Notizie.it logo

Mamme pancine: identikit delle haters di Chiara Ferragni

mamme pancine

Le Mamme pancine sono sempre in prima fila quando si tratta di parlar male di Chiara Ferragni. Scopri cosa sono le mamme haters su Mamme Magazine!

Chiara Ferragni fa parlare moltissimo di sé, e non sempre bene: la fashion blogger più famosa d’Italia vanta infatti numerosi haters, che non sopportano di vederla spopolare sui tabloid di tutto il mondo. Sui social network quasi nulla di lei è rimasto un segreto, e di recente ha fatto scalpore nella community di Instagram il racconto in presa diretta della sua vita sentimentale.

Il matrimonio e la gravidanza da cui è nato il piccolo Leone, in particolare, le hanno meritato un nuovissimo gruppo di odiatrici del web: quello delle “Mamme pancine”, come le ha chiamate la stessa Ferragni durante la puntata di “E poi c’è Cattelan”.

Chi sono le Mamme pancine?

Il fenomeno è già noto a coloro che seguono da vicino le ultime tendenze dei social media.

Le mamme pancine sono state scovate ufficialmente da Vincenzo Maisto, già famoso per la sua caccia ai gruppi di Facebook più strani – e a volte inquietanti.

Le pancine sono mamme che usano i social per parlare di tutto ciò che riguarda i loro bambini: lavatrici, pulizia della casa, scelta e assortimento dei vestitini, ricette per le pappe.

Non hanno peli sulla lingua, solo argomenti. Molti dei quali indirizzati a denigrare quelle stelle del web che, come la Ferragni, per qualche ragione brillano un po’ più di loro. Via libera a post con domande provocatorie, a volte talmente assurde che sembrano scritte per mezzo di un profilo falso. Non sempre fa seguito una discussione costruttiva, e tanti commenti servono solo a prendersi gioco degli altri.

I meccanismi psicologici che si celano dietro all’odio virtuale, però, sono reali. E francamente tristi.

Dietro i profili delle mamme pancine si trovano spesso donne bisognose di spacciarsi per quello che non sono – e che nessuna donna dovrebbe essere.

Danno mostra di sapere tutto di tutto, di non essere mai in torto, laddove tutte le altre mamme che scelgono diversamente da loro sbagliano. Sono letteralmente ossessionate dalla maternità, e arrivano perfino a chiedere con un post pubblico il metodo per ricavare la ricotta dal latte materno.

Non si mettono mai in discussione, si convincono – o ci provano – che non ce ne sia motivo, visto che fanno tutto alla perfezione. Hanno bisogno di far sentire inadeguate le altre mamme, di farle sentire incompetenti o, addirittura, non degne di avere figli.

Non esistono mamme perfette

La loro onnipresenza nei commenti ai post di Chiara Ferragni, sempre con lo scopo di sminuirla e ridicolizzarla, ci rivela però la verità: la detestano perché rappresenta la perfezione a cui loro credono, nel profondo, di non poter arrivare.

E qui sta l’errore. Non esistono mamme perfette.

Esistono solo mamme che cercano di affrontare la maternità nel miglior modo possibile, con i mezzi che hanno a disposizione. Esistono mamme che vogliono solo far crescere bambini sani e felici senza cadere nell’ossessione del loro status.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.