Inversione uterina: cos’è e come trattarla

Si tratta di una problematica a cui prestare molta attenzione.

L’inversione uterina è una complicazione del parto, grave ma rara, in cui l’utero si capovolge letteralmente. Quando questo accade, la parte superiore dell’utero (il fondo) passa attraverso la cervice o addirittura completamente fuori dalla vagina. Ciò si verifica in circa 1 su 3.000 nascite.

Normalmente, dopo un parto vaginale, le contrazioni causano la separazione della placenta dalla parete dell’utero. Questo avviene tipicamente entro cinque o dieci minuti dopo il parto, anche se può richiedere più tempo. Finché non sanguini, il tuo medico o l’ostetrica possono aspettare un po’ che la placenta si separi da sola.

Se non dovesse succedere, il tuo operatore farà ciò che è noto come una rimozione manuale della placenta, che comporta il raggiungimento attraverso la vagina e nell’utero con una mano.

Dopo che il medico vede che la placenta si sta separando, può chiederti di spingere delicatamente per aiutare ad espellerla dall’utero e attraverso la vagina. Può aiutarti a guidarla fuori dalla vagina tirando delicatamente il cordone ombelicale.

A volte, la placenta non si separa normalmente e i tentativi di farla uscire causano un’inversione uterina. È anche possibile che un’inversione avvenga da sola, e può causare gravi problemi, tra cui emorragie pericolose per la vita e shock, soprattutto se non viene riconosciuta e trattata immediatamente.

Come viene trattata?

Il tuo medico o l’ostetrica cercheranno di riposizionare il tuo utero e di spingere il fondo attraverso la cervice. Se non hai già una flebo, ne verrà eseguita una immediatamente. Ti verranno somministrati farmaci per controllare il dolore e farmaci per rilassare l’utero, il che aiuta il tuo medico a riposizionarlo. Occasionalmente, è necessario un intervento chirurgico addominale per riportare l’utero nella sua posizione originale.

Una volta che l’utero è stato riposizionato, i farmaci che sono stati utilizzati per rilassare l’utero saranno interrotti. Ti verrà somministrata un’infusione IV continua di ossitocina per rassodare l’utero, aiutarlo a stare al suo posto e controllare il sanguinamento. Fino a quando l’utero non si sarà rassodato, il medico farà pressione su di esso con una mano dentro la vagina e l’altra sulla pancia per comprimere l’utero e rallentare l’emorragia.

Inversione uterina dettagli

Il team controllerà costantemente il tuo utero per essere sicuro che rimanga in posizione e monitorerà i tuoi segni vitali e il tuo sanguinamento vaginale. Riceverai trasfusioni di sangue se necessario e probabilmente ti verranno somministrati antibiotici per prevenire le infezioni. È probabile che tu ti senta debole e stordita e all’inizio non dovresti cercare di alzarti dal letto da sola.

Una volta a casa, dovrai prenderti cura di te stessa. Assicurati di riposare molto, di mangiare pasti nutrienti, di bere molti liquidi e di seguire alla lettera tutte le istruzioni del tuo assistente. Ti verrà detto di prendere integratori di ferro, per esempio.

Cosa devi sapere per le gravidanze future

Una volta che hai avuto un’inversione uterina, è più probabile che tu ne abbia un’altra. Come per qualsiasi complicazione della gravidanza o altro problema medico, assicurati che il tuo medico o l’ostetrica siano a conoscenza della tua storia. Questo dà al tuo assistente la possibilità di prepararsi alla possibilità di un’altra inversione, assicurandosi che tu abbia una flebo in corso e un anestesista immediatamente disponibile, se necessario, per il tuo parto.

Scritto da Stefania Netti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Smettere di fumare: come farlo dopo la nascita del bambino

Cura della gravidanza: cos’è e perché è così importante

Leggi anche
  • zuppa di polloZuppa di pollo con farro e funghi shiitake

    Una saziante e deliziosa zuppa ricca di nutrienti essenziali.

  • ginger sickness 125104224 resizedZenzero contro la nausea
  • Loading...
  • Zanzare bambini rimediZanzare: i rimedi per difendere i bambini

    Le zanzare in estate, ma spesso si presentano anche in inverno, rappresentano un fastidio continuo, ma per i bambini possono essere anche dannose. Ecco dei consigli per proteggere e prevenire i vostri figli dalle punture di questi insetti.

  • 174Yogurt magro, fa bene e ha meno calorie
  • untitled 119Yoghurt senza zucchero
Contents.media