Notizie.it logo

Le molte facce della depressione post partum

Le molte facce della depressione post partum

La depressione post-partum (PPD) può essere una cosa difficile. Mentre sarete sommersi da letteratura circa la condizione prima e subito dopo la nascita del vostro bambino, il vostro PPD potrebbe apparire molto diverso da come è ritratta nelle brochure. Può essere difficile dire se quello che senti è normale. Molte donne soffrono di più di semplici sintomi come “perdere interesse per le cose ti è piaciuto” e “nessun interesse per il baby”. Qui ci sono alcune storie di mamme di vita reale.

Hazel:
Ma quando si mettono infermieristica e dormire è diventato più sfuggente, la sua quarta esperienza dopo il parto ha iniziato a essere diversa dalle tre precedenti. Hazel amava il suo neonato ed era interessato a lii, ma ha sognato scenari in cui sperava di partire e che nessuno sapesse dove fosse.

Dopo aver condiviso i suoi sentimenti con le amiche, ha avuto il coraggio di parlarne con il medco. Era sorpreso di sentire la sua diagnosi che era PPD, e lei era grata che avrebbe potuto ottenere il trattamento e iniziare a sentirsi più simile a se stessa.

Ginny:
Ginny ha riso di se stessa dopo aver partorito la figlia perché lei piangeva in tutto. Ha pianto quando lei era felice, e piangeva quando era triste. Le lacrime sono venuti fuori dal nulla, e lei non poteva scuoterlo. Quando finalmente ha discusso i suoi sintomi con il suo ginecologo, ha ricevuto il trattamento per PPD. Ha trascorso le sue prime nove settimane di maternità piangendo quando avrebbe potuto chiedere prima aiuto.

Dani:Dani era entusiasta di essere una mamma quando tornava a casa con suo figlio.

Non era piagnucolosa o triste, ma aveva un estremo desiderio di mantenere il suo piccolo al sicuro. Poi, non voleva che nessuno le facesse visita perché avrebbero diffuso i germi. Lei ha sterilizzato bottiglie due volte per ogni poppata. Si è lavata le mani così spesso che hanno cominciato a staccarsi. Con il tempo Dani finalmente ha capito che aveva un problema, lei era così radicata nelle sue abitudini che ci sono voluti mesi perché la sua vita tornasse alla normalità.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
  • Zenzero contro la nauseaZenzero contro la nausea

    Lo zenzero è utile per combattere la nausea che di solito è una conseguenza della chemioterapia, dell’avvelenamento da cibo, delle

Leggi anche