Pancia post-partum: per quanto tempo potresti sembrare incinta

La pazienza è la chiave di tutto: ricorda di non esagerare con la dieta.

Potresti essere molto sorpresa da come appare la tua pancia post-partum. Anche se il tuo bambino è nato, potresti avere ancora una pancetta rotonda e molle che ti fa sembrare come se fossi incinta di sei mesi. Molte donne hanno anche una linea scura lungo l’addome (chiamata linea nigra) e una rete di smagliature, che sono in realtà piccole cicatrici causate dall’esteso stiramento della pelle.

Quelle che hanno avuto un cesareo hanno anche cicatrici chirurgiche da affrontare.

Ci vuole tempo perché il tuo corpo – specialmente la tua pancia – si riprenda completamente dalla gravidanza. Immagina il tuo addome come un palloncino che si gonfia lentamente mentre il tuo bambino cresce. Il parto non fa scoppiare il palloncino, inizia solo una lenta perdita. Non preoccuparti però: è una perdita costante.

Pancia post-partum: cosa sapere

Dal momento in cui il tuo bambino è nato, i cambiamenti ormonali fanno sì che il tuo utero si contragga, riportandolo al suo stato pre-gravidanza.

Ci vogliono da sei a otto settimane perché il tuo utero ritorni alle sue dimensioni normali. Tutte le cellule del corpo che si sono gonfiate durante la gravidanza iniziano a rilasciare il fluido extra, che viene eliminato attraverso l’urina, le secrezioni vaginali e il sudore.

Il grasso in più per nutrire il bambino inizia a bruciare (specialmente se stai allattando e facendo esercizio). Tuttavia, ci vogliono almeno alcune settimane per notare i risultati.

Le smagliature e la linea nigra, invece, durano più a lungo. La buona notizia è che le smagliature di solito diventano molto meno evidenti da sei a dodici mesi dopo il parto. La loro pigmentazione svanisce e in genere diventano più chiare della pelle circostante (il colore varia a seconda del colore della tua pelle), ma la loro consistenza rimane la stessa.

Il colore scuro della linea nigra svanirà gradualmente nel corso di un anno, ma anche questo potrebbe non scomparire completamente.

Quanto tempo ci vorrà perché la mia pancia torni alla normalità?

Abbiamo tutti sentito storie di nuove mamme le cui pance sono strette e piatte subito dopo il parto. Anche se questo accade, è raro. Per la maggior parte delle donne ci vogliono mesi per sbarazzarsi della “sacca della gravidanza” – e a volte non va mai via del tutto. La pazienza è la chiave. Ci sono voluti nove mesi perché il tuo addome si allungasse per accogliere un bambino, quindi è logico che ci voglia almeno lo stesso tempo per riaddensarsi.

La velocità e il grado di questa transizione dipendono in gran parte dalla tua taglia normale, da quanto peso hai guadagnato durante la gravidanza, da quanto sei attiva e dai tuoi geni. Le donne che hanno guadagnato meno di 13kg e si sono allenate regolarmente durante la gravidanza, hanno maggiori probabilità di dimagrire rapidamente. Se non stai allattando, dovrai stare attenta a quanto mangi per perdere il “peso della gravidanza”. Hai bisogno di meno calorie ora che non sei incinta, ma ricordati di avere una dieta sana e ben equilibrata.

Pancia post-partum consigli

Cosa posso fare per migliorare la mia pancia post-partum?

L’allattamento al seno aiuta, soprattutto nei primi mesi dopo il parto. Le donne che allattano al seno bruciano calorie extra per produrre latte, quindi di solito perdono il peso della gravidanza più rapidamente delle donne che non allattano. L’allattamento innesca anche contrazioni che aiutano a ridurre l’utero, rendendolo un allenamento per tutto il corpo. Tuttavia, molte mamme che allattano al seno dicono di avere difficoltà a perdere gli ultimi 5 o 10 kg.

Alcuni esperti ipotizzano che il corpo conserva questi depositi di grasso extra per aiutare la produzione di latte, ma la scienza non ha ancora risposto definitivamente a questa domanda. Ad ogni modo, anche l’esercizio fisico aiuta. Che si tratti di una passeggiata intorno all’isolato o di una lezione di yoga post-partum, l’attività fisica tonifica i muscoli dello stomaco e brucia calorie. Un regime di esercizio rigoroso che include un allenamento aerobico e movimenti che si concentrano sull’addome può fare miracoli. Inizia prima una routine di esercizi, però, e assicurati che il tuo corpo sia pronto.

Alcuni rigonfiamenti del bambino richiedono uno sforzo maggiore. In alcune donne, il lato destro e sinistro del muscolo che copre la superficie anteriore della pancia può separarsi, una condizione chiamata diastasi. Questo è più probabile che accada se sei stata incinta più di una volta. Non è dolorosa, e spesso gli unici segni della condizione all’inizio della gravidanza sono pelle extra e tessuto molle davanti alla parete dello stomaco. Nei mesi successivi, la parte superiore dell’utero può talvolta essere vista sporgere dalla parete dello stomaco. Il tuo medico può dirti se hai questa condizione e suggerirti degli esercizi per risolverla dopo la nascita del tuo bambino.

Va bene fare una dieta?

Se hai preso molto peso durante la gravidanza, perdere alcuni di quei chili può aiutare a ridurre la pancia. Una dieta ipocalorica può aiutarti a perdere peso, ma prima dai alla natura e all’esercizio fisico il tempo di lavorare. Aspetta almeno sei settimane – e preferibilmente qualche mese – prima di ridurre le calorie, specialmente se stai allattando.

Le donne hanno bisogno di 1.600-2.400 calorie al giorno per mantenere un peso sano. Per perdere circa mezzo chilo a settimana, taglia 500 calorie al giorno diminuendo l’assunzione di cibo o aumentando il tuo livello di attività. Perdere più di mezzo chilo a settimana può farti sentire affaticata e influenzare negativamente il tuo umore.

Non fare una dieta severa – una rapida perdita di peso influisce sulla tua capacità di allattare. Una dieta estrema mette il tuo corpo in modalità “fame”, e lo stress e la fatica riducono la quantità di latte che produci. Inoltre, quando ti metti a dieta in modo severo, potresti non mangiare abbastanza cibi ricchi di nutrienti, il che significa che il tuo bambino potrebbe non ricevere tutti i grassi e le vitamine di cui ha bisogno dal tuo latte materno.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Fitness post-partum: semplici esercizi per il primo mese

Importanti linee guida per l’esercizio post-partum

Leggi anche
  • zara abbigliamento bambina vestitiniZara abbigliamento bambina: 5 vestitini da non perdere

    Le bambine amano fare shopping e scegliere i propri capi: scopriamo i migliori vestitini per bambina di Zara abbigliamento.

  • migliori zaini per la scuola 2020Zaini per la scuola 2020: quale acquistare?

    Il nuovo anno scolastico è ormai alle porte: quali sono i migliori zaini per la scuola 2020 da acquistare online?

  • Loading...
  • Yoga neo-mamme e bimbiYoga, neo-mamme e bimbi: tutti i vantaggi

    Ecco quali sono i benefici fisici e psicologici dello yoga nelle neo-mamme e nei bimbi dopo il parto.

  • Vestiti pre-gravidanzaVestiti pre-gravidanza: potrai indossarli di nuovo?

    Ogni volta che ti senti frustrata dal tuo aspetto, prendi il tuo bambino e vai allo specchio più vicino.

  • ScatolaUnboxing: cos’è e quali rischi comporta per i bambini

    Il fenomeno dell’unboxing riscuote un successo sempre maggiore ma, pur essendo perlopiù innocuo, può rappresentare dei rischi per i più piccoli.

Contents.media