Notizie.it logo

Movimenti fetali da quando si sentono

movimenti fetali

A quante settimane si sente il bambino? Non c'è una risposta precisa ma quando accadrà sicuramente lo capirai

L’attesa dei primi movimenti fetali. I nove mesi di gravidanza rappresentano un periodo particolare per ogni donna in procinto di diventare mamma. Un aspetto che accomuna dal punto di vista emozionale tutte le neo mamme è l’attesa dei primi movimenti fetali del bambino.

Nonostante il feto inizi a spostarsi già alla fine del terzo mese di gestazione, la mamma non riesce a percepire questi piccoli spostamenti a causa delle dimensioni ancora contenute del bimbo. In campo medico i movimenti del bambino durante la gravidanza sono denominati MAF, ovvero Movimenti Attivi Fetali. Il ginecologo in sede di ecografia riesce spesso a visionarli e riporta sul referto l’eventuale movimento del feto, per documentare nel tempo l’andatura di crescita. Ogni bambino cresce in modo differente da un altro. Alcuni bimbi sono molto calmi già dalle prime settimane, mentre altri presentano il loro carattere irrequieto sin da subito.

Quando si percepiscono i primi movimenti

La neo mamma riesce ad avvertire i primi movimenti fetali orientativamente tra la sedicesima e la ventesima settimana di gravidanza.

Questo avviene perché all’interno della placenta il feto cresce e muovendosi si riesce a percepire.
La crescita del feto avviene continuamente. Il bambino già alla diciassettesima settimana muove il suo corpo e può anche portare le manine verso la bocca. Il movimento degli arti inferiori da parte del feto inizia verso la diciottesima settimana, momento in cui la neo mamma può percepire i primi calcetti. Non tutte le donne sono uguali e di conseguenza non tutte le gestazioni. È importante che una donna in gravidanza segua uno stile di vita equilibrato. Se nell’arco della giornata riesce a dedicare dei momenti a se stessa e al suo bimbo, magari distendendosi in tranquillità, potrà percepire più facilmente i piccoli movimenti fetali all’interno del suo pancione. I nove mesi di gravidanza devono essere vissuti con serenità, nel rispetto del proprio corpo e della nuova vita che si sta formando all’interno di esso.

Come riuscire a percepire i movimenti fetali

Non tutte le donne sono inclini ad ascoltare il proprio corpo.

Troppo spesso si fanno trasportare dagli impegni quotidiani, dal lavoro, dalle scadenze e dalle innumerevoli attività da svolgere in famiglia. Dedicare del tempo a se stesse non è un’abitudine così scontata come si potrebbe credere. In gravidanza però risulta molto importante, non soltanto per avvertire i piccoli, dolci ed emozionanti primi movimenti del feto, bensì per comprendere se la gestazione proceda bene. Sapere ascoltare il proprio corpo, capire e accettare i cambiamenti è indispensabile durante i nove mesi di gravidanza. Per una donna questo periodo oltre a essere speciale, può risultare molto faticoso e frustrante. Il proprio corpo cambia, si deforma. La struttura ossea si adatta alla forma sempre più ingombrante del pancione, la schiena è dolorante e le gambe si gonfiano. Accettare consapevolmente tutti questi cambiamenti è il primo passo verso la maternità. Quando una donna è in dolce attesa si prepara al cambiamento nella propria vita, poiché dopo qualche mese sarà lei la principale responsabile di una piccola creatura indifesa.

Le ansie e le preoccupazioni rappresentano un aspetto comune in questo delicato periodo della propria vita. Affrontarle nel modo giusto è fondamentale per prepararsi al meglio a tutte le emozioni in arrivo, dai primi movimenti fetali fino al primo pianto dopo il parto. Durante gli ultimi mesi di gravidanza le dimensioni del bambino sono aumentate e i suoi movimenti saranno sempre meno frequenti a causa del poco spazio a sua disposizione.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche