Notizie.it logo

Organizzare caccia al tesoro per bambini

organizzare caccia tesoro bambini

La caccia al tesoro è un gioco divertente per i bambini di tutte le età per farli svagare e imparare cose nuove. Come organizzarla nel modo migliore?

La caccia al tesoro è uno dei giochi preferiti per bambini di tutte le età, perciò organizzarne una che possa piacere a tutti è garanzia di successo, ma non è facile e soprattutto non è automatico. Per partire con l’organizzazione si dovranno valutare una serie di elementi. Qui vi proponiamo delle idee che vi saranno utili se progettate di organizzare un evento con una caccia al tesoro.

Caccia al tesoro: quale scegliere

  • La più conosciuta è la caccia al tesoro a indizi, che si basa su una serie di quiz da proporre a ogni tappa. I bambini dovranno scoprirne uno alla volta per passare alla tappa successiva, fino ad arrivare alla scoperta del tesoro. Per questo tipo di caccia al tesoro la difficoltà consiste nel creare dei quiz divertenti e ai bambini piaceranno senz’altro.
  • La caccia al tesoro su mappa è forse la più simile all’origine del gioco, con una mappa che rappresenta la cartina del posto dove avrà luogo la caccia.

    Che sia una casa, un appartamento, un giardino, un locale pubblico, un parco, non ha importanza, per i bambini ogni luogo sarà perfetto purché li faccia divertire. Le indicazioni per passare da un luogo all’altro potranno consistere in indovinelli o puzzle.

  • La caccia al tesoro con ricerca: in questo tipo di caccia al tesoro i partecipanti, per ottenere gli indizi necessari per passare da una tappa all’altra, devono trovare degli oggetti contenuti in una o più elenchi. Saranno oggetti strani e particolari, ma non impossibili da trovare, o magari oggetti che i bambini possono costruire.

Caccia al tesoro: alcuni elementi importanti

L’età dei bambini è il primo punto, e il più importante, da prendere in considerazione. Più i bambini sono piccoli e più breve dovrà essere la durata della caccia al tesoro. Un bambino in età scolare riesce a concentrarsi per un’ora, mentre se non va ancora a scuola, non essendo abituato, avrà solo poco più di mezz’ora di autonomia.

Il tema della caccia al tesoro è importante, perché spesso dalla scelta del tema dipende il successo del gioco. Un gruppo di maschietti troverà divertente un tema come “l’Isola dei pirati”, mentre un gruppo di bambine magari preferirà “il tesoro della principessa”. Gruppo misto? Niente paura, ci sono moltissimi temi che possono interessare sia maschi che femmine, come “il cavaliere salva la principessa e trova il tesoro”, oppure “cavalieri e fate nel bosco incantato”.

Importante è anche il livello di difficoltà dei quiz da creare. I quiz devono essere equilibrati, presentare qualche difficoltà e allo stesso tempo non essere impossibili. Forse questo è il punto più difficile da trattare. Anche il luogo prescelto è fondamentale, perché saranno i punti che man mano i bambini dovranno scoprire nella loro ricerca. Se scegliamo il giardino di casa, ad esempio, non potremo mettere un indizio in ripostiglio, quindi è importante circoscrivere gli ambienti e darne indicazione ai giocatori.

Il tesoro deve colpire l’immaginazione dei bambini, deve renderli felici e soddisfatti di aver giocato e vinto. Non necessariamente deve essere costoso: può trattarsi di una scatola rivestita di carta luccicante – che nell’immaginazione del bambino significa “preziosa” – che contenga dei dolcetti, della cioccolata oppure dei giocattolini. È importante che ogni bambino della squadra vincente ottenga un premio, e lo possa portare a casa a testimonianza della sua vittoria.

Caccia al tesoro: idee sui temi

La caccia al tesoro “casalinga” è adatta anche ai bambini più piccoli e consiste nel far cercare fra gli oggetti di casa, in cui poi trovare dei bigliettini che li portino alla prossima tappa. Si può procedere per mezzo di indovinelli: “io servo per grattugiare il formaggio: sono la….?”, ed i bambini troveranno sulla grattugia il foglietto con il successivo indovinello. Se i bambini sono molto piccoli il gioco sarà guidato da un adulto, che leggerà gli indovinelli. Questo gioco aiuterà anche i bambini che stanno imparando nuovi vocaboli ad arricchire le loro conoscenze lessicali.

Inoltre è un gioco che si può fare in casa anche in inverno, col brutto tempo.

Un’altra idea può essere quella sulla caccia alle candeline di compleanno. È un gioco da fare ovviamente in occasione di un compleanno. Le candeline verranno nascoste una per una in luoghi diversi e ogni candelina avrà legato attorno il bigliettino con le indicazioni per la candelina successiva. Alla fine del gioco le candeline si potranno mettere sulla torta. Chi vince avrà un premio oppure la fetta più grossa.

Caccia al tesoro: idee per quiz e indovinelli

Un’idea carina per cominciare una caccia al tesoro può essere quella del puzzle. Si possono stampare delle foto su cartoncino e ritagliare il tutto a pezzetti che dovranno poi essere ricomposti dai bambini (al massimo 6 pezzi, altrimenti i bambini si stancano). Ogni puzzle completato rappresenterà l’immagine del prossimo indizio – ad esempio se il prossimo indizio è nel cesto della frutta, l’immagine dovrà essere quella. Un altro esempio può essere quella della frase in codice.

Si può inventare un codice diverso ogni volta, ad esempio creare parole composte da lettere in aggiunta: invece di “CUSCINO”, la parola in codice sarà “CDUXSHCPIBNKO”, vale a dire leggere solo le lettere alternate.

Un ultimo suggerimento può essere quello del rebus. È una frase composta da lettere singole o sillabe e immagini così che la comprensione possa portare all’indizio successivo. Non è facile creare dei rebus, ma se ne trovano in commercio sui giornali di enigmistica si possono utilizzare quelli. Un ultimo consiglio: quando preparate la caccia al tesoro e sistemate gli indizi in casa o in giardino, fate in modo che i vostri bambini non se ne accorgano, e se capita, cambiate collocazione, altrimenti rovinate la sorpresa. Buon divertimento!

© Riproduzione riservata
Leggi anche