Mal di montagna nei bambini: cos’è e come gestirlo

Sebbene possa essere un fenomeno normale, presta attenzione ai sintomi di tuo figlio.

Il mal di montagna si riferisce a una combinazione di sintomi che possono risultare quando si assume meno ossigeno di quello a cui il corpo è abituato. Questo accade quando si viaggia a un’alta quota (8.000 piedi o più).

Si crede comunemente che ci sia meno ossigeno quando si va più in alto; in realtà, la concentrazione di ossigeno nell’aria è la stessa sulla cima di una montagna come sulla spiaggia. Semplicemente, la pressione dell’aria è molto più bassa.

Più bassa è la pressione dell’aria, meno ossigeno si assume ad ogni respiro. Se il tuo corpo non è abituato a funzionare con questa quantità di ossigeno, potresti iniziare a sentirti male.

Il mal d’altitudine può capitare a chiunque, indipendentemente dall’età o dal livello di forma fisica, e alcune persone sono semplicemente più suscettibili di altre. Le persone che vivono ad altitudini più elevate – e quelle che vi rimangono per un po’ – si abituano ad assumere meno ossigeno e stanno bene. Tuttavia, coloro che cambiano rapidamente altitudine, specialmente quando sono fisicamente attivi, spesso hanno problemi.

Un’altra problematica molto diffusa e la Motion Sickness, ovvero la nausea da movimento che si verifica prettamente in viaggio.

Tipi di mal di montagna

Ci sono diverse tipologie: il mal di montagna acuto è il tipo più lieve e comune (AMS). Forme meno comuni e molto più gravi si verificano quando l’AMS progredisce, o quando qualcuno con AMS continua a salire senza dare al suo corpo la possibilità di adattarsi.

Queste condizioni causano l’accumulo di liquido nel cervello – noto come edema cerebrale di alta quota – o nei polmoni, noto come edema polmonare di alta quota.

Malattia d’altitudine nei bambini

È improbabile che il tuo bambino soffra di mal d’altitudine, ma se hai intenzione di viaggiare a quote più alte, potresti voler prendere il tuo tempo per arrivarci. Se hai intenzione di volare da una bassa altitudine a un’altitudine di 8.000 piedi o superiore, potresti voler prendere qualche giorno per arrivarci, passando una o due notti a un’altitudine intermedia.

Se il tuo bambino ha una malattia cardiaca o polmonare cronica, però, o qualsiasi malattia sistemica che colpisce la respirazione, è una buona idea controllare con il suo medico prima di portarlo ad alta quota. Parla anche con il pediatra se il tuo bambino ha meno di 6 settimane di età, perché i bambini così piccoli sono più suscettibili al mal di montagna.

Come faccio a capire se mio figlio ha il mal di montagna?

Non è facile identificare il mal di montagna perché i sintomi sono piuttosto aspecifici all’inizio. Possono comparire già una o due ore dopo l’arrivo in quota, ma in genere cominciano a comparire dalle otto alle trentasei ore dopo l’arrivo.

Si può notare un cambiamento nel comportamento normale di tuo figlio. Per esempio: può avere problemi a mangiare o a dormire. Può diventare insolitamente irritabile, o avere mal di testa, vertigini o stanchezza. Non solo, può avere difficoltà a respirare quando si sforza, o avere nausea e vomito.

Se il tuo bambino sviluppa un mal di montagna più grave, potrebbe essere confuso e la sua carnagione potrebbe essere pallida o blu. Potrebbe sviluppare una tosse, avere difficoltà a camminare e avere il fiato corto, anche quando è a riposo. Se ha vomitato, potrebbe anche mostrare segni di disidratazione.

mal di montagna bambini

Cosa posso fare per alleviare i suoi sintomi?

Se tuo figlio mostra solo piccoli segni di mal di montagna acuto, puoi portarlo a un’altitudine inferiore per aiutarlo ad acclimatarsi più gradualmente. I sintomi di solito si placano in un paio di giorni. Nel frattempo, offrigli molti liquidi per mantenerlo ben idratato. Puoi dargli frequenti piccoli sorsi d’acqua o una soluzione elettrolitica sostitutiva per prevenire la disidratazione, specialmente se sta vomitando.

Se ha mal di testa, puoi dargli la giusta dose di acetaminofene o ibuprofene (controlla con il suo medico prima di dargli qualsiasi farmaco, comprese le opzioni da banco). Puoi anche incoraggiare tuo figlio a respirare più profondamente e a un ritmo leggermente più veloce del normale, per ottenere più ossigeno.

Cosa succede se i sintomi sono più gravi?

Se tuo figlio ha difficoltà a respirare o diventa blu, o mostra più di un disagio molto lieve, portalo al pronto soccorso più vicino. Lì possono misurare l’ossigeno nel sangue e scoprire se soffre di mal di montagna. Se i suoi sintomi sono gravi, potrebbe anche aver bisogno di esami del sangue, una TAC, una radiografia del torace o un ECG.

Se ha l’AMS, probabilmente gli daranno ossigeno e ti consiglieranno di portarlo a un’altitudine inferiore. Se ha un edema cerebrale o polmonare, avrà bisogno di un trattamento e di uno stretto monitoraggio, perché queste condizioni possono essere pericolose per la vita.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Eruzione da calore nei bambini: cos’è e come affrontarla

Ferite da puntura nei bambini: come prendersene cura

Leggi anche
  • ZainoZaino scuola per bambini: modelli e marche migliori

    Le vacanze estive stanno finendo ed è tempo di pensare al rietro a scuola; Zaino scuola per bambini: modelli e marche migliori.

  • zaini scuolaZaini scuola: quale scegliere per i propri figli

    La scelta degli zaini scuola per i figli è fondamentale per affrontare l’anno scolastico in arrivo. Sicuramente alla moda, ma comodi e di qualità.

  • zaini per bambiniZaini per bambini: il meglio per la scuola

    Gli zaini per bambini per il ritorno tra i banchi sono in vario tipo, con fantasie e stili diversi: dai personaggi Disney ai super eroi sino a Batman.

  • Loading...
  • zaino elementare bambina 2Zaini elementari bimba: le tendenze del momento

    Con l’inizio delle scuole elementari è importante scegliere,per la propria bambina, uno zaino comodo e capiente ma al passo con le tendenze del momento.

  • zaini elementari bambinoZaini elementari bambino: quale acquistare

    Lo zaino è l’accessorio fondamentale per la scuola elementare: in esso verranno riposti tutti gli oggetti necessari per affrontare la quotidianità scolastica. Quali caratteristiche deve avere uno zaino adatto ad un bambino? Di seguito i modelli migliori.

Contents.media