatti, urlare e sbraitare è un comportamento che molti genitori adottano ma che non porta a nessuna risoluzione.

Distrarre il bambino

Come già detto, il piccolo ricorre al pianto disperato per attirare l’attenzione degli adulti, specialmente quando si annoiano e vorrebbero invece essere coinvolti in qualche gioco. In tal caso, quindi, la soluzione giusta potrebbe essere quella di accontentarlo. Infatti, non servono grandi stratagemmi per calmare il bambino. A volte, anche un semplice barattolo della calma può essere d’aiuto nell’impresa.

Cercare di capire il motivo

Se molte volte i bambini piangono senza un reale motivo alla base, è anche vero che in alcuni casi potrebbero esserci dei reali motivi alla base del pianto. Quando i bambini sono molto piccoli, infatti, non riescono a esprimere le loro difficoltà e quindi l’unica soluzione che hanno è quella di piangere ininterrottamente. Ascoltare il bambino e cercare di capire quale sia il motivo alla base è utile per evitare magari una situazione simile in futuro.

Scritto da Francesca Belcastro
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come pulire le orecchie di un neonato: consigli e pratiche da evitare

Effetti della tv sui disegni dei bambini: cosa succede

Leggi anche
Contents.media