Il mughetto nei bambini: cos’è e come affrontarlo

Prima di far assumere antibiotici al bambino, assicurati di avere il consenso del pediatra.

Se il tuo bambino ha delle macchie bianche in bocca, potrebbe essere la comune e a volte dolorosa infezione orale conosciuta come mughetto. Il mughetto causa lo sviluppo di macchie bianche o gialle sui lati, sulle gengive, sulle labbra e sulla lingua della bocca del bambino.

Può anche diffondersi alla gola, alle tonsille o all’esofago. Il mughetto è più comune nei neonati e nei bambini piccoli.

Cosa causa il mughetto nei bambini?

Il lievito è normalmente presente nel sistema digestivo di tutti, ma un’infezione può insorgere se c’è uno squilibrio. Alcuni bambini entrano per la prima volta in contatto con il lievito nel canale del parto. Dopo che il tuo bambino è nato, gli antibiotici possono scatenare un caso di mughetto, sia che tu stia prendendo il farmaco (se stai allattando) sia che lo stia facendo il tuo bambino.

Questo perché gli antibiotici uccidono i batteri “buoni” che tengono il lievito sotto controllo.

Alcune mamme e bambini passano l’infezione a ripetizione. Il tuo bambino può diffondere il mughetto a te se stai allattando, causando una dolorosa infezione da lievito sui tuoi capezzoli che richiederà un trattamento. Tu, di conseguenza, puoi trasmettere al tuo bambino un caso di mughetto se stai allattando e sviluppi un’infezione da lievito sui tuoi capezzoli per aver preso degli antibiotici.

D’altra parte, è possibile per te rimanere senza sintomi, anche se stai allattando un bambino che ha il mughetto. Allo stesso modo, il tuo bambino allattato al seno potrebbe non essere influenzato dalla tua infezione da lievito. Alcune persone pensano che il mughetto possa essere causato anche dal succhiare un biberon o un ciuccio per un lungo periodo di tempo. Altri pensano che la colpa sia dei capezzoli non puliti del biberon. Tuttavia, i bambini che allattano esclusivamente al seno e non usano ciucci possono ancora avere il mughetto, quindi è difficile individuare una singola causa. Alcuni bambini (e mamme) sono semplicemente più suscettibili alle infezioni da lievito di altri.

Quali sono i sintomi del mughetto?

Se noti un rivestimento bianco solo sulla lingua del tuo bambino, probabilmente è solo un residuo di latte (specialmente se puoi pulirlo). Chiama il pediatra se vedi uno dei seguenti segni:

  • Macchie bianche o gialle sulle labbra, lingua, palato, interno delle guance, gengive o la gola del tuo bambino. Le macchie di mughetto assomigliano alla ricotta e non si lavano via facilmente.
  • Piange quando allatti o quando succhia il ciuccio o il biberon. Le macchie bianche o gialle possono essere dolorose e rendere l’alimentazione scomoda se l’infezione è grave. Tuttavia, alcuni bambini con mughetto non sentono alcun dolore o disagio e sono in grado di alimentarsi normalmente.

Alcuni bambini con mughetto sviluppano anche un’eruzione da lievito da pannolino – un’eruzione in rilievo, a chiazze, o rosso vivo con bordi distinti. Piccole macchie rosse appaiono spesso intorno ai bordi dell’eruzione principale. L’area colpita è rossa e può essere tenera o dolorosa, e l’eruzione può insinuarsi nelle pieghe della pelle intorno ai genitali e alle gambe del tuo bambino. Non appare quasi mai sulle natiche.

Come posso trattare il mughetto?

Se il pediatra diagnostica il mughetto, potrebbe prescrivere un farmaco antifungino orale e raccomandare di dare al tuo bambino dell’acetaminofene per il dolore. Possono essere necessarie circa due settimane per eliminare l’infezione. Per un’eruzione da pannolino, il tuo medico può anche prescrivere una pomata da usare nella zona del pannolino. Se stai allattando un bambino con il mughetto, molti medici raccomandano di applicare la pomata anche sui capezzoli, in modo che tu e il tuo bambino non vi passiate l’infezione a vicenda.

Rivolgiti al tuo medico se l’infezione non sembra ancora scomparire; le recidive sono abbastanza comuni.

Posso evitare che il mio bambino prenda il mughetto?

Non sempre. Alcune persone sono naturalmente più inclini alle infezioni da lievito, ma puoi prendere i seguenti provvedimenti per ridurre le probabilità che il tuo bambino si ammali di mughetto. Queste misure possono anche aiutarti a evitare la reinfezione, se tu e il tuo bambino siete in cura per il mughetto.

  1. Non dare al tuo bambino antibiotici, a meno che non sia assolutamente necessario. Gli antibiotici non aiutano contro le infezioni virali, e il mughetto è spesso scatenato dall’assunzione di quest’ultimi.
  2. Pulisci e sterilizza i ciucci dopo ogni uso, e disinfetta tutti i giocattoli che vanno nella bocca del tuo bambino.
  3. Lascia asciugare all’aria i capezzoli tra una poppata e l’altra.
  4. Se allatti con il biberon, pulisci accuratamente tutte le attrezzature – comprese le tettarelle – dopo ogni uso, lavandole con acqua calda e sapone o passandole nella lavastoviglie.
  5. Lavati spesso le mani, soprattutto dopo le poppate e i cambi di pannolino.
  6. Puoi anche cambiare frequentemente il pannolino del tuo bambino per evitare che il lievito causi un’irritazione.

mughetto neonati

Il mughetto è pericoloso?

No, ma se il tuo bambino è molto irritabile e scomodo, il mughetto potrebbe interferire con l’alimentazione. Può essere molto angosciante quando un bambino affamato trova doloroso mangiare. Dai al tuo bambino tutto il conforto di cui ha bisogno, e segui le istruzioni del tuo medico per il sollievo dal dolore e le medicine. Infine, ricorda che anche questa infezione passerà.

E i rimedi casalinghi?

Se vuoi provare una terapia alternativa, chiedi al pediatra del violetto di genziana. Questo è un colorante che può anche essere un efficace trattamento antifungino, ma macchia tutto ciò con cui viene a contatto. Inoltre, se il violetto di genziana è usato per troppo tempo o in una concentrazione troppo alta, può causare piaghe nella bocca del tuo bambino, quindi assicurati di parlare con il medico prima di usarlo.

Se vuoi provare questo metodo e ne hai parlato con lui, puoi chiedere al farmacista locale di preparare la soluzione di violetto di genziana per te. Se invece vuoi prepararla tu stesso:

  1. Compra una soluzione di violetto di genziana all’1%. Puoi trovarla in molte farmacie o ordinarla dalla farmacia.
  2. Per prevenire gli effetti collaterali, come le piaghe in bocca, diluisci questa soluzione per creare una concentrazione di violetto di genziana dello 0,25% o meno. Mescola una parte di soluzione di violetto di genziana con due parti di acqua.
  3. Prima di applicare il violetto di genziana, spoglia il bambino dalla vita in su per non macchiare i suoi vestiti. Successivamente metti giù un asciugamano (che non ti importa di macchiare) per proteggere la superficie sotto di lui.

Per applicare la soluzione:

  1. Prima applica un sottile strato di vaselina sulle labbra e sulle guance del tuo bambino per evitare che si macchi.
  2. Usa un bastoncino di cotone per “dipingere” la soluzione diluita all’interno della bocca del tuo bambino. Fatti aiutare da qualcuno tenendo la testa e le mani mentre tamponi l’interno delle sue labbra, guance e lingua.
  3. Fallo una volta al giorno per non più di sette giorni.

Quando allatti il tuo bambino, un po’ di colorante potrebbe finire sui tuoi capezzoli: questo è perfettamente sicuro.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Alimenti utili in gravidanza contro la nausea

Herpes labiale: sintomi, cura e prevenzione

Leggi anche
  • Yogurt adatti ai neonatiYogurt adatti ai neonati: quali sono e come scegliere i migliori

    In base a cosa scegliere gli yogurt per i neonati e a cosa evitare di questo alimento.

  • vista neonatiVista neonati: quando si sviluppa

    Cosa vedono i bambini nella pancia e subito dopo la nascita? Scopriamolo

  • Loading...
  • 183Viaggio neonato Ryanair
  • 173Viaggio neonato Alitalia
  • 183Viaggio neonato Air Dolomiti
Contents.media