La chirurgia intima: in cosa consiste e quando è indicata

Il Dottor Luca Piombino, Specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica illustra a Mamme Magazine gli interventi di chirurgia intima.

La necessità di sentirsi maggiormente a proprio agio con la propria femminilità, l’esigenza di correggere eventuali asimmetrie o la voglia di avere una vita sessuale più appagante spinge sempre più pazienti a rivolgersi alla medicina per interventi di chirurgia intima.

Gli interventi di chirurgia intima sono indicati per migliorare esteticamente le parti intime, migliorando al contempo la funzionalità sessuale e il benessere psico emotivo di diverse donne che, spesso, vivono con disagio la propria femminilità.

Questi interventi sono sempre più richiesti da donne di tutte le età e abbiamo chiesto al Dr Luca Piombino di spiegarceli nel dettaglio.

luca scaled

Dottor Piombino, cosa si intende con chirurgia intima?

Si tratta di una serie di interventi ambulatoriali, come la vaginoplastica, la labioplastica, l’aumento delle grandi labbra o il ringiovanimento vaginale, eseguibili ad ogni età e sempre più richiesti da donne in età giovane, anche se è consigliato aspettare il pieno sviluppo degli organi sessuali prima di sottoporsi ad interventi nell’area della vagina.

Come avviene l’intervento di vaginoplastica?

A seguito di eventi come il parto o il semplice invecchiamento, i tessuti vaginali possono diventare particolarmente rilassati e, a volte, risultare stirati o lacerati. Grazie alla vaginoplastica è possibile ripristinare i volumi vaginali: attraverso un’incisione nel perineo è possibile restringere il canale vaginale e ridurne le dimensioni di apertura.

Quanto dura l’intervento?

È un’operazione che si svolge in anestesia generale e dura circa due ore. La paziente potrà riprendere la normale attività nei giorni subito successivi all’intervento, mentre per la ripresa delle attività sessuali e sportive dovrà aspettare 2-3 settimane.

Ci sono altri interventi di chirurgia intima?

Assolutamente si. In base all’esigenza della pazienze, vi è l’intervento più adatto. Ad esempio, in caso di piccole labbra asimmetriche, ipertrofiche o troppo pronunciate si può ricorrere alla labioplastica riduttiva.

È un intervento molto invasivo?

No, si tratta di un intervento mini invasivo e ambulatoriale, che si svolge in anestesia locale con sedazione, in cui i tessuti e la pelle in eccesso vengono rimossi e le labbra rimodellate, senza cicatrici evidenti.
Anche in questo caso, la paziente potrà riprendere la normale attività nei giorni successivi all’intervento, mentre l’attività sessuale e sportiva dopo 2-3 settimane.

Il ringiovanimento vaginale, invece, in cosa consiste?

Questa procedura è indicata in caso di grandi labbra svuotate o rilassate, con perdita di volume spesso dato dall’invecchiamento. Per donare nuovo tono alla pelle delle grandi labbra è possibile ricorrere o al lipofilling (inserimento di grasso prelevato dalla paziente) o utilizzare iniezioni di filler di acido ialuronico appositamente creato per la mucosa intima e in grado di ringiovanirla dall’interno.

È possibile anche ricostruire l’imene?

Un trattamento molto richiesto è l’imenoplastica, detta anche revirgination. Consiste nella ricostruzione chirurgica dell’imene lacerato e nel rimodellamento della membrana.
E’ un intervento che si svolge in day hospital con anestesia locale e dura circa un’ora.

Come per gli interventi descritti in precedenza, la paziente potrà riprendere la normale attività nei giorni immediatamente successivi all’intervento e le attività sessuali e sportive dopo 2-3 settimane.

Contatti

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

PCOS, dai sintomi alla diagnosi

Le paure più comuni legate al travaglio e al parto e come rimanere positivi

Leggi anche
  • zuppa di polloZuppa di pollo con farro e funghi shiitake

    Una saziante e deliziosa zuppa ricca di nutrienti essenziali.

  • ginger sickness 125104224 resizedZenzero contro la nausea
  • Loading...
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • 174Yogurt magro, fa bene e ha meno calorie
  • untitled 119Yoghurt senza zucchero
Contentsads.com