Notizie.it logo

La timidezza e ritiro in adolescenti

La timidezza e ritiro in adolescenti

Alcuni aspetti di tratti della personalità di un adolescente sono influenzati dalla genetica, dice Teens Salute. Circa il 20 per cento delle persone ha una disposizione naturalmente timida, ma questa tendenza genetica può essere fortemente influenzata da esperienze di vita e relazioni durante l’infanzia e l’adolescenza.
Adolescenti timidi
La timidezza potrebbe essere descritta come un fastidio o coscienza di sé in mezzo alla gente. Adolescenti timidi possono apparire nervosi in pubblico, e possono mostrare sintomi fisici come rossore, affanno e la riluttanza a stabilire un contatto visivo con gli altri. Ci vuole un grande sforzo per loro di parlare con gli sconosciuti, socializzare e fare amicizia.
Gli adolescenti hanno bisogno di un proprio spazio.
La maggior parte dei ragazzi si ritirano dai loro genitori ad un certo punto, come affermano la loro indipendenza e cercano di affrontare lo stress dell’adolescenza per conto proprio.

Questo è perfettamente normale.
Superare la timidezza

Prendendo piccoli passi per affrontare esperienze sconosciute può aiutare gli adolescenti timidi a sentirsi più sicuri e confortevoli. Impostare piccoli obiettivi raggiungibili per gestire la timidezza, per esempio, invitando un nuovo compagno di classe o aderendo ad un club per sviluppare un hobby o interesse.

Suggerimenti per i genitori

Se il tuo ragazzo è timido, resistere alla tentazione di spingerlo in situazioni per cui non è preparato. Questo potrebbe farlo sentire più a disagio . Cercare segnali di avvertimento di un problema più serio, come brutti voti, la mancanza di amici.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche