I nomi più diffusi a Bari e il loro significato

In Puglia vincono ancora i nomi di battesimo tradizionali: ecco quelli maschili e femminili più diffusi a Bari.

Quando è ora di scegliere il nome del piccolo in arrivo, mamma e papà cominciano a stilare delle liste, consultare dei libri, utilizzare le applicazioni che vanno di moda. A Bari, nel cuore della Puglia, molto spesso, così come nel resto del sud Italia, le tradizioni vincono e molto spesso ai bambini viene dato il nome dei nonni.

Quali sono i nomi più diffusi a Bari? Scopriamoli insieme.

Nomi più diffusi a Bari

Le tradizioni sono molto radicate nel capoluogo pugliese e di conseguenza, quando si tratta di scegliere il nome del figlio, molto spesso viene scelto quello dei nonni. Quali sono i nomi più diffusi a Bari? Per quanto riguarda i maschi, vincono Giuseppe, Francesco e Nicola. Le femminucce, invece, si chiamano soprattutto Maria, Anna e Angela.

Giuseppe

Deriva dall’ebraico e ha diversi significati, tra cui “accrescere, aumentare, raggiungere”, inteso come augurio per la nascita di altri figli. Si tratta di un nome biblico, presente già nell’Antico Testamento, con la figura di Giuseppe, figlio di Giacobbe venduto dai suoi fratelli, sia nel Nuovo, nella persona di Giuseppe, sposo di Maria e padre putativo di Gesù. È stato il nome proprio maschile più diffuso in Italia nel XX secolo, ma sta subendo numerosi cali da un paio di anni a questa parte. Si festeggia prevalentemente il 19 marzo.

Francesco

Francesco deriva dal latino e significa “appartenente al popolo dei Franchi”. Un’altra ipotesi, invece, attribuisce a questo nome il significato di “libero”. La sua diffusione come nome proprio di persona iniziò nel XII secolo e si sviluppò in Europa Occidentale durante il Medioevo, soprattutto grazie alla figura di Francesco d’Assisi. L’onomastico viene festeggiato il 4 ottobre proprio in suo onore.

Nicola

Il nome Nicola deriva dal greco e significa “vincitore del popolo”. L’onomastico viene festeggiato il 6 dicembre in ricordo di San Nicola, vescovo di Miranella Licia, morto nel 350 e detto da Bari perché sepolto in quella città. È il patrono degli avvocati.

Maria

Maria, nome biblico femminile per eccellenza, ha origini ebraiche e significa “afflitta e amareggiata”, ma anche “signora, padrona, amata, cara”. Si tratta del nome più diffuso al mondo, proprio in onore della Vergine Maria ed è anche il nome femminile col maggior numero di festività nel corso dell’anno.

Anna

Il nome Anna deriva dall’ebraico e significa “grazia, graziosa”. Gli antichi romani veneravano una divinità lunare, detta Anna Perenna che festeggiavano all’inizio della primavera con allegri giochi e banchetti. Secondo la tradizione cristiana, Anna fu la madre della Madonna. Attualmente, sono numerosi i diminutivi e i nomi composti derivati. L’onomastico si festeggia il 26 luglio.

Angela

Così come Angelica, Angela deriva dal latino e significa “messaggera”. Come vuole la tradizione cristiana, infatti, gli angeli sono i messaggeri di Dio. Angela è la variante femminile di un nome che ha un simbolismo molto importante, per questo è così diffuso e nel corso dei secoli è stato il nome di illustri personaggi. L’onomastico si festeggia il 27 gennaio.

Scritto da Francesca Belcastro
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I nomi più diffusi a Roma e il loro significato

Covid-19 e termometro a infrarossi: i consigli su quale acquistare

Leggi anche
  • Zoomarine orari 2020Zoomarine: tutti gli orari dell’estate 2020

    Zoomarine è uno dei parchi acquatici più amati d’Italia ed è finalmente pronto per riaprire i battenti dopo la quarantena: quali sono gli orari del 2020?

  • Zoomarine biglietti prezzi orariZoomarine: biglietti, prezzi e orari del parco

    Zoomarine è la scelta perfetta per tutte le famiglie che vogliono divertirsi insieme: ma come e dove informarsi in merito a biglietti, prezzi e orari?

  • Zoomarine Orari NavetteZoomarine Orari Navette
  • Zoomarine Orari AttrazioneZoomarine Orari Attrazione
  • Loading...
  • Zone erogene femminiliZone erogene femminili
Contents.media