Mamme: come affrontare la rabbia in modo efficace

Individuare il fattore scatenante è il primo passo per sentirsi meglio.

Affrontare la rabbia non è sempre facile. Immagina un luogo comune in cui stai cercando di nutrire il tuo bambino ma continua a lamentarsi. Ne viene in mente un altro in cui stai cercando di vestire i tuoi figli per la scuola, ma uno di loro continua a fare i capricci quando si tratta di finire la sua colazione in tempo.

Di conseguenza, tendi a gridare a tuo figlio per pura rabbia e frustrazione.

La rabbia delle mamme è un termine usato per descrivere gli incontrollabili attacchi di rabbia sperimentati dalle donne durante la gravidanza, il post-partum e oltre, spesso a causa di ragioni al di fuori del loro controllo. Le madri sono spesso vittime di questa rabbia, poiché i loro corpi e le loro circostanze subiscono entrambi enormi cambiamenti. Ciò che è necessario è un senso di riconoscimento di questa rabbia e risentimento e capire le ragioni sottostanti che lo causano.

Come affrontare la rabbia in modo efficace

Essere madre porta con sé una serie di sfide e aspettative da parte di tutti. Puoi provare a fare del tuo meglio, ma potrebbe esserci ancora qualche intoppo qua e là e sei destinata a sentire l’impulso di sfogarti, a volte anche su tuo figlio. Ma non dovresti sentirti in colpa per questo. Usa le cause sotto menzionate per identificare i fattori scatenanti e cercare di lavorarci su.

Ricorda che anche il baby blues può incidere particolarmente.

Le cause della rabbia

  1. Non dare la priorità ai propri bisogni, come un sonno adeguato e un’alimentazione essenziale per le funzioni corporee, è la prima fonte di stress. Per dirla in modo efficace, si può funzionare in modo efficiente solo quando si ha un’energia adeguata.
  2. Sovraccaricarsi di responsabilità influisce molto sulla salute mentale, facendoti spesso credere di non essere abbastanza brava. Ricorda: tutti possono chiedere aiuto.
  3. Avere un completo disinteresse per il tuo benessere emotivo e non parlarne con le persone che ti vogliono bene.
  4. Essere eccessivamente competitivi per quanto riguarda la crescita e lo sviluppo del bambino.
  5. Non riconoscere che stai soffrendo. Datti il tempo e lo spazio tanto necessario per recuperare dalla prova di fare tanto duro lavoro.

Mentre in alcuni giorni si possono identificare questi schemi profondi e sconfiggere l’impulso di scagliarsi contro il proprio figlio, alcuni giorni sarà inevitabilmente difficile farlo. Ciò che è necessario è identificare questi fattori scatenanti. Già che ci sei, supera l’emozione del senso di colpa di non fare abbastanza per tuo figlio. Sii certa che stai, in effetti, facendo quello che puoi nel miglior modo possibile.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come promuovere il benessere emotivo durante la gravidanza

Cos’è la conservazione del sangue del cordone ombelicale?

Leggi anche
  • zara abbigliamento bambina vestitiniZara abbigliamento bambina: 5 vestitini da non perdere

    Le bambine amano fare shopping e scegliere i propri capi: scopriamo i migliori vestitini per bambina di Zara abbigliamento.

  • migliori zaini per la scuola 2020Zaini per la scuola 2020: quale acquistare?

    Il nuovo anno scolastico è ormai alle porte: quali sono i migliori zaini per la scuola 2020 da acquistare online?

  • Loading...
  • Yoga neo-mamme e bimbiYoga, neo-mamme e bimbi: tutti i vantaggi

    Ecco quali sono i benefici fisici e psicologici dello yoga nelle neo-mamme e nei bimbi dopo il parto.

  • Vestiti pre-gravidanzaVestiti pre-gravidanza: potrai indossarli di nuovo?

    Ogni volta che ti senti frustrata dal tuo aspetto, prendi il tuo bambino e vai allo specchio più vicino.

  • cuscino per allattamentoVantaggi di un cuscino per l’allattamento: cosa c’è da sapere

    A differenza di altri prodotti altamente commercializzati ed espedienti per le madri incinte, i cuscini per l’allattamento sono davvero utili. 

Contents.media