Notizie.it logo

Obesità infantile: le cause e i rimedi possibili

Le cause e rimedi dell'obesità infantile

L'obesità infantile è un fenomeno in aumento. Individuare le cause e i rimedi è necessario per evitare problemi e cattive abitudini da adulti.

L’obesità infantile è un fenomeno in aumento in Italia e in tutti i paesi industrializzati del mondo. Il problema non va sottovalutato perché se non ci si abitua a una sana alimentazione da piccoli, diventerà quasi impossibile sconfiggere le vecchie abitudini da adulti. Individuare le cause e i possibili rimedi dell’obesità infantile è fondamentale.

Obesità infantile: le cause

Le prime cause dell’obesità infantile sono da ricercare nelle abitudini alimentari. Gli errori più frequenti che i bambini fanno a tavola, influenzati dalla famiglia, dalla scuola ma anche dalle diverse pubblicità, sono numerosi: non fare la prima colazione oppure farla in fretta, consumare uno spuntino ipercalorico al mattino, consumare giornalmente bevande gassate o zuccherate, prediligere alimenti composti da grassi saturi. I bambini tendono a scartare dalla loro alimentazioni cibi ricchi di fibre, ferro, zinco e calcio, come frutta e verdura.

Frutta e verdura sono però alimenti indispensabile per una sana e corretta crescita.

Il problema però non riguarda solo il consumo smisurato di zucchero e grassi. Una delle cause principali è la poca attività fisica che i ragazzi svolgono. I bambini tendono infatti a fare poco movimento fisico nell’età compresa tra i tre e i cinque anni, ma il problema rimane tale anche tra i 18-19 anni. Con l’avvento di Internet e dei giochi digitali l’obesità sta trovando sempre maggiore diffusione. I ragazzi non si dedicano più ai giochi all’aperto o agli sport, ma preferiscono giocare in casa con videogiochi o smartphone o guardare la televisione comodamente seduti sul divano. I bambini tendono così a diventare sedentari e pigri.

Obesità infantile: i rimedi

Per abbassare il tasso di obesità, occorrerebbe sensibilizzare i bambini e i ragazzi e insegnare loro quali siano gli alimenti che a tavola non possono mai mancare.

Bisogna capire l’importanza di mangiare cinque volte al giorno distinguendo i cinque pasti essenziali: prima colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena. I genitori dovrebbero adottare alcuni accorgimenti come spegnere la televisione e consigliare di mangiare con calma, masticando il più lentamente possibile. Vanno evitati gli alimenti contenenti troppe calorie e grassi come merendine, dolci, patatine fritte e biscotti.

A una corretta alimentazione bisogna affiancare l’attività fisica costante. L’esercizio fisico è fondamentale per la crescita del bambino in quanto aiuta a formare massa muscolare. Fare attività fisica rende anche i ragazzi più autonomi e attivi. E’ importante quindi praticare almeno 35 minuti di attività fisica al giorno che sia aerobica leggera, come camminata o pedalata in bicicletta, che anaerobica.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
  • Zenzero contro la nauseaZenzero contro la nausea

    Lo zenzero è utile per combattere la nausea che di solito è una conseguenza della chemioterapia, dell’avvelenamento da cibo, delle

Leggi anche